Crea sito

Riso al salto, ricetta originale

Il riso al salto è un piatto della tradizione lombarda, se a Roma hanno inventato i supplì per utilizzare il riso avanzato, al nord hanno pensato bene di trasformare il risotto allo zafferano in questa prelibatezza.

E’ così buono che spesso preparo il riso allo zafferano solo per preparare un buon riso al salto, ecco i trucchi i consigli e le dritte per farlo a casa perfettamente!

riso al salto croccante e profumato
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone:

Strumenti:

  • 1 Spatola di silicone
  • 1 Padella antiaderente da 18 cm

Preparazione

Per realizzare un buon risotto allo zafferano puoi seguire le indicazioni che trovi qui, attenzione però a lasciare il risotto asciutto e non all’onda, evita quindi di mantecarlo con il burro.
Lascia riposare il riso allo zafferano, aggiungi il formaggio e mettilo a riposare in un contenitore che metterai a raffreddare in frigorifero per qualche ora (meglio se fino al giorno dopo).
  1. Metti la padella sul fuoco a fiamma medio alto con metà burro, quando si è sciolto e inizia a sfrigolare aggiungi metà del riso.

    Per un risultato migliore la padella deve avere un bordo alto e del diametro che vuoi dare al riso al salto.

  2. Adesso ti devi armare di santa pazienza e aspettare, questo è il vero segreto del riso al salto. All’inizio il riso rilancerà l’acqua al suo interno e quindi ti sembrerà che il burro aumenti di volume quasi a circondare il riso.

    Non ti preoccupare, lascia la fiamma vivace e continua a far cuore il riso, vedrai che l’acqua inizia a ridursi e il riso ad asciugarsi.

  3. Dopo circa 5 minuti sentirai un profumino tostato quasi dolce, ecco il primo lato del riso al salto è quasi pronto! Controlla che sia dorato e si sia formata la crosticina (circa 7 minuti) e preparatevi a girare il riso al salto.

  4. Ecco la parte più difficile di tutto il procedimento, dobbiamo girare il riso al salto, hai 3 opzioni:

    – se sei temerario puoi girarlo al volo come una crepes… ma te lo sconsiglio

    – se sei bravo con la frittata puoi usare un piatto come coperchio della padella e usarlo per capovolgere il riso al salto, in questo caso utilizza un piatto molto piano, sarà più semplice farlo aderire alla padella senza rompere il riso al salto

    – se avete cotto bene il riso al salto la crosticina dovrebbe essere così dura da permettervi di farlo scivolare sul piato piano. A questo punto mettete la padella sopra a mo’ di coperchio e capovolgete velocemente

  5. Le prime volte ti si potrebbe rompere il riso al salto, non ti preoccupare, con la cottura del secondo lato hai la possibilità di ricompattare eventuali parti che si sono rotte.

    Fai cuocere come il primo lato (5-7 minuti) così che il riso si asciughi anche dall’altro lato e si formi la crosticina.

  6. Per controllare se la cottura è ultimata alza leggermente il riso al salto e controlla la doratura.

    Ripeti la stessa operazione anche per il resto del riso allo zafferano.

  7. Se devi preparare molte porzioni puoi cuocere in padella tutte le porzioni. Per servire il riso al salto croccante puoi scaldarle il forno a 150° e cuocere le porzioni per 5 minuti.

    Il tuo riso al salto è pronto!

  8. riso al salto profumato allo zafferano

Consigli per l’impiattamento:

Si tratta di un piatto da servire caldo e croccante in monoporzione, ogni commensale a diritto al suo riso croccante. Non aggiungo altro perché è già condito e saporito con il formaggio e la frittura nel burro.

Quale vino abbinare:

Un vino bianco aromatico e dal sapore salito che possa esaltare il gusto del cavolo cappuccio rosso, come ad esempio il Müller Thurgau dell’alto Adige che unisce note di noce moscata, mela e nocciola.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento