Crea sito

ZUPPA DI FAGIOLI E CAVOLO NERO

ZUPPA DI FAGIOLI E CAVOLO NERO – Ricetta di Piero Benigni – Delicata e saporita, questa buonissima zuppa si prepara facilmente in circa un’ora e mezzo. Tipica della cucina Toscana, vede l’impiego del cavolo nero, amatissimo in questa regione ma purtroppo non disponibile ovunque, benché la sua diffusione si stia estendendo nel mercato nazionale. Il piatto, semplice e salutare, è molto gradito da tutti nella stagione invernale e allieta ogni tavola.

Chi non trovasse il cavolo nero potrà fare questa zuppa con la verza utilizzandone 125 g netti: il sapore sarà diverso, ma sempre molto buono.

Zuppa di fagioli e cavolo nero
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gfagioli cotti (160 g da cuocere)
  • 250 gcavolo nero (125 g mondato)
  • 1200 mlbrodo vegetale
  • 50 gsedano
  • 50 gcarota
  • 200 gcipolla
  • 200 gpatata
  • 2 spicchiaglio
  • 2 fogliesalvia
  • 3 cucchiaiolio di oliva
  • 150 gpassata di pomodoro
  • q.b.pane casereccio
  • q.b.prezzemolo
  • q.b.pepe (se volete)

Per la zuppa di fagioli e cavolo nero vi serviranno

  • Fornello
  • Tagliere
  • Coltello
  • Ciotola
  • Casseruola
  • Frullatore a immersione
  • Bilancia
  • Cucchiaio di legno

Ricetta di Piero Benigni

Il piatto si prepara in circa un’ora e mezzo ed è facile, alla portata di tutti e con esito garantito ma osservate le quantità degli ingredienti per non turbare l’equilibrio dei sapori. Vi serviranno 1,2 litri di brodo vegetale che preparerete in anticipo e che dovrà essere perfettamente salato. Vi serviranno anche 400 g circa di fagioli già cotti, cannellini o borlotti a vostra scelta, che potranno essere lessati da voi oppure di quelli pronti in commercio. Il peso dei fagioli si intende da cotti e sgocciolati e corrisponde a 160 g secchi e da cuocere.

Iniziate mondando il cavolo nero, che è sotto forma di foglie con una costa centrale che va eliminata. Si fa facilmente tenendo con una mano l’attaccatura della foglia e facendo scorrere l’altra mano verso la cima stringendo con una certa energia. Man mano che mondate le foglie buttatele in una ciotola grande piena d’acqua, dove le terrete per una decina di minuti muovendole e lavandole bene sotto il rubinetto.

Nel frattempo tritate cipolla, sedano, aglio, salvia e carota e metteteli a soffriggere in casseruola con 3 cucchiai di olio di oliva. Dopo 15 minuti aggiungete la salsa di pomodoro, fate cuocere per altri 10 minuti, versate un mestolo di brodo caldo e frullate velocemente col pimer a immersione lasciando qualche pezzetto di verdura intero. Prendete dall’acqua le foglie di cavolo nero, strizzatele con le mani per allontanare l’acqua in eccesso, tritatele sommariamente sul tagliere, mettetele in casseruola e versate il rimanente brodo caldo. Aggiungete anche la patata fatta a pezzetti.

Coprite col coperchio, portate ad ebollizione e regolate la fiamma in modo che la cottura prosegua sobbollendo molto dolcemente, sempre col coperchio. Rimestate ogni tanto. Questa cottura dovrà durare per un’ora circa: 10 minuti prima della fine unite i fagioli con il loro brodo di cottura. Mettete a punto di sale e controllate che la zuppa non si sia asciugata troppo, perché alla fine dovrà essere ben brodosa: se necessario aggiungete altro brodo o acqua calda.

Servite la zuppa sopra fette di pane abbrustolite e, se volete, strusciate con aglio. Non mettete però troppo pane nelle scodelle perché assorbirebbe tutto il brodo. Condite con un bel “C” di olio di oliva, spolverate con prezzemolo tritato, macinatevi sopra un po’ di pepe se volete e gustatevi questa delizia. La zuppa si conserva bene 2 o 3 giorni in frigorifero dentro un contenitore chiuso. E’ congelabile e dura 3 mesi nel freezer. Buon appetito!

  1. La mondatura del cavolo nero

  2. Zuppa di fagioli e cavolo nero

    L’aggiunta del cavolo nero e della patata

  3. Zuppa di fagioli e cavolo nero

    La zuppa a fine cottura

Se la ricetta ti piace, clicca  QUI  e, se non c’è già, metti il tuo MI PIACE sulla homepage di Facebook
come nella figura: per me è molto importante e tu riceverai le nuove ricette. Grazie!
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.