Olive in salamoia ricetta pugliese con il finocchietto selvatico

Preparare le olive in salamoia ricetta pugliese naturalmente con il finocchietto selvatico a rametti. Lo si trova in estate e anche in autunno e lo si può notare facilmente in quanto gli arbusti sono abbastanza alti da superare l’erba. Emana un profumo delicato e particolare, difficile da confondere e diverso da tutte le altre spezie. Questa pianta cresce spontaneamente lungo le nostre zone costiere della Puglia. Dopo aver raccolto i rametti ancora fioriti di un bel colore giallo, si fanno essiccare legando il mazzo e appendendolo al sole. Una volta essiccato si può conservare il finocchietto selvatico nei sacchetti che si usano per il pane, dopo aver tagliato i rametti con con le forbici riducendoli a piccoli pezzi. Non si butta nulla e si usano sia i fiori che i rami.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Le olive in salamoia sono una specialità pugliese che puoi ora trovare anche QUI amarognole e saporite

1 l Acqua
30 g Sale grosso
1 kg Olive verdi (Si possono usare anche le nere)
q.b. Finocchietto selvatico

Strumenti

Barattoli di vetro

Preparazione

Metterle nei barattoli di vetro a chiusura ermetica. I barattoli devono essere nuovi o lavati con cura nell’acqua calda.

Selezionare le olive

Scegliere le olive verdi integre, senza macchie e non troppo mature.

Preparare la salamoia

Far riscaldare l’acqua sul fornello fino a ebollizione e sciogliere dentro il sale.  

Farla raffreddare e versare sopra le olive dentro i barattoli fino a ricoprirle.

Aggiungere il finocchietto selvatico (due/tre pezzetti) per insaporire e chiudere i barattoli. Conservare i barattoli all’ombra per almeno due mesi prima di adoperarli per le vostre ricette preferite o per mangiare le olive come contorno.

Olive in salamoia ricetta pugliese con il finocchietto selvatico

Consigli per le olive in salamoia: Non impressionatevi nel momento in cui aprirete i barattoli noterete che si sia formata sopra una pellicola simile a muffa. Non è nulla di allarmante basta rimuoverla e lavare bene le olive. Le olive non sono assolutamente guaste e si potranno mangiare senza nessun rischio. Mio marito invece dei baratoli di vetro usa anche le bottiglie di plastica per conservale. Il procedimento è lo stesso si fà solo un po’ più fatica in quanto bisogna infilarle una per una. Con questo sistema bisogna fare attenzione quando si aprono a svitare il tappo della bottiglia non del tutto. Succede altrimenti come quando si stappa lo spumante per i gas che vengono a crearli nella bottiglia. Le olive non si perdono ma… si combina un bel casino. 🙂 e poi bisogna pulire.

In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione.

Vieni inoltre a sbirciare sui miei social pinterest instagram twitter facebook

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da specialit

Se avete bisogno di ulteriori chiarimenti inerenti alle mie ricette sarò ben lieta di rispondere ai vostri commenti. Grazie per l'interesse.

8 Risposte a “Olive in salamoia ricetta pugliese con il finocchietto selvatico”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.