Coda di rospo stufata con patate, ricetta catalana (Suquet de rap)

Coda di rospo stufata con patateDa sempre, la coda di rospo (conosciuta anche come pescatrice) è stato uno dei miei pesci preferiti, principalmente perché ha un’unica lisca centrale, ma anche perch’è tenero e succoso, oltre ad avere un sapore molto delicato. Quindi, un pesce molto adatto ai bambini. Mia madre lo cucinava spesso fritto, ma altre volte lo faceva in altri modi, come quello di questa ricetta. Così, ho voluto farti conoscere una delle mie ricette preferite che puoi preparare con questo pesce: la coda di rospo stufata con patate. Si tratta di una ricetta catalana detta Suquet de rap. Una vera delizia!

Nella ricetta utilizzo un “composto” tipico spagnolo, molto utilizzato quando si preparano le salse. Viene chiamato picada e serve ad spessirle ed insaporirle allo stesso tempo. Questo “composto” si ottiene pestando dentro il mortaio alcuni ingredienti, fino a formare una pasta che poi viene aggiunta alla salsa a fine cottura. I più comuni di questi ingredienti sono l’aglio, le mandorle e/o pinoli ed il pane croccante (oppure grissini), anche se possono variare da un piatto ad un’altro. In ogni caso, il procedimento e la finalità sono sempre quelli. Quindi, se ti capita di sentire parlare della picada, ormai sai di cosa si parla 😉

Coda di rospo stufata con patate

Coda di rospo stufata con patate, ricetta catalana (Suquet de rap)

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 35 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 400 g Coda di rospo (Pescatrice) (Pulito e tagliato a fette spesse)
  • 2 Patate (Medie)
  • 150 g Passata di pomodoro
  • 1/4 Cipolla
  • 1/2 spicchio Aglio
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Paprika dolce
  • q.b. Sale
  • q.b. Prezzemolo (Tritato)
  • 250 ml Brodo di pesce (Oppure acqua calda se non disponibile)

Per la picada (aiuta ad spessire ed insaporire la salsa)

  • 2 Mandorle pelate
  • 1 cucchiaio Pane grattugiato (Abbrustolito)
  • 1/2 spicchio Aglio
  • 1 cucchiaio Prezzemolo

Preparazione

  1. Sbucciare e lavare le patate. Quindi tagliarle a pezzi grandi in questo modo: fare una leggera incisione con il coltello e rompere i pezzi con le mani (i tagli devono essere pertanto irregolari). Questo procedimento permette che le patate tirino fuori meglio l’amido che contengono, migliorando così la salsa finale sia in sapore che in consistenza. Riservare;

  2. Sbucciare, lavare e tritare finemente l’aglio e la cipolla. Soffrigerli bene in abbondante olio extravergine di oliva, dentro una padella capiente;

  3. Aggiungere un pizzico di paprika dolce e mescolare con un cucchiaio per pochi secondi, in quanto si brucia velocemente;

  4. Unire la passata di pomodoro, abbassare la fiamma e mettere il coperchio. Cucinare per 2-3 minuti circa, fino a quando il pomodoro diventerà lucido;

  5. Aggiungere le patate tagliate e mettere nuovamente il coperchio. Farle insaporire durante 3 minuti, mescolandole di tanto in tanto;

  6. Unire il brodo di pesce (o in alternativa, dell’acqua calda) e fare bollire a fiamma bassa, sempre con il coperchio, per 15 minuti;

  7. Coda di rospo stufata con patate - Picada

    Nel frattempo, preparare la picada, quindi inserire nel mortaio tutti gli ingredienti insieme, e pestarli fino a formare una sorta di pasta. Riservare;

  8. Salare le fette di coda di rospo ed unirle alla salsa con le patate. Cucinare a fiamma medio-alta, con il coperchio, durante 10 minuti, girando le fette a metà cottura;

  9. Aggiungere la picada e mescolare bene, facendo attenzione a non rompere le fette di rospo. Cucinare per altri 2-3 minuti;

  10. Coda di rospo stufata con patate

    Servire con qualche fetta di pane tostato, così da poter farci una bella scarpetta! :-p

    ¡Qué aproveche!

Consigli

Come per la maggior parte dei piatti in salsa, è consigliato preparare la coda di rospo stufata con patate in anticipo (anche il giorno prima!). Poi dovrai soltanto riscaldarlo in padella, oppure nel microonde, risultando il pesce molto più saporito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Encarna

Dietro a "Mammachepaella", ci sono io, Encarna, mamma, moglie, dipendente part-time e food blogger: un cuore spagnolo diviso tra l'Italia e la Spagna, così come le mie ricette. Mi diverte sperimentare in cucina, ma ogni tanto si presenta qualche flop dai quali imparo cose nuove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Icona torna su MAMMACHEPAELLA