Crea sito

snack

Sandwich ghiotto

Sandwich ghiotto
Sandwich ghiotto

Sandwich ghiotto

Un sandwich goloso, perfetto da gustare in ufficio per pranzo o a cena, quando si vuole mangiare davanti a un bel film o una serie TV, o addirittura da mangiare per un pranzo al mare (in quest’ultimo caso, conservate il panino nella borsa frigo altrimenti lo yogurt greco andrà a male).

Questo sandwich si può realizzare anche in versione mini, creano dei perfetti e simpatici finger food per i vostri aperitivi.

Che ne pensate?

Io adoro cenare seduta sul divano guardando una serie tv, preparandomi una sorta di “tavolino” improvvisato con un piatto di sandwich e una bella Coca Cola (o una birretta fresca)… 😉😉

Io ho farcito il sandwich con yogurt greco, salmone e olive, ma voi potete aggiungere altri ingredienti come fette di pomodoro, cetrioli a rondelle, zucchine grigliate, sottaceti, ecc.

Vi consiglio caldamente di non usare il pan carrè “bianco” per il sandwich ma preferire pan carrè integrale o ai cinque cereali, tanto per dare più sapore al vostro panino.

Se siete in cerca di altri ingredienti per il vostro sandwich, potete provare la ricetta descritta nel seguente link sandwich tonno, lattuga, pomodoro https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/sandwich-tonno-lattuga-pomodoro/

 

Ingredienti per 1 sandwich:

2 fette di pan carré integrale

2 cucchiai di yogurt greco (o formaggio spalmabile/ricotta/robiola, in base alle vostre preferenze)

erba cipollina q.b.

2 fette di salmone affumicato

una manciata di olive verdi denocciolate

 

 

Procedimento:

In una ciotola, unire lo yogurt greco con una spolverata di erba cipollina e mescolare bene.

Sciacquare le olive verdi denocciolate sotto acqua corrente e tagliarle a rondelle.

Creare il vostro sandwich spalmando su una fetta di pan carré uno strato di yogurt greco, olive, poi le fette di salmone, altre olive e infine la fetta di pan carré.

Gustate il sandwich davanti a un film, accompagnato da una birra fresca o da un calice di vino bianco.

 

 

Torta zucchine e provola

Torta zucchine e provola
Torta zucchine e provola

Torta zucchine e provola

Una ricetta per una torta salata perfetta da servire ai vostri amici come antipasto finger food: due dischi di pasta sfoglia che racchiudono un ripieno di zucchine, provola, uova e parmigiano  grattugiato… Una vera delizia!
Io ho usato la provola affumicata ma può essere sostituita  tranquillamente con mozzarella fiordilatte, ricotta, caciotta, formaggio galbanino, ecc.

Ingredienti:

2 dischi di pasta sfoglia (io ho usato la pasta sfoglia Buitoni)
4 zucchine
200 gr di provola
2 uova
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva q.b.
parmigiano grattugiato q.b.
sale, pepe

Procedimento:

Lavare e tagliare le zucchine a cubetti.
In una padella, rosolare uno spicchio d’aglio con un filo di olio extravergine di oliva.
Quando l’aglio comincerà a sfrigolare, aggiungere le zucchine e cuocere per una decina di minuti, fino a farle appassire leggermente.
Una volta cotte, spegnere il gas e trasferire le zucchine in un piatto.
Nel frattempo, preriscaldare il forno a 200 gradi e rivestire una teglia tonda di carta forno.
Adagiare uno dei dischi di pasta sfoglia all’interno della teglia, cercando di far aderire bene i bordi della sfoglia al bordo della teglia.
Bucare la superficie della sfoglia con i rebbi di una forchetta.
Tagliare la provola a cubetti.
Rompere le uova in un piatto e sbatterle con una forchetta.
Aggiungere alla uova sbattute due cucchiai di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e una spolverata di pepe nero, quindi mescolare.
In una ciotola, unire le uova sbattute, la provola a cubetti e le zucchine, mescolando per amalgamare bene gli ingredienti.
Trasferire il composto ottenuto nella teglia con la pasta sfoglia.
Ricoprire con il secondo disco di pasta sfoglia, sigillando bene i bordi e praticando dei forellini sulla superficie della torta rustica con i rebbi di una forchetta.
Cuocere la torta rustica in forno caldo a 180 gradi per 25-30 minuti, fino a doratura della superficie.
Servire la Torta zucchine e provola tiepida, intera o tagliata a fette.

Hot dog

Hot dog
Hot dog

HOT DOG

L’hot dog è il panino americano più famoso al mondo, a base di wurstel, e farcito con ketchup, senape, maionese e, a volte, insalata fresca o patatine fritte.
Il termine “hot dog” fu inventato nel XIX secolo da un venditore allo stadio che, per incrementare le vendite i suoi wurstel, disse che essi non erano altro che salsicce di cane, e dunque “hot dog”.
Quando ero adolescente, con il mio fidanzatino di allora andavamo in centro il sabato pomeriggio e, la nostra merenda comprendeva un hot dog preparato da una rosticceria sul Corso, oppure un calzone al prosciutto cotto preparato da una storica pizzeria vicina al liceo classico della nostra città; come cambiano le cose, gli anni passano, si cresce e si cambia abitudini. Ora non penserei mai a fare merenda in centro con un hot dog o un calzone! Adesso solo happy hour o merende cioccolatose 😉

Gli hot dog sono una delle mie cene preferite: adoro mangiarli davanti alla tv, dopo un allenamento in palestra, conditi con tutte le salse che ho a disposizione… Mmm che bontà!!

In questa ricetta ho usato un wurstel di suino, ma vanno bene anche quelli di pollo e tacchino, oppure quelli vegetali, insomma, ciò che avete a disposizione!!

INGREDIENTI:

1 panino per hot dog

1 wurstel grande

Insalata fresca q.b.

Salse varie q.b. (es. senape, ketchup, maionese)

PROCEDIMENTO:

Tagliare il panino e il wurstel a metà, per il senso della lunghezza.

Inserire il wurstel nel panino e cuocere il tutto al microonde alla max potenza, funzione combi grill, per 3-4 minuti (in mancanza del microonde, potete cuocere gli hot dog nel forno tradizionale oppure cuocere solamente il wurstel su una bistecchiera e mangiare il panino freddo).

Nel frattempo, lavare e tagliare l’insalata.

Sfornare l’Hot dog e farcirlo con l’insalatina e abbondanti dosi di salsa ketchup, maionese e senape.

Buon appetito!

Biscotti di Eva

Biscotti di Eva
Biscotti di Eva

Biscotti di Eva

 

Questi biscotti devono il loro nome all’amica di mia nonna che mi ha dato la ricetta, la signora Eva, una donna simpaticissima e soprattutto una grande massaia! Con le sue mani d’oro prepara di tutto: biscotti, supplì, torte, pizze, lasagne, un autentico portento! La ricetta di questi biscotti è molto semplice, pochi ingredienti ma tanto gusto! Li facciamo insieme?

 

 

Ingredienti:

60 gr di farina 00

30 gr di burro a temperatura ambiente

25 gr di zucchero (io ho usato il dolcificante Stevia per renderli più leggeri)

40 gr di mandorle tostate e tritate

La scorza grattugiata di un limone

1 vasetto di yogurt da 125 ml (io ho usato lo yogurt bianco ma va bene anche lo yogurt alla frutta o, addirittura, lo yogurt greco)

Un cucchiaino di anice stellato

Un cucchiaino di cannella in polvere

Un cucchiaino di zenzero in polvere

Un pizzico di sale

 

 

Procedimento:

Grattugiare la scorza di un limone e metterla da parte.

In una ciotola sbattere il burro con lo zucchero (o il dolcificante) per ottenere un composto cremoso (potete usare una forchetta o una frusta da cucina manuale).

Aggiungere la farina setacciata, le mandorle tritate, un pizzico di sale e mescolare.

Aggiungere la scorza grattugiata del limone e continuare a mescolare.

Aggiungere anche il vasetto di yogurt e mescolare.

Infine, aggiungere al composto un cucchiaino di cannella, uno di zenzero e uno di anice stellato e continuare a mescolare.

Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una teglia di carta forno.

Distribuire il composto a cucchiaiate sulla teglia, formando dei bastoncini di media dimensioni (non troppo sottili e non troppo consistenti) e far cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 15-20 minuti, finché i biscotti non saranno dorati.

Far raffreddare i biscotti su una gratella a temperatura ambiente.

Servire i Biscotti di Eva accompagnati da una tazza di the e conservarli per 2-3 giorni in un contenitore ermetico.

Chocolate crinkles

Chocolate crinkles
Chocolate crinkles

Chocolate crinkles

I chocolate crinkles sono dei morbidi biscotti al cioccolato a base di uova, farina, olio di semi, e cacao amaro in polvere, che si realizzano facilmente e sono adatti da sgranocchiare durante un film oppure da servire agli amici insieme al caffè o al the.

Se volete rendere unici i vostri biscottini, vi consiglio di aggiungere frutta secca tritata (es. noci, mandorle) nell’impasto, oppure delle gocce di cioccolato bianco o fondente, in base alle vostre preferenze.

Potete conservare questi biscotti in un contenitore ermetico per 4-5 giorni ma, fidatevi: finiranno prima!!!

 

Ingredienti per 20-25 biscotti:
45 gr di cacao amaro in polvere
150 gr di zucchero di canna (o semolato, in base ai vostri gusti)
50 gr di olio di semi
2 uova
1 bustina di vanillina (o una fialetta di aroma alla vaniglia)
125 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
60 gr di zucchero a velo
Un pizzico di sale

 

Procedimento:
In una ciotola, unire il cacao amaro in polvere, lo zucchero di canna e l’olio di semi fino ad ottenere un’impasto granuloso.
Aggiungere poi le uova e la vanillina, continuando a mescolare.
In un’altra ciotola, mescolare la farina, il lievito in polvere per dolci e il sale.
Unire il composto di farina, lievito e sale al composto di cacao e lavorare delicatamente per amalgamare il tutto, ma senza mescolare troppo.
Coprire l’impasto con pellicola di plastica e metterlo in frigorifero a riposare per almeno 4 ore.
Scaldare il forno a 180 gradi.
Rivestire una teglia di carta forno.
In un piatto fondo versare lo zucchero a velo.
Con l’impasto ottenuto, formare tante palline e passare ognuna nello zucchero a velo, per ricoprirle totalmente.
Adagiare le palline sulla teglia rivestita e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 8-9 minuti.
Sfornare non appena cominceranno a formarsi le prime “crepe” sulla superficie e trasferire i biscotti su una gratella per farli raffreddare. Prima di servire, spolverare con lo zucchero a velo.

Tarte tatin

Tarte tatin
Tarte tatin

Tarte tatin

La tarte tatin è una torta francese a base di mele caramellate. La leggenda narra che la ricetta sia nata per caso, nel ristorante delle sorelle Tatin: una delle sorelle, mentre preparava una torta di mele, dimenticò di porre la pasta brisé al di sotto della torta facendo così caramellare le mele nel burro e nello zucchero. Per cercare di rimediare, la sorella pose allora la pasta brisé al di sopra delle mele caramellate e capovolse tutto in un piatto, ottenendo un risultato strepitoso, il cui risultato è apprezzato ancor oggi e noto come la “Tarte Tatin”. Una ricetta facile, economica, adatta a merenda accompagnata da una tazza di the, o come dessert da servire ai vostri ospiti; un dolce morbido, dolce e fragrante che vi farà fare un figurone, successo assicurato!

 

 

Ingredienti per la pasta brisé:

250 gr di farina

125 gr di burro

1 cucchiaio di zucchero

1 uovo

1 pizzico di sale

2 cucchiai di acqua

Ingredienti per il ripieno:

4 mele grandi

120 gr di zucchero

80 gr di burro

 

 

Procedimento:

Cominciare preparando la pasta brisé.

In una ciotola mescolare la farina, lo zucchero e un pizzico di sale.

Aggiungere le uova, il burro e l’acqua, e mescolare bene per ottenere un impasto morbido ed elastico.

Creare una palla con l’impasto ottenuto, avvolgerla nella pellicola e farla riposare in frigorifero per 30 minuti.

Nel frattempo, lavare, sbucciare e tagliare le mele.

In una padella, sciogliere il burro con lo zucchero per ottenere un caramello.

Unire le mele e farle caramellare.

Ungere una teglia con una noce di burro e preriscaldare il forno a 180 gradi.

Quando le mele saranno cotte, versarle nella teglia.

Dopo 30 minuti, stendere la pasta brisé sulla spianatoia con l’aiuto di un mattarello e poi appoggiarla sulle mele sparse nella teglia, ripiegando la pasta in eccesso dei bordi all’interno.

Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti.

Sfornare, capovolgere e far raffreddare prima di servire.

Blondies

Blondies
Blondies

Blondies

I blondies sono dei dolcetti americani a base di burro, zucchero, farina, lievito (non previsto nella ricetta originaria), cioccolato e frutti rossi secchi, una sorta di versione “bianca” del mitico brownies (con il cacao o il cioccolato fondente al posto del cioccolato bianco usato nei blondies).
La ricetta che vi propongo è del celebre chef Gordon Ramsey, un asso ai fornelli, soprattutto se si tratta di dolci. Si tratta di una ricetta semplice e veloce, ideale per realizzare dei gustosi quadrotti dolci da gustare a merenda (magari accompagnati da una tazza di the) o dopo cena davanti un film o una serie TV.

 

 

Ingredienti:
280 gr di farina 00
1 bustina di lievito in polvere per dolci
230 gr di burro
340 gr di zucchero di canna (o semolato, in base ai vostri gusti)
1 pizzico di sale
2 uova
1 bustina di vanillina (o una fialetta di aroma alla vaniglia)
200 gr di cioccolato bianco (io ho usato una tavoletta tritata con il coltello)
30 gr di mirtilli rossi secchi

 

 

Procedimento:
In un pentolino, sciogliere il burro con lo zucchero di canna, un pizzico di sale, e la bustina di vanillina.
Quando il burro sarà sciolto, spegnere il fuoco e versare il composto in una ciotola per farlo intiepidire.
Unire quindi nella ciotola le uova, la farina setacciata, il lievito in polvere per dolci e mescolare bene (aiutatevi con una frusta da cucina).
Tritare le due tavolette di cioccolato bianco con un coltello da cucina.
Aggiungere al composto il cioccolato bianco e i mirtilli rossi e mescolare per amalgamare gli ingredienti.
Rivestire una teglia quadrata di carta forno e preriscaldare il forno a 180 gradi.
Versare il composto nella teglia rivestita e cuocere per 40 minuti.
A fine cottura, sfornare il dolce, adagiarlo su un piatto e lasciarlo intiepidire.
Una volta tiepido, tagliare il blondies a quadrotti e servire aggiungendo, a vostra discrezione, una spolverata di zucchero a velo.

1 2