Crea sito

Pastarelle teramane ricetta abruzzese

E niente… per la serie “Chi la dura la vince” finalmente sono riuscita ad ottenere la ricetta perfetta per preparare in casa le famose e tanto amate Pastarelle teramane. Se ricordate avevo tempo fa pubblicato una ricetta per preparare Pastarelle da latte , ovvero quei biscottoni tipici da inzuppo che ricordano tanto quelli che preparavano le nostre nonne. Quelli che invece vi propongo oggi sono dei biscotti tipici del teramano (Abruzzo), così apprezzati e importanti per la nostra tradizione che ai tempi delle nostre nonne venivano offerti addirittura durante i ricevimenti di matrimonio che si tenevano a casa delle spose. Ho faticato tanto per riuscire ad ottenere la ricetta perfetta! Si sa che le ricette antiche si basano molto sul famoso “q.b.” e tra paese e paese possono subire delle varianti… Alla fine, dopo varie prove posso dire di essere finalmente contenta, felice per essere riuscita ad ottenere questo risultato. Le pastarelle teramane sono preparate con ingredienti semplici, farina, zucchero, uova, latte (che io sostituisco con acqua per permettere a tutti di mangiarli) olio e ammoniaca. Il bello di questa ricetta è che non occorre né la spianatoia, né il matterello né le fruste elettriche. Semplicemente una ciotola una forchetta e un cucchiaio! L’impasto è facile e veloce da preparare e i biscotti hanno una forma tonda e piuttosto grande, questa è la loro caratteristica. Le pastarelle teramane sono davvero sane e genuine, perfette per la colazione di grandi e piccini. Che ne dite allora di prepararli insieme a me? Vediamo gli ingredienti.

Altre ricette che potrebbero interessarvi:
Pane integrale fatto in casa
Pasta frolla senza burro per biscotti e crostate
Pane alle noci fatto in casa
Conversione burro/olio, dosi e ricette da provare
Dosi pan di spagna: come scegliere la teglia giusta, consigli e ricette
Pasta arrangiata cremosissima pronta in 10 minuti

pastarelle teramane
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzionicirca 20 biscotti grandi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina 00
  • 2Uova (medie intere)
  • 180 gZucchero
  • 130 gOlio di semi di mais
  • 200 gAcqua (o latte)
  • 10 gAmmoniaca per dolci
  • q.b.Scorza di limone
  • q.b.Zucchero (per decorare la superficie delle pasterelle)

Preparazione

  1. Per prima cosa fate sciogliere l’ammoniaca nell’acqua (oppure latte se preferite) e mescolate bene con un cucchiaino fino a farla sciogliere.

  2. In una ciotola capiente rompete due uova intere, aggiungete lo zucchero e sbattete subito energicamente con una forchetta o frusta a mano fino ad ottenere un composto cremoso.

  3. Unite ora l’olio di semi (io utilizzo di solito quello di mais ma potete utilizzare quello che preferite, volendo anche l’olio d’oliva ma dev’essere delicato altrimenti il sapore dei biscotti potrebbe essere troppo forte).

  4. Unite ora l’acqua dove avete sciolto l’ammoniaca, la scorza grattugiata del limone e amalgamate gli ingredienti con la forchetta.

  5. Per finire aggiungete la farina, un po’ alla volta, e continuate a mescolare fino ad ottenere un composto molto morbido.

  6. A questo punto formate le vostre deliziose pastarelle teramane aiutandovi con due cucchiai da tavola. Prendete una teglia e rivestitela con un foglio di carta forno. 

  7. Prelevate con un cucchiaio un po’ di composto e con l’altro fatelo scivolare sulla carta forno cercando di dare ad ogni biscotto una forma tonda (non vi preoccupate se la forma non è precisa, si aggiusta in cottura).

  8. Le pastarelle teramane hanno la caratteristica di essere piuttosto grandi quindi prelevate una bella porzione dell’impasto.

  9. Mi raccomando: tra una pastarella e l’altra ricordatevi sempre di lasciare un po’ di spazio perchè durante la cottura si allargano molto.

  10. Su ogni pastarella spolverate un po’ di zucchero e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per circa 20-25 minuti.

  11. Con questo impasto otterrete circa 20-22 pastarelle e dovrete sicuramente cuocerle in due volte proprio perchè i biscotti devono essere ben distanziati tra loro.

  12. Altra raccomandazione, non fate scurire troppo in superficie le pastarelle. Per capire se sono cotte dopo 20 minuti controllate il fondo di un paio di biscotti, se è colorito sono pronti per essere sfornati altrimenti lasciate per altri 5 minuti.

  13. Sistemate le pastarelle su una gratella per far evaporare l’umidità. Questo passaggio è fondamentale per permettere all’ammoniaca di evaporare e ai biscotti di perdere completamente sia l’odore che il sapore sgradevole tipico dell’ammoniaca.

  14. Procedete alla cottura dell’impasto rimanente seguendo gli stessi passaggi. Et voilà, le vostre belle morbide e gustosissime pastarelle teramane sono pronte! Alla prossima ricetta!

    Ricetta e Foto Gabry © – tutti i diritti riservati

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!), ho 36 anni e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...