AMATRICIANA

AMATRICIANA


Il sugo alla AMATRICIANA è un condimento tipico della cucina romana la cui ricetta ha sempre causato forti discussioni per la sua diversa interpretazione nelle proporzioni e nell’uso degli ingredienti che la compongono.

Dallo spessore delle listarelle di guanciale, al modo di soffriggerlo, all’utilizzo o meno del vino bianco per sfumarlo, per arrivare poi all’impiego di un soffritto iniziale di cipolla fino e perfino alla scelta del formato di pasta.

Presentare quindi la ricetta della pasta all’amatriciana non è una questione così semplice, soprattutto se si posta una foto con degli spaghetti….!

Si lo so avrei dovuto utilizzare solo e solamente i bucatini ma in famiglia preferiamo gli spaghetti, e poi secondo me quello che conta è che il sugo sia fatto a regola d’arte, o no?

Vabbè chiedo scusa a tutti i romani, ma sono certa che è un peccato veniale.

Detto ciò oggi cucineremo, formato della pasta a parte, una AMATRICIANA classica preparata con pomodori pelati, guanciale a listarelle, un pecorino delicato e non troppo salato e vino bianco secco per completare.

AMATRICIANA

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 PERSONE
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
417,14 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 417,14 (Kcal)
  • Carboidrati 37,65 (g) di cui Zuccheri 3,91 (g)
  • Proteine 24,45 (g)
  • Grassi 18,54 (g) di cui saturi 7,16 (g)di cui insaturi 2,96 (g)
  • Fibre 4,49 (g)
  • Sodio 2.596,51 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 200 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 320 gpasta (bucatini, spaghetti, altri formati)
  • pomodori pelati (400 g)
  • guancia di maiale (150 g)
  • pecorino romano (100 g grattugiato )
  • sale (q.b.)
  • pepe nero in grani (macinato q.b.)

Preparazione

STEP 1

  1. Innanzitutto prendete il guanciale, eliminate la cotenna e tagliatelo a fette spesse circa 1 cm, successivamente riducete le fette a listarelle (circa ½ cm).

    Mettete una padella antiaderente sul fuoco, fatela scaldate e, quando sarà ben calda senza aggiungere olio, mettete a cuocere il guanciale.

STEP 2

  1. Fatelo rosolare nel suo grasso fino a che diventerà trasparente ed il suo grasso si sarà sciolto.

    Sfumate con il vino bianco ed alzate la fiamma per farlo evaporare.

    A questo punto scolate dal grasso di cottura il guanciale e trasferitelo in un piatto.

STEP 3

  1. Versate nella stessa padella con il fondo di cottura del guanciale i pomodori pelati tagliati a pezzetti e proseguite la cottura per circa 10 minuti.

    Assaggiate, regolate di sale ed unite le listarelle di guanciale precedentemente messe da parte.

    Amalgamate bene e cuocete ancora 1-2 minuti.

  1. Nel frattempo avrete messo a cuocere la pasta.

    Scolatela leggermente al dente e successivamente versatela nella padella con il sugo.

STEP 4

  1. Saltate velocemente la pasta per farla amalgamare bene al condimento.

    Se richiedesse ancora qualche minuto di cottura ed il fondo fosse troppo asciutto proseguite aggiungendo poca acqua di cottura della pasta.

    Per finire spolverizzate con abbondante pecorino grattugiato, macinate un pochino di pepe nero se di vostro gradimento e date un’ultima mescolata.

CONSERVAZIONE

La pasta alla Amatriciana andrebbe consumata subito. Si può invece conservare il sugo in un contenitore ermetico in frigorifero per 2/3 giorni ed ugualmente può essere surgelato.

CONSIGLI e VARIANTI

Diciamo che in realtà le varianti a questa ricetta non sarebbero ammesse … l’unica digressione sul tema a mio parere può essere fatta sul formato di pasta: in primis sicuramente i bucatini, a seguire gli spaghetti, sono permessi altri tipi di pasta se preferiti.

C’è poi chi utilizza nel soffritto l’aglio o la cipolla oppure evita di sfumare con il vino, o ancora chi utilizza i pomodori freschi al posto dei pelati, non voglio prendere in considerazione chi sostituisce al guanciale la pancetta ma in conclusione sentitevi liberi di scegliete la vostra versione preferita!

Segui A Tavola con Tea su Instagram https://www.instagram.com/atavolacontea_

Forse potrebbero interessarti anche queste ricette di primi piatti veloci e saporiti

1 – PASTA CON CIME DI RAPA: primo piatto veloce

2 – PASTA PASTICCIATA AL FORNO ricetta semplice e golosa

3 – SUGO con POMODORINI freschi BASILICO e bruschetta

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.