Crea sito

Risotto alla milanese, ricetta classica

Il risotto alla milanese è un classico della cucina Lombarda e italiana. A differenza del risotto allo zafferano viene utilizzato il midollo dell’ossobuco per realizzare questo risotto. Se sei alla ricerca delle ricette dei classici della cucina Lombarda non dimenticare di leggere la ricetta della cassoeula, della cotoletta alla milanese e della crema Lodigiana.

Risotto alla milanese ricetta classica
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura16 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 gRiso Carnaroli
  • 1 lBrodo di manzo (fatto in casa è meglio)
  • 1/3 bicchiereVino bianco secco
  • 40 gParmigiano Reggiano DOP
  • 30 gMidollo (manzo o bue)
  • 25 gBurro
  • q.b.Sale

Ecco cosa ti serve:

  • Pentola da 2 lt
  • Pentola da 1 lt (per il brodo)
  • Cucchiaio (o spatola di silicone)
  • Mestolo

Procedimento:

Il modo migliore per avere un risotto alla milanese perfetto è quello di far sciogliere il midollo all’interno del risotto. Esistono vari modi per sciogliere il midollo potete scioglierlo nel soffritto all’interno del brodo amalgamarlo frullato in cottura punto il midollo è molto delicato se la fiamma è troppo alta rischia di bruciarsi invece di sciogliersi in modo più semplice per utilizzarlo nella ricetta è quello di scioglierlo all’interno del riso durante la cottura.<br><br><strong>Trucchi: </strong>Il risotto alla milanese deve avere un colore dorato intenso, ti consiglio di sciogliere lo zafferano all’interno del brodo così che il colore venga assorbito da subito durante la cottura. Consigli per valorizzare il risotto alla milanese è quello di utilizzare qualche pistillo di zafferano per decorare il piatto, lo zafferano è una spezia molto gustosa nei passeranno veramente pochi Per donare profumo e sapore Alla vostra ricetta.

  1. risotto alla milanese all'onda

  2. Tosta il riso che utilizzerai per il risotto, esistono varie scuole di pensiero, io preferisco tostare il riso a secco senza burro o olio. Metti la pentola sul fuoco a fiamma alta per 1 minuto, quando è calda aggiungi il riso e fallo tostare a fiamma media. 

    Per evitare che il riso si bruci devi saltare il riso. Se non sei pratico a saltare le pietanze in padella pasta agitare la padella per creare un vortice e far girare il riso, meno scenografico, ma ha lo stesso risultato! Il risotto è tostato quando appoggiano una mano vicino sentirete il calore del riso ( ci vogliono circa 2-3 minuti a fiamma vivace).

  3. Quando il riso è tostato sfumalo con il vino bianco aggiungendone poco alla volta e mescolando così che il riso lo assorba e possa evaporare. Lasciate sul fuoco circa 1 minuto e sfumate con il primo mestolo di brodo.

    Aggiungi il brodo fino a quando tutto il riso non sarà completamente immerso, abbassa la fiamma a media potenza e fai cuocere fino a quando non si sarà completamente assorbito.

  4. Per evitare che il riso si bruci devi saltare il riso. Se non sei pratico a saltare le pietanze in padella pasta agitare la padella per creare un vortice e far girare il riso, meno scenografico, ma ha lo stesso risultato! Il risotto è tostato quando appoggiano una mano vicino sentirete il calore del riso ( ci vogliono circa 2-3 minuti a fiamma vivace).

    Quando il riso è tostato sfumalo con il vino bianco aggiungendone poco alla volta e mescolando così che il riso lo assorba e possa evaporare. Lascia sul fuoco circa 1 minuto e sfumate con il primo mestolo di brodo.

    Aggiungi il brodo fino a quando tutto il riso non sarà completamente immerso, abbassate la fiamma a media potenza e fai cuocere fino a quando non si sarà completamente assorbito.

    Aggiungi il brodo caldo quando quello versato in precedenza si è assorbito, in questo modo il riso rilascerà l’amido che contiene e il risotto sarà cremoso e amalgamato.

  5. Dopo circa 13-16 minuti (vedi le indicazioni sula scatola) il riso sarà cotto, aggiungete il burro e il parmigiano e mantecate bene il tutto. Il risotto non deve essere asciutto, anzi ancora un pochino liquido, mescolate bene gli ingredienti così che si amalgamino alla perfezione.

    Coprite la pentola del risotto per un paio di minuti con un coperchio o un piatto così che assorba il brodo e il risultato sia perfettamente all’onda.

    Il tuo risotto alla milanese è pronto!

    Risotto alla milanese all'onda

Consigli per l’impiattamento:

Per valorizzare il risotto alla milanese è quello di utilizzare qualche pistillo di zafferano per decorare il piatto, lo zafferano è una spezia molto gustosa nei passeranno veramente pochi Per donare profumo e sapore Alla vostra ricetta.

Quale vino abbinare:

Per questo piatto ti consiglio un vino che sgrassi la componente grassa del risotto portando una nota fresca in tavola. Il risotto alla milanese sia abbina bene sia con il vino rosso che con il vino bianco, per i rossi vi consiglio un Barbera d’Asti per i bianchi un Savighnon Blanc o un vino dell’Oltrepò Pavese.

Lascia un commento