Ricetta tiramisù buono e cremoso!

Se cerchi la ricetta del tiramisù classico, quella originale e buonissima sei arrivato nel posto giusto! Esistono tantissime varianti e modifiche alla ricetta del tiramisù, io ne preparo tantissime, il tiramisù alle fragole, il tiramisù al limone, il tiramisù alla banana, il tiramisù al caramello salato, il tiramisù alle castagne… ma solo uno è l’originale!

tiramisù
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
475,41 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 475,41 (Kcal)
  • Carboidrati 47,76 (g) di cui Zuccheri 27,01 (g)
  • Proteine 12,20 (g)
  • Grassi 27,28 (g) di cui saturi 13,22 (g)di cui insaturi 3,62 (g)
  • Fibre 8,98 (g)
  • Sodio 121,34 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 125 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per 6 persone:

  • 250 gMascarpone
  • 100 gzucchero
  • 10savoiardi
  • 4uova
  • q.b.Cacao amaro in polvere
  • 2 tazzecaffè

Ecco cosa vi serve:

  • 1 Sbattitore
  • 2 Ciotole da 20 cm
  • 1 Spatola in silicone
  • 1 Ciotola piccola
  • 1 Ciotola per immergere i savoiardi

Procedimento:

Il segreto della ricetta del tiramisù classico è il gusto della crema al mascarpone che si bilancia perfettamente con il caffè, per me il risultato non deve sapere troppo o troppo poco di caffè. Inoltre un buon tiramisù deve avere un giusto equilibrio delle consistente, il savoiardo deve essere bagnato ma non distrutto e la crema deve essere corposa e non troppo molle o areata.
  1. Per preparare la ricetta del tiramisù io parto sempre dalla crema, così ho il tempo per farla riposare in frigorifero e rassodarsi prima di servire il dolce in tavola.

  2. Metti il mascarpone, 4 tuorli e metà dello zucchero in una ciotola capiente, con l’aiuto di una frusta da pasticcere amalgamali delicatamente. Ti consiglio di partire piano all’inizio per non buttare zucchero da tutte le parti, man mano che lo zucchero si unisce al mascarpone sarà più facile da mescolare e la consistenza diventerà più cremosa.

  3. In una seconda ciotola monta a neve ferma 2 albumi (metà di quelli che hai avanzato) con la parte restante dello zucchero. Devi ottenere un composto spumoso e areato simile ad una meringa.

  4. Aggiungi l’albume montato a neve alla crema al mascarpone un cucchiaio alla volta facendo attenzione che non si sgonfi mescolandolo.

    Trucchi: il modo migliore per non sgonfiare gli albumi è aggiungere una parte del composto all’inizio e mescolarlo dall’alto verso l’alto. quando il composto è ben amalgamato ed è più facile da mescolare unite il resto degli albumi e sempre dall’alto verso l’alto amalgamate bene i due composti.

  5. Mentre la crema al mascarpone riposa in frigorifero prendi il caffè freddo e versalo in una ciotola piana così da raggiungere una profondità di 2-3 mm. ti consiglio di non andare oltre perché il rischio è di inzuppare troppo i savoiardi.

    Io immergo i savoiardi nella ciotola dal lato zuccherato perché assorbe meno caffè e poi li rigiro velocemente dall’altro lato, così sono bagnati da entrambe le parte ma non sono troppo inzuppati. Se il savoiardo si rompe o si spappola… li avete immersi troppo.

  6. A questo punto non ti resta che comporre il dolce, io parto con uno strato di savoiardi immersi nel caffè, completo con un generoso strato di crema della stessa altezza dei biscotti e completo per un’altro strato. Il tiramisù è buono se si sviluppa in altezza per cui due strati sono il minimo necessario.

    Completre il dolce con una spolverata di cacao.

    Trucchi: il tiramisù tende a bagnare il cacao rendendolo una pappetta molliccia, spolveralo sul dolce solo prima di portarlo in tavola. Inoltre attenzione alla quantità: uno strato troppo alto potrebbe dare fastidio in gola, deve essere uno strato leggero che non da fastidio mentre si mangia!.

    Il tuo tiramisù è pronto!

  7. tiramisù

Consigli per l’impiattamento:

Ti consiglio di creare dei bicchieri monoporzione, richiedono forse qualche minuto in più ma sono molto più belli da vedere. Se invece avete delle porzioni importanti potete anche optare per una bella teglia di tiramisù da portare in tavola.

Non dimenticare di leggere le versioni alternative al classico tiramisù come il tiramisù alle fragole, il tiramisù al limone, il tiramisù alla banana, il tiramisù al caramello salato, il tiramisù alle castagne.

Quale vino abbinare:

il tiramisù è difficile da abbinare ad un vino, la versione al caramello salato ancora di più vi consiglio quindi di servirlo con un buon caffè.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento