Marmellata di kumquat (mandarini cinesi)

Marmellata di kumquat (mandarini cinesi)

A volte basta davvero poco per essere felici, come iniziare la giornata con una lenta colazione. Una fetta di pane fatto in casa con un velo di marmellata di kumquat preparata con i frutti del proprio albero e una tazza di caffè bollente.

La marmellata fatta in casa è una delle cose più buone al mondo, è genuina e preparata con i migliori frutti appena raccolti dall’albero. Non tutti hanno la fortuna di avere un giardino come quello di mia nonna ma sono sicuro che ognuno ha un fruttivendolo o un contadino di fiducia a cui poter chiedere la miglior frutta non trattata.

La nonna ha due alberi da frutto che il nonno comprò negli anni ’70! Quest’anno hanno maturato in anticipo e la raccolta è stata anticipata di qualche settimana.

Vi presento quindi la marmellata di kumquat -o mandarini cinesi come li chiama nonna- un agrume davvero particolare poiché si mangia con tutta la buccia che è spessa e dolce, al contrario della polpa che è più acidula. 

Un contrasto meraviglioso che vi farà innamorare di questi piccoli frutti ovali! 

La consistenza di questa marmellata è qualcosa di unico, come vi dicevo si mangia tutto di questo frutto, semini a parte ovviamente. Dovrete avere la pazienza di eliminarli tutti ma ne vale la pena! La marmellata è densa e gelatinosa ed è ottima per colazione e come antipasto da accompagnare con formaggi.

Prima di lasciarvi alla ricetta vi ricordo di seguirmi su Instagram e anche su Facebook. Grazie a tutti!

Potrebbe anche interessare: “marmellata” di cipolle rosse di Tropea

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:40 minuti
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Kumquat (mandarini cinesi) 1 kg
  • Zucchero (semolato) 800 g
  • Scorza di limone 1/2
  • Succo di limone 1/2

Preparazione

  1. Per preparare la marmellata di kumquat iniziate a lavare i mandarini, poi metteteli in una ciotola che andrete a riempire con acqua fredda. Lasciate i mandarini in ammollo per almeno due ore.

  2. Scolateli e tagliateli a metà (o a rondelle) per eliminare tutti i semini. Trasferite i mandarini cinesi in una casseruola dal fondo spesso. Fateli cuocere per 10 minuti a fuoco dolce mescolando spesso. 

  3. A questo punto aggiungete lo zucchero, la scorza e il succo di mezzo limone (per una versione più dolce sostituite con l’arancia). Mescolate bene, poi cuocete la marmellata a fuoco dolce per 30 minuti circa, mescolate spesso per non fare attaccare.

  4. Fate la prova del piattino (mettete un cucchiaino di marmellata su un piattino e inclinatelo: se il composto scivola a fatica è pronto).

  5. Una volta pronta, versate la marmellata di kumquat nei vasetti sterilizzati. Vai alla guida su come sterilizzare i vasetti e i tappi. Leggetela con attenzione, la sanificazione è una fase semplice ma molto importante per la salute e la sicurezza. 

  6. Chiudete bene il tappo, capovolgete e fate raffreddare completamente.

    Io, oltre alla sanificazione dei vasetti prima di fare la marmellata, eseguo un’ulteriore sanificazione a barattoli pieni e chiusi, seguendo essenzialmente la stessa procedura di prima. Una è sufficiente!

NOTE

  1. Marmellata di kumquat (mandarini cinesi)
    • La nonna preparava la marmellata di kumquat con queste dosi: 1 kg di mandarini, 1 kg di zucchero. A voi la scelta!
    • Per una versione più rustica sostituite lo zucchero semolato con lo zucchero di canna.
    • Per una consistenza meno rustica e più omogenea: non appena il composto diventa gelatinoso frullate la marmellata con un frullatore ad immersione.

Seguimi sui Social

Fatemi sapere se vi è piaciuta questa ricetta! Seguitemi sulla mia pagina Facebook e sul mio profilo Instagram. Vi aspetto! Daniele.

Torna alla home

Precedente The Grand Blogger Dinner Milano 2018 Successivo Coniglio alla Ligure in casseruola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.