Gnocchi di patate al nero di seppia

gnocchi di patate al nero di seppia

Gnocchi di patate al nero di seppia un primo piatto gustoso ed originale. Si sail giovedì è dedicato agli gnocchi…. oggi però visto che è iniziata stagione delle seppie, ho deciso di preparare un primo piatto condito con il sugo realizzato con le sacche del nero di questo prelibato mollusco, la seppia. Questa volta al posto della pasta fresca ho deciso di preparare gli gnocchi conditi con il sugo al nero di seppia. Sono una vera prelibatezza, e veloci da preparare. Se fatti in casa poi, hanno un sapore diverso. Se vi piace la seppia e il suo gustoso sugo, provateli anche voi.
Vi lascio la ricetta di come preparare gli gnocchi a casa, se andate di fretta potete comprarli già pronti. Per il sugo al nero di seppia, utilizzate le sacche della seppia o le bustine già pronte.

gnocchi di patate al nero di seppie
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura6 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare gli gnocchi

  • 250 gPatate
  • 100 gFarina di grano duro
  • 1Uovo
  • q.b.Sale

Sugo al nero di seppie

  • 1Seppia
  • 1Sacca di nero di seppie
  • 1Cipolla o cipollotto
  • 1 ciuffoPrezzemolo
  • q.b.Concentrato di pomodoro
  • Mezzo bicchiereVino bianco secco

Strumenti per la preparazione degli gnocchi

  • 1 Schiacciapatate
  • 1 Forchetta
  • 1 Spianatoia
  • 1 Casseruola
  • 1 Scolapasta
  • 1 Pirofila

come preparare gli gnocchi al nero di seppie

  1. Fate bollire le patate con la buccia fino a quando riuscite a perforarle facilmente con una forchetta (ca. 20-25 minuti a seconda della dimensione). Scolatele e pelatele.

  2. Schiacciate le patate con l’apposito strumento da cucina, lo schiacciapatate. Se non ce l’avete schiacciatele con l’aiuto  di una forchetta

    Nel fare questa operazione dovete essere abbastanza veloci, non bisogna fare raffreddare troppo la purea di patate che va  lavorata  finchè è calda.

  3. Fate una fontana con la farina sulla vostra spianatoia e versateci al centro un uovo sbattuto, il sale, e le patate.

    Impastate tutto e, se trovate che la pasta incolli troppo, aggiungete un pochino di farina.

    Infarinate il piano di lavoro, fate dei vermicelli con l’impasto e utilizzando un coltello fatene degli gnocchi.

  4. Ora dedicatevi a preparare il sugo al nero di seppia.

  5. Tritate lo scalogno finemente e fatelo rosolare con 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva.

    Mettete anche uno spicchio d’aglio che poi eliminerete.

    Unite la seppia tagliata a listarelle, fatela rosolare e sfumatela con il vino.

  6. Aggiungete il concentrato, solo quando la parte alcolica del vino sarà evaporata. Unite la sacca del nero e coprite con acqua o meglio ancora con del brodo vegetale. Mettete un coperchio e fate cuocere a fiamma moderata. Salate; spolverate di prezzemolo tritato finemente.

  7. Lessate gli gnocchi in acqua bollente salata e conditeli con il sugo al nero di seppie ancora caldo.

  8. Servite gli gnocchi di patate al nero di seppia ben caldi, dopo averli spolverizzati con un po’ di prezzemolo tritato

  9. Buon appetito, Barbara.

    Non perdetemi di vista e seguitemi sulla mia pagina Facebook QUI ,per rimanere sempre aggiornati.

Consigli

Per potere cuocere tutti gli gnocchi (un po’ alla volta naturalmente) e condirli in un secondo tempo, uso un trucchetto: li lesso e, quando vengono a galla, li metto in una boule con dell’acqua ghiacciata…si ferma la cottura e non si attaccano più uno con l’altro.

Li scolo e li metto in una teglia irrorandoli di olio d’oliva extravergine.

Gli gnocchi se li preparate in casa si possono anche preparare il giorno prima e conservarli in frigo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.