Struffoli Napoletani

Ecco uno dei dolci più famosi a Napoli… pochi ingredienti e tanta bontà. Ne esistono molte versioni morbidi o friabili, io personalmente preferisco i secondi e per questa volta ho provato la ricetta di Sabatino Sirica, grande pasticcere napoletano famoso anche per i suoi roccocò che adoro!
Non vi resta che provare questa ricetta anche che va ad aggiungersi a quella già pubblicata che trovate cluccando QUÌ.
Buon divertimento mattarè!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g di farina 00
200 g di uova
50 g di zucchero
50 g di burro a pezzetti
50 g di anice (liquore)
5 g di sale (la ricetta originale ne prevede 12,5 grammi)
4 g di ammoniaca per dolci (nella ricetta originale 7,5g di lievito chimico)
zeste di limone
Mezza bacca di vaniglia (i semi)

Mielatura:

500 g di miele
50 g di zucchero semolato

Strumenti

Planetaria

Passaggi

Procedimento:

Mettere la farina, lo zucchero, il lievito secco (o ammoniaca) e una parte delle uova nell’impastatrice ed iniziare ad impastare. Inserire il resto delle uova e poi il sale. All’impasto aggiungere il burro, il limone grattugiato, i semi di vaniglia e l’anice. Lasciare amalgamare. Successivamente prendere l’impasto e raffinarlo a mano fino ad ottenere una consistenza liscia e asciutta. Impellicolare l’impasto e farlo riposare 2 ore.
Spellicolare il panetto, formare delle sorti di grissini (bigoli) e tagliarli a pezzetti a forma di palline. Immergerle nell’olio a 165-175°C per un minuto. Sono pronte quando risultano essere dorate.
In una pentola mettere lo zucchero e il miele e portare ad ebollizione. Togliere dal fuoco. Aggiungere il limone precedentemente grattugiato e gli struffoli.
Rifinire con i canditi e confettini.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.