Panini per hamburger al grano saraceno, impasto con lievito madre

Ultimamente van molto di moda pubblicare sui social i famosi burger bun, ovvero i tipici e soffici panini per hamburger, fatti in casa. Non potendo essere di meno, mi sono voluta unire a questa ondata ma, nella mia classica linea di sperimentazione, li ho “trasformati”. E bene sì, perché i miei sono panini per hamburger al grano saraceno, soffici quasi come i classici ma con una mollica più rustica e saporita data, appunto, dall’utilizzo della farina di grano saraceno.

È da tempo che sperimento con questa farina, la verità, e sono stati parecchi gli insuccessi, soprattutto perché essendo senza glutine, le preparazioni devono contenere necessariamente una certa quantità di altri tipi di farina per legarla.

Quanti pasticci gommosi me ne sono venuti fuori, non hai la minima idea! 😀 😀 😀

Questa volta, invece, posso ritenermi molto felice del risultato. È stato un mistero fino alla fine, ma vedere mio figlio addentare il suo hamburger nei miei panini per hamburger al grano saraceno, impastati ovviamente con la mia Nia, il mio lievito madre, e sentire dire “mamma, è buonissimo!!!”, è stata un’enorme soddisfazione!!
Panini per hamburger al grano saraceno

Panini per hamburger al grano saraceno, impasto con lievito madre

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni4 panini grandi / 5 panini medi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaInternazionale

Ingredienti

  • 300 gfarina Manitoba (forza W 300)
  • 200 gfarina di grano saraceno
  • 150 glatte parzialmente scremato
  • 160 glievito madre (rinfrescato e duplicato di volume)
  • 130 mlacqua (fresca o a temperatura ambiente)
  • 3 cucchiaiolio di semi di girasole
  • 20 gburro
  • 16 gzucchero
  • 12 gsale
  • 1uovo
  • q.b.semi di chia (oppure altri a disposizione (sesamo, papavero, ecc))

Preparazione

Preparazione dell’impasto

  1. Nella ciotola della planetaria, versare il lievito madre spezzettato;

  2. Unirci il latte, lo zucchero e 100 ml di acqua (presi dal totale);

  3. Sbattere fino a formare un composto ben spumoso;

  4. Quindi, versare le farine, il burro tagliato a piccoli cubetti e l’olio di semi di girasole;

  5. Impastare aggiungendo poco a poco l’acqua rimanente, tenendo in considerazione che potrebbe non essere necessaria tutta la quantità indicata (oppure qualche ml in più), in funzione della capacità di assorbimento delle farine utilizzate. L’impasto finale dovrà essere morbido ma non appiccicoso;

  6. Unire infine il sale e continuare ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo;

  7. Trasferire l’impasto in una ciotola capiente (dovrà essere di almeno il doppio del volume del panetto ottenuto) e farci un giro di pieghe  (in questo video puoi vedere come si fanno);

  8. Coprire la ciotola ermeticamente, oppure con della pellicola trasparente, e mettere a lievitare in luogo dove la temperatura non superi i 28-29 ºC. La lievitazione sarà completa quando il volume dell’impasto sarà duplicato ed il tempo dipenderà dalla temperatura ambiente (più sarà bassa e più tempo ci vorrà);

Formazione dei panini per hamburger e seconda lievitazione

  1. Trasferire l’impasto lievitato sul piano di lavoro leggermente infarinato, e appiattirlo con le mani sgonfiandolo e formando un rettangolo;

  2. Quindi dividerlo in 4 o 5 pezzi (4 per panini grandi, 5 per panini medi);

  3. Fare una piega a 3 ad ogni pezzo ed appiattirlo nuovamente con le mani;

  4. Formare i panini tondi, portando le estremità dell’impasto verso il centro e tirandolo leggermente per fare inglobbare dell’aria;

  5. Sistemare i panini formati su della carta da forno oppure su un panno pulito spolverato con della farina;

  6. Coprire con un panno e mettere nuovamente a lievitare fino al raddoppio del suo volume. Come per la prima lievitazione, più sarà bassa la temperatura ambiente, più tempo ci vorrà. L’importante è non superare mai i 28-29 ºC, temperatura sopra la quale il lievito madre soffre e porterà ad inacidire velocemente l’impasto;

  7. Durante la fredda stagione, un trucco per farli lievitare nel giro di 2 ore, è quello di metterli dentro del forno con la lucina accesa, così da raggiungere i 27-28 ºC (puoi utilizzare il termometro a sonda da cucina per tenere la temperatura sotto controllo);

Cottura dei panini per hamburger al grano saraceno

  1. Preriscaldare il forno a 200 ºC e, inserendo la griglia a media altezza, preriscaldare la teglia o, meglio ancora, se si possiede, la pietra refrattaria. Inoltre, nella parte inferiore del forno, mettere un pentolino con un po’ d’acqua così da creare vapore all’interno del forno;

  2. Quando i panini saranno pronti da infornare, spennellarli con dell’uovo sbattuto e cospargerli con dei semi di chia od altra tipologia a disposizione (sesamo, papavero…);

  3. Infornare e cucinare, a 200 ºC ed in modalità statica, durante 20 minuti;

  4. Quindi togliere il pentolino con l’acqua, abbassare la temperatura a 180ºC e cucinare per ulteriore 15 minuti;

  5. A cottura ultimata, tirare fuori dal forno e fare raffreddare sulla gratella;

  6. Panini per hamburger al grano saraceno

    Quando i panini per hamburger al grano saraceno saranno completamente freddi, saranno pronti per essere farciti e gustati.

    Buon appetito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Encarna

Dietro a "Mammachepaella", ci sono io, Encarna, mamma, moglie, dipendente part-time e food blogger: un cuore spagnolo diviso tra l'Italia e la Spagna, così come le mie ricette. Mi diverte sperimentare in cucina, ma ogni tanto si presenta qualche flop dai quali imparo cose nuove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Icona torna su MAMMACHEPAELLA