Crea sito

Zuppa inglese con pandoro o panettone

La zuppa inglese è un classico dolce della tradizione italiana con il liquore alchermes, crema pasticcera e crema pasticcera al cioccolato. La ricetta originale emiliana prevede l’utilizzo del pan di spagna ma è molto apprezzata anche la variante con i biscotti savoiardi. Oggi vediamo come realizzare la zuppa inglese sostituendo il pan di spagna e i savoiardi con il pandoro o il panettone avanzato dalle feste natalizie.

ricetta zuppa inglese alchermes pandoro panettone
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone:

  • 50 gCacao amaro in polvere
  • 2 fettePandoro (o panettone)
  • 30 gAlchermes
  • 100 gAcqua
  • 75 gZucchero

Ecco cosa vi serve:

  • 1 Pentola media da 1 lt
  • 2 Ciotole media
  • 1 Ciotola grande
  • 1 Frusta a mano
  • 1 Spatola di silicone

Preparazione

Per realizzare una zuppa inglese perfetta bisogna realizzare una buona crema pasticcera, leggi qui i miei consigli per una crema perfetta senza grumi.
  1. Una volta completata la cottura della crema pasticcera dividila in modo uniforme nelle due ciotole. La prima ciotola sarà la crema pasticcera che utilizzeremo per lo strato chiaro, mettila in frigorifero coperta con della pellicola per alimenti per farla raffreddare evitando che si formi una crosticina superficiale.

    crema pasticcera senza grumi

  2. Prendi la crema pasticcera contenuta nella seconda ciotola e rimettila sul fuoco con 2 cucchiai di cacao in polvere (10 grammi). Mescola delicatamente il composto così che il cacao si possa sciogliere e colorare la crema pasticcera donando il classico colore fondente.

    Metti la crema pasticcera al cacao in una ciotola, coprila con della pellicola per alimenti e falla raffreddare in frigorifero.

  3. Trucchi: la pellicola alimentare previene la formazione della pellicina dura sulla crema pasticcera ed eviterà la formazione di grumi. Se non hai la pellicola puoi spolverare la crema con dello zucchero che assorbirà l’umidità lasciando la superficie morbida

    Consigli: se la crema pasticcera “profuma” di uovo crudo è stata cotta troppo o a tempertura troppo elevata, la prossima volta abbassa la fiamma e cuocila più delicatamente

  4. Mentre le creme pasticcere si raffreddano è il momento di realizzare la bagna all’alchermes per insaporire il pandoro o il panettone avanzato.

  5. In una pentola da 1 lt metti l’acqua, lo zucchero e l’alchermes e porta ad ebollizione così che lo zucchero si sciolga.

    Trucco: per avere una bagna non alcolica ti consiglio di dare fuoco alla bagna con una fiamma così che l’alcool presente venga eliminato lasciando però il sapore del liquore.

  6. Quando anche la bagna si è raffreddata è il momento di comporre la zuppa inglese con pandoro.

    Taglia il panettone o il pandoro in fette sottili e uniformi dello spessore di 1 cm. Per permettere l’assorbimento della bagna vi consiglio di eliminare la parte esterna marrone che è cotta e non permette il suo assorbimento.

  7. Per una zuppa inglese come si deve dovete disporre uno strato di pandoro (o panettone) all’alchermes, uno strato di crema pasticcera al cacao, uno strato di pandoro (o panettone) all’alchermes con uno strato di crema pasticcera classica. Potete lavorare su quanti strati volete, vi consilio di terminare con la crema pasticcera classica e una generosa spolverata di cacao in polvere.

    Consiglio: la crema pasticcera tende a “mangiare” il cacao in polvere rendendolo una pappetta molliccia, ti consiglio di spolverare i cacao solo poco prima di portare la zuppa inglese in tavola.

    La tua zuppa inglese con pandoro è pronta!

Quale vino abbinare:

  1. Se volete portare in tavola la zuppa inglese con pandoro (o panettone) con un buon bicchiere di vino vi consiglio di utilizzare un vino passito dal gusto intenso che sia in grado di bilanciare bene i componenti del dolce. Il mio primo suggerimento è un Vin Santo classico, in alternativa potete servire con un passito di pantelleria o con un Orvieto muffato.

Lascia un commento