Muffins alle mele e cannella senza lattosio

I muffins alle mele sono dei dolcetti ottimi sia a colazione che a merenda. Rimangono morbidi per diversi giorni per via della frutta in essi contenuta, consigliati per chi è intollerante al lattosio e per chi gradisce dolci con poche calorie. Che ne dite di coinvolgere i vostri bambini nella preparazione? Si divertiranno un mondo…a patto che vi aiutino anche a pulire, adesso preparate insieme i super golosi muffins alle mele e buon divertimento!!

 

Muffins alle mele e cannella senza lattosio

Ingredienti:-

  • 3 uova biologiche a temperatura ambiente
  • 250 grammi di farina biologica 00
  • 150 grammi di zucchero
  • 1 bicchiere scarso di olio di semi di girasole oppure di mais
  • Mezzo bicchiere di plastica di acqua
  • 3 mele a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Zucchero al velo per la superfice
  • Il succo di mezzo limone

Procedimento:-

  • Lavate le mele con acqua e bicarbonato sbucciatele e tagliatele a pezzettini, irrorateli con il succo del limone e mescolate, così facendo si eviterà che si anneriscano.
  • Mettete le tre uova in una ciotola dai bordi alti e sbattete con le fruste elettriche qualche minuto, poi aggiungete lo zucchero un po per volta, unite l’olio e l’acqua e mescolate con la frusta a mano.
  • Infine setacciate la farina con il lievito unite la cannella e aggiungeteli all’impasto dei nostri muffins alle mele. Unite i pezzettini di mele e amalgamate bene il tutto.
  • Mettete dei pirottini dentro gli stampi da muffins oppure in quelli di alluminio usa e getta, riempiteli ma non fino all’orlo e cuoceteli in forno statico a 180 gradi per 30 minuti circa.
  • Quando saranno cotti e freddi cospargeteli con zucchero al velo.

Consigli:-

  • Se possedete il macina caffè vi basterà metterci lo zucchero semolato e in men che non si dica otterrete lo zucchero al velo! Grazie e alla prossima.

Precedente Filetti di pesce con salsa al limone e curcuma Successivo Riso freddo nel vasetto, idea furba

Lascia un commento