Cotica arrotolata farcita

Cotica arrotolata farcita

La cotica, è un alimento sottovalutato ma se preparata bene, vi farà ricredere. Si può utilizzare per insaporire i sughi, le zuppe, i legumi o semplicemente lessata. La cotica arrotolata farcita è una di queste varianti che vi propongo per un delizioso sugo. Può essere farcita a vostro gusto, la mia proposta è davvero molto semplice. Un piatto della tradizione contadina, ricco e goloso.

Cotica arrotolata farcita r

Ingredienti per 1 cotica farcita grande o due piccole:

  • 600 gr circa di cotica
  • 200 gr di mollica di pane raffermo
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo (se necessario)
  • 200 gr di pasta di salsiccia o 3 salsicce intere
  • 600 ml di passata di pomodoro
  • 1 pizzico di origano
  • spago da cucina
  • sale q.b.

cotica arrotolata farcita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiedete al vostro macellaio della cotica, un pezzo intero o due piccoli, sgrassati e puliti esternamente. Se dovesse rimanere qualche piccola setola, potete eliminarla aiutandovi con una pinzetta.

Sciacquatela ed asciugatela bene, apritela e salatela appena. In una ciotola lavorate la mollica di pane con l’uovo ma senza sale. Se un uovo non basta aggiungete un secondo tuorlo, molto dipende dal pane utilizzato.

Stendete sulla cotica aperta il pane con l’uovo ed al suo centro create un filoncino di pasta di salsiccia oppure di salsiccia privata della pelle.

Arrotolate la cotica e legatela con lo spago da cucina, abbastanza stretta in modo che in cottura il ripieno non fuoriesca.

In un tegame, lasciate sobbollire mezzo bicchiere d’acqua ed adagiatevi la cotica arrotolata farcita e lasciate cucinare lentamente. Vi consiglio di non mettere l’olio perché la cotica lo rilascia già di suo.

Dopo circa 10 minuti, potete aggiungere la salsa di pomodoro, l’origano e il sale. La cotica è pronta quando riuscirete a infilzarla con la forchetta e il sugo si sarà asciugato.

Il sugo è perfetto per condire i vostri primi piatti, davvero molto gustoso! Servitela tagliata in fette spesse circa 2 centimetri e calda altrimenti tornerà ad essere dura. Buon appetito.

 

Se volete potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Precedente Gamberi al limone Successivo Crespella dolce ai lamponi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.