Crea sito

Pasta fatta in casa le tagliatelle

Pasta fatta in casa: le tagliatelle,
 Questo piatto stupendo ha le sue origini in età antica, ben prima degli spaghetti cinesi che Marco Polo, ritornato dall’Oriente nel 1295, aveva avuto modo di conoscere.
Già etruschi e romani, preparavano e mangiavano la lagana, l’antenata della lasagna.
In una tomba etrusca a Cerveteri sono stati rinvenuti spianatoia, matterello, coltello, un sacchetto per spolverare la farina e persino una rotella che presumibilmente serviva a fare i bordi ondulati.
Ma la storia della come la conosciamo oggi è legata alla dominazione araba della Sicilia secondo diversi storici, preparata a Trabia (l’attuale Palermo).
Dalla Sicilia la pasta cosi preparata veniva poi esportata nel continente. Sempre secondo il geografo arabo già a metà del 1100 in Sicilia e in particolare nella zona di Trabia si produceva così “tanta pasta” che se ne esportava ovunque.

Se vuoi vedere tutte le ricette dei primi piatti clicca qui

Sponsorizzato da RitaAmordicucina

  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gSemola di grano duro rimacinata
  • 250 gAcqua
  • 7 gSale

per la lavorazione

  • 200 gSemola di grano duro rimacinata

Strumenti

  • Spianatoia
  • Macchina per pasta
  • Mattarello
  • Vassoio
  • Impastatrice

Preparazione Pasta fatta in casa le tagliatelle

  1. Ci sono 2 modi per fare la pasta fatta in casa: o a mano o con un’impastatrice.

    In ogni caso gli ingredienti secchi cioè farina e sale devono essere messi insieme , l’acqua va versata poco a poco meglio se è tiepida

  2. Se il vostro impasto viene fatto con un’impastatrice o il planetaria, ci penserà la macchina, voi vi potete solo limitare a versare gli ingredienti.

  3. In ogni caso dopo, dovete mettere il prodotto su una spianatoia e con una spolverata di semola compattarlo.

  4. Subito dopo la pasta va avvolta in una pellicola trasparente e fatta riposare per almeno 30 minuti, se è estate meglio in frigorifero, altrimenti va bene a temperatura ambiente.

  5. Ora non ci resta che allargarla.

    Con la macchinetta per la pasta “la Marisa” iniziate dividendo l’impasto in più parti per facilitarvi il lavoro, sistemate alla massima larghezza sempre infarinando i rulli.

  6. Passate più volte quindi andate ad una larghezza media, per poi finire alla più stretta.

  7. Completate cambiando il pezzo e mettendo quello delle tagliatelle, tutto questo sempre abbondando di farina nei rulli-

  8. Infarinate uno o più vassoi e fate in modo che la pasta sia sempre infarinata.

  9. Prima di cuocerla scrollate la farina in eccesso.

  10. Fate bollire l’acqua con il sale e qualche cucchiaio di olio evo

  11. Quindi buttate la pasta, e cuocete per 3 minuti circa.

    Scolatela e conditela con il sugo che più vi piace

conservazione

Pasta fatta in casa le tagliatelle, per poterle conservare ti consiglio per prima cosa avvolgerle come fossero dei nidi, di lasciarle seccare all’aria ben infarinate per almeno 3 giorni, poi li puoi mettere in un sacchetto e tenerle in frizeer per non più di 3 mesi, al momento di scongelarle infarina e girale spesso in modo che non si attacchino tra loro o cuocerle direttamente surgelate.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *