Crea sito

Croccante di mandorle ricetta abruzzese

Croccante di mandorle ricetta abruzzese e si questi giorni vi proporrò tante ricette della mia regione per farvi conoscere le nostre usanze e soprattutto perché amo sperimentare e cercare ricette nuove. Questa ricetta l’ho presa da un libro che ho comprato da poco, una raccolta di ricette abruzzesi.

Croccante di mandorle ricetta abruzzeseCroccante di mandorle ricetta abruzzese

Difficoltà: media

Tempo: 15/20 minuti

Gruppo ricette: I dolci – Le ricette regionali: Abruzzo

Ingredienti:

  • 600 gr di mandorle sgusciate
  • 500 gr di zucchero semolato
  • scorza si un limone

Preparazione:

  1. Lessare le mandorle passarle nell’acqua fredda e scolarle.
  2. Sbucciarle e tostarle.
  3. In una casseruola unire le mandorle con lo zucchero e farle cuocere girando di continuo senza fermarvi fino a  quando lo zucchero si fonde, unire la scorza di limone e farle scurire.
  4. Oleare un piano di marmo, oppure un foglio di carta forno e versarci sopra l’impasto caldo livellare bene.
  5. Lasciare raffreddare e poi tagliare a pezzetti.

Inoltre ci sono varianti diverse del croccante ci sono alcune varianti alle quali si unisce il miele oppure un poco di acqua e limone, addirittura con pochissime varianti si possono fare i “Sassi D’Abruzzo“, che abbiamo trattato qualche mesetto fa, infatti li adoro e li preparo appena posso e soprattutto quando le mandorle costano poco.

Ho visto che esistono anche delle varianti con il sesamo ma non ho idea se è una ricetta della mia regione, infatti mi sto informando perché mi piace scoprire studiare e cercare nuovi stimoli, anche nella cucina marchigiana! Ma ci credete che ho vissuto 5 anni ad Ascoli ed oltre alle olive ascolane il fritto misto e la cacciannanze non ho mai sperimentato altro? Anzi la cacciannanze non l’ho mai preparata ma mi rifarò nei giorni successivi. Mi piacerebbe rimanere in questa mia seconda casa, ormai la mia seconda città dopo Pescara, anche se in realtà vivo a Chieti, ma il primo amore le proprie origini non si scordano mai! Anche se pure Chieti è molto bella, e non perdetevi la processione del venerdì santo, vengono pellegrini da tutto il mondo è una delle processioni più suggestive ed antiche d’Italia, ma lo sapete che Chieti è la città più antica d’Italia! si pensa anche più antica di Roma, Teate e si piccola Teate ma tanto bellina! 

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

6 Risposte a “Croccante di mandorle ricetta abruzzese”

  1. buona! la faccio anche io così! ahimè quanto è calorica 😀 p.s. si puoi 🙂 la farina di riso è leggera, puoi unirla a quella integrale tranquillamente, la mia è una versione senza glutine 🙂 ciaoo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.