Marmellata di arance non trattate

La mia Marmellata di arance non trattate, è piuttosto una composta, perché ho utilizzato tanta frutta e poco zucchero, lasciando oltretutto anche la scorza, che a me piace tanto. Si tratta di una ricetta, questa, molto veloce, perché amo sentire l’amarognolo della scorza. Qualora però vogliate eliminarlo, vi ho lasciato il link con il procedimento a fine ricetta. Un altro metodo velocissimo è anche quello di utilizzare un addensante, come la pectina, ma certamente non quella industriale del tutto chimica. Anche l’agar agar (alga), è ideale per addensare velocemente la marmellata, e ne basta un cucchiaino, circa 6g, per ogni kg di frutta.

Una volta messa a bollire la marmellata, dopo circa 30 minuti, sciogliete l’agar agar in un pochino di acqua, e versate tutto nella pentola.

Mescolate bene, e togliete dal fuoco per invasare, solo dopo altri 5 minuti di cottura.

Anche se la marmellata vi sembrerà liquida, niente paura, perché l’agar agar, inizia a solidificarsi man mano che si raffredda.

Il prima e il resto del procedimento e lo stesso della ricetta che vi ho descritta.

Marmellata di arance non trattate
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Giorni
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

1 kg arance non trattate
500 g zucchero di canna

Strumenti

1 Pentola
1 Cucchiaio di legno
Barattoli
1 Tagliere
1 Coltello

Come si prepara la Marmellata di arance non trattate

Per preparare la Marmellata di arance non trattate, organizzate il vostro piano di lavoro, con tutto quello che vi necessita, così da avere tutto a portata di mano.

Lavate accuratamente la scorza delle arance, e asciugatele con la carta assorbente o con un canovaccio pulito.

Mettetele su un tagliere di legno, con un coltello affilato affettatele finemente, e togliete via tutti gli eventuali semini.

Versatele direttamente nella pentola d’acciaio dal fondo spesso, e dai bordi alti.

Aggiungete lo zucchero, mescolate bene e a fiamma alta, portate a bollore.

Dopo qualche minuto, abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 1 ora, rimestando di tanto in tanto, in modo che controlliate che non si attacchi al fondo.

Coprite per tre quarti con il coperchio, in modo che gli schizzi della marmellata in cottura, non sporchino tutta la macchina del gas.

La marmellata sembrerà molto liquida, ma raffreddandosi diventerà più densa, quindi non fatela ritirare troppo, anzi, se dovesse servire, aggiungete durante la cottura acqua bollente.

A cottura ultimata, versate immediatamente nei barattoli di vetro, precedentemente sterilizzati, chiudete ermeticamente e mettete a testa in giù.

Durante il raffreddamento, l’aria contenuta all’interno del barattolo si comprime, creando un sottovuoto.

In questo modo la marmellata si conserverà perfettamente per almeno due anni, in un luogo asciutto e buio.

Servite su una fetta di pane o come farcitura la vostra Marmellata di arance non trattate, non prima di 30 giorni, il tempo necessario a farla insaporire.

Consigli e varianti

La ricetta della Marmellata di arance non trattate, così come spiegata, lascia in bocca un pò di retrogusto amarognolo che a me piace molto.

Ma per chi volesse evitarlo, cliccate sulla seguente ricetta: Marmellata di limoni non trattati

Se volete seguire il procedimento su come preparare le conserve, in tutta sicurezza, allora non perdetevi Le conserve fatte in casa

Vi è piaciuta la mia ricetta Marmellata di arance non trattate? Seguitemi sulla pagina Facebook InstagramPinterest  per non perdere nessuna novità!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.