Risotto alla Carbonara

Ho avuto il piacere di provare il Risotto alla Carbonara proprio sabato scorso presso il Ristorante la Taverna dell’Artista a Montelupone, nel cuore delle Marche. Era per me la prima volta e sono rimasta affascinata, cremoso come solo la Pasta alla Carbonara può esserlo, delicato allo stesso tempo. Insomma ho fermato lo Chef Antonino mentre girava tra i tavoli a fine servizio ed ho chiesto la ricetta. Da buona forchetta quale sono e da food blogger non potevo perdere quella ghiotta occasione! Se vi trovate in zona prenotate un tavolo presso la Taverna, lo Chef con la sua ampia scelta di risotti non vi deluderà! Potrete assaggiare fino a tre risotti differenti per tavolo e questa è una vera e propria chicca considerando che molti ristoranti non permetto l’assaggio di così tante pietanze che richiedono lunghi tempi di preparazione. Noi abbiamo optato per due: il risotto alla carbonara ovviamente ed uno un dal gusto più deciso quello della Lacrima di Morro d’Alba con polpettine di Ciauscolo marchigiano e tartufo nero. Che dire, deliziosi entrambi! Sempre se siete appassionati di risotti sappiate che presso la Taverna dell’Artista si tengono delle Masterclass con Antonino che vi insegnerà come si prepara un risotto. Trovate le informazioni nella fan page di Facebook di Antonino Chef.

Così stamattina sono qui a svelarvi la ricetta del Riso alla Carbonara per due persone. Ovviamente potrete prepararlo per più persone raddoppiando le dosi che seguono.

Perché provare questo riso alla Carbonara? Perché se amate i risotti ed amate la pasta alla carbonara non potete fare altrimenti che fidarvi. Nel blog, qualche anno fa, vi ho presentato la mia ricetta della pasta alla carbonara con una video ricetta in diretta che trovate nella fan page di Facebook del blog Le Ricette di Bea!

Vi ricordo che da pochi giorni ho iniziato la raccolta delle vostre mail per aderire alle news letter. Saranno mail che vi arriveranno massimo una volta alla settimana, con contenuti speciali inerenti alla mia cucina. Potrete inserire da soli la vostra mail nella casella laterale a destra (visualizzando il blog da pc) dove trovate: Iscriviti! Vi arriverà poi una mail dove verrà richiesto di confermare l’iscrizione, da quel momento in poi sarete parte della lista contatti! Vi aspetto!

Prima di passare alla ricetta del risotto alla carbonara vi ricordo che potrete diventare follower dei profili social del blog scegliendo tra la fan page di Facebook come indicato sopra, la bacheca di Pinterest di Le Ricette di Bea, il profilo Instagram di Le Ricette di Bea. Alternativa ai social troverete il canale Telegram dove, iscrivendovi, riceverete ogni giorno una ricetta! Ah dimenticavo, se volete vedere invece che leggere le mie ricette potete farlo tramite il Canale YouTube di Le Ricette di Bea.

Vi piacciono i risotti, il riso e tutte le possibili declinazioni possibili con questo ingrediente? Provate queste ricette con riso:

risotto alla carbonara
Risotto alla Carbonara per due persone
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

per un Risotto alla Carbonara per due persone:

200 g riso Carnaroli (nel mio caso rustico carnaroli)
300 ml brodo vegetale (potete utilizzare sia vegetale che di carne)
2 uova
2 fette guanciale (tagliate sottili)
1 pizzico sale
Mezza cipolla (tagliata finemente)
1 pizzico pepe nero
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. formaggio (nel mio caso un pecorino grattugiato)
30 g burro
833,36 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 833,36 (Kcal)
  • Carboidrati 84,09 (g) di cui Zuccheri 2,31 (g)
  • Proteine 18,25 (g)
  • Grassi 46,20 (g) di cui saturi 20,30 (g)di cui insaturi 20,55 (g)
  • Fibre 1,68 (g)
  • Sodio 863,59 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 110 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

necessari per preparare il Riso alla Carbonara:

1 Pentolino
1 Pentola
1 Padella
1 Cucchiaio
1 Forchetta
1 Coltello
1 Fornello
1 Tagliere
1 Bilancia
1 Coperchio

Passaggi

prepariamo insieme il Risotto alla Carbonara:

Iniziamo dal tagliare finemente mezza cipolla, che sia bianca o dorata, a pezzetti piccoli così che quando sarà ben appassita non si avvertirà più. Tagliata la cipolla andiamo quindi a versarla in una pentola con un filo di olio extra vergine d’oliva. Mentre la cipolla si stufa lentamente portiamo quasi ad ebollizione il brodo vegetale o di carne. Nel mio caso lo prepara sempre la nonna, nella sua cucina il brodo è perennemente in preparazione. Milioni e milioni di barattoli conservati in frigorifero o a raffreddare sul piano della cucina. Mi raccomando però che non sia mai freddo di frigorifero, non va mai usato a freddo, sempre caldo. Detto ciò versiamo nella pentola il riso così da tostare bene i chicchi per qualche minuto.

Tostati i chicchi è il momento di aggiungere due mestoli di brodo. Lasciamo la fiamma alla stessa potenza per tutta la cottura del risotto. Mai bassa e mai alta, una mezza fiamma costante. Per mia comodità imposto sempre un timer di 15 minuti quando inizio la preparazione di un risotto. Passato questo tempo inizio ad assaggiare la consistenza, se devo aggiungere o no il sale, mi regolo anche per la preparazione di eventuali altri ingredienti. In questo caso le uova vanno preparate per tempo, prima della mantecatura finale del risotto.

Procediamo quindi la preparazione del risotto come fosse un classico riso quindi mestolo dopo mestolo, solo quando i precedenti saranno stati ben assorbiti. Nel frattempo prendiamo una ciotola, rompiamo al suo interno un uovo intero mentre dell’altro utilizzeremo solo il tuorlo. Tenendo da parte l’albume che potrete eventualmente utilizzare per realizzare dei pancake perfetti e soffici per la colazione del giorno dopo.

risotto alla carbonara
Riso alla Carbonara per due persone

Sbattiamo quindi le uova con una forchetta incorporando del sale e del pepe, non ho aggiunto del formaggio, avevo paura che creasse dei grumi una volta versate le uova nel riso. Magari la prossima volta provo anche questa variante. Creata una bella crema lasciamo da parte la ciotola. A che punto è il risotto? Al mio mancavano pochi minuti, perciò ho scaldato bene una padella e vi ho rese croccanti le due fette di guanciale che avevo fatto tagliare abbastanza finemente. Siamo quindi pronti per la mantecatura finale.

Prendiamo quindi un tocchetto di burro direttamente dal frigorifero, anche questo passaggio è molto importante. Il burro non deve essere mai a temperatura ambiente ma sempre freddo. Aggiungiamolo al risotto alla carbonara, versiamo la crema di uova e diamo due belle girate con una marisa o con un cucchiaio di legno, delicatamente mi raccomando. Copriamo la pentola con il coperchio e lasciamo riposare per qualche minuto. Non dovete aver fretta, la fretta è una cattiva consigliera e non fa mai far le cose per bene.

Prendiamo quindi i piatti ed impiattiamo, spolveriamo con una bella manciata di pecorino, nel mio caso romano e ben salato. Non mi resta che ricordarvi che vi aspetto con altre ricette facili da preparare e super gustose! Segnate in agenda, nel blocco appunti del iPhone, del tablet o del pc l’indirizzo del mio blog Le Ricette di Bea così da non dimenticarvi di me e delle mie ricette! Vi auguro buon appetito a tutti voi!

riso alla carbonara
Riso alla Carbonara per due persone super cremoso

Provate anche voi questa ricetta del riso alla carbonara cremoso e facile da preparare, pochi passaggi ma essenziali per la riuscita finale di questo piatto!

Consigli per un buon Risotto alla Carbonara:

Come indicato durante la scrittura dei vari passaggi della ricetta del riso alla carbonara non dimenticate:

– burro freddo di frigorifero

– brodo vegetale invece sempre caldo

– appassire bene la cipolla, non si deve avvertire quando gustiamo il risotto

– lavorare bene le uova con la forchetta, inglobando bene l’aria creando così una bella crema

“In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione”

Seguite Le Ricette di Bea con i seguenti canali social:

Canale Telegram

Instagram

Facebook

Youtube

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *