Mochi dolci di riso giapponesi alla nutella italiana

I golosi mochi dolci di riso giapponesi alla nutella sono veramente facili da preparare specialmente se si sostituisce il riso con la farina di riso che essendo in polvere cuoce in meno tempo. Il gusto dei dolci di riso ricorda insomma la famosa pappa di farina di riso dolce, chi non la ricorda? 🙂  

In Giappone li farciscono in modi diversi.
Mochi dolci di riso giapponesi alla nutella italiana
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaGiapponese

Ingredienti

Consiglio di provare anche i Mochi ai fagioli azuki rossi giapponesi. Me li ha offerti mia figlia e se amate le novità giapponesi ecco qua per voi una squisitezza già pronta che vi arriva direttamente a casa
  • 130 gFarina di riso
  • 60 gZucchero a velo
  • q.b.Nutella (Un cucchiaino per ogni mochi)
  • 180 mlacqua
  • q.b.Maizena

Strumenti

  • Mattarello
  • Forno a microonde

Preparazione impasto mochi dolci di riso giapponesi

Per l’impasto

  1. Versare la farina di riso in una ciotola capiente adatta per il forno a microonde. Unire lo zucchero a velo e miscelare.

  2. Versare l’acqua tiepida e lavorare con un cucchiaio per qualche minuto facendo dunque attenzione che non si formino grumi.

Per la cottura nel forno a microonde

  1. Cuocere nel forno a microonde regolato a potenza media per un totale di tre minuti, ma a un minuto e mezzo aprire il forno e miscelare con un cucchiaio. Rimettere in forno e terminare la cottura. Far riposare limpasto per circa una quindicina di minuti.

Come fare i mochi

  1. Infarinare inoltre il piano da lavoro con la maizena e rovesciare il composto ottenuto. Dare la forma di un panetto lavorando con le mani.  

  2. Spianare pertanto con il matterello per ottenere una sfoglia praticamente dello spessore un centimetro.

  3. Ricavare infine dei cerchi di diametro dieci centimetri e disporre al centro di ognuno un cucchiaino di nutella.

  4. Richiudere ma facendo in modo che la nutella non esca fuori e arrotondare con le mani.

  5. Passare i mochi dolci di riso giapponesi alla nutella in un piatto con poca maizena facendo ad ogni modo aderire uniformemente. Cuocere infine nel forno a microoonde per tre minuti. A questo punto i mochi dolci di riso giapponesi sono belli e pronti e non resta che creare l’atmosfera preparando un buon the che insieme ci sta davvero bene.

Per i mochi dolci di riso giapponesi alla nutella

Consigli per i mochi dolci di riso giapponesi alla nutella:

Se i mochi sono di origine giapponese mentre la nutella invece è italiana inventata dal signor Pietro Ferrore Italiano  nato a Farigliano. Possiamo considerare questa invenzione un grande successo a livello mondiale. Qualcuno tuttavia forse si chiederà se la maizena è indispensabile per i Mochi dolci di riso. A mio avviso si in quanto quel poco che viene usato li rende più consistenti. La ricetta di questi dolci di riso prende quindi solamente lo spunto dalla cucina giapponese.

In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione

Vieni inoltre a sbirciare sui miei social pinterest instagram twitter facebook

3,5 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da specialit

Se avete bisogno di ulteriori chiarimenti inerenti alle mie ricette sarò ben lieta di rispondere alle vostre domande dai commenti. E se avete dei suggerimenti li accetterò con interesse si può sempre imparare. Questo è un mio principio che vale anche per la cucina. Grazie di seguire il mio blog da: La cuoca che recupera ossia la cuoca svuota frigo. :)

14 Risposte a “Mochi dolci di riso giapponesi alla nutella italiana”

    1. Con le dosi riportate l’impasto è consistente. Quello che raccomando è che la nutella non deve essere sciolta e magari la metti in frigo per una mezzora prima di fare i mochi.

  1. Per me che sono amante delle ricette internazionali mi prendi in contropiede perche’ questa non la conoscevo….devo provarli !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.