Crea sito

Sarde a beccafico alla palermitana

Le sarde a beccafico sono un antico piatto siciliano da considersi forse il primo finger food della storia, vengono serviti come antipasto ma anche come secondo e la nascita di questo piatto é veramente curiosa. Pensate che nasce come imitazione di un piatto aristocratico. I beccafichi ripieni infatti erano il bottino di caccia dei nobili siciliani. Cosi qualcuno pensó bene di sostituire ai volatili le sarde, molto piú accessibili ai poveri. Si tratta di sarde arrotolate su se stesse e ripiene di pangrattato condito con pinoli, uvetta e aglio. Il tutto condito con succo di limone o arancia e cotto al forno. Oltre alle sarde a beccafico alla palermitana ne esiste una versione catanese, fritta e farcita con caciocavallo. Ma adesso vediamo come si preparano le sarde a beccafico alla palermitana nella ricetta che segue.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6-8 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 500 g Sarde (fresche)
  • 100 g Pangrattato
  • 3-4 cucchiai Olio di oliva
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 pizzico Sale
  • 1 pizzico Pepe
  • 30 g Uvetta
  • 30 g Pinoli
  • 1 Succo di limone
  • 1 Arance
  • q.b. Alloro
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • 1 pizzico Zucchero

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione delle sarde a beccafico, pulendo le sarde: togliete la testa, desquamate, togliete le interiora e la spina dorsale. Quindi aprite le sarde a libro. Ora versate il pangrattato in padella e lasciatelo tostare per qualche minuto. Versate ora il pangrattato in una ciotola e unite aglio e prezzemolo tritato, sale, pepe, l’uvetta che dovrá essere messa a mollo precedentemente e poi strizzata, e i pinoli tagliati a pezzetti. Unite infine l’olio e mescolate il tutto finché non otterrete un impasto compatto, se serve unite un altro cucchiaio d’olio.

  2. Ora versate il ripieno su ogni sarda e arrotolatela su se stessa. Mettete gli involtini uno accanto all’altra dentro una pirofila e alternate con delle foglie di alloro. Preparate ora un emulsione con succo di arancia, succo di limone un pizzico di  zucchero e un filo d’olio e irrorate le sarde a beccafico. Ora infornate in forno caldo a 180° per circa 15-20 minuti e servite completamente fredde.

Note

Come tutte le ricette tradizionali esistono diverse versioni di sarde a beccafico, che variano da zona a zona. C’é chi usa un cipollotto al posto dell’aglio e chi irrora ulteriormente le sarde con succo di limone e arancia e un pizzico di zucchero dopo la cottura per dare un tocco profumato e dolce alle sarde.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.