Preparare a casa l’uovo di cioccolato – Uova di Pasqua home made

Uova di cioccolato artigianali

Sogni di preparare a casa l’uovo di cioccolato? Segui i miei consigli e diventerai uno specialista di uova di Pasqua home made. Sento spesso dire che lavorare il cioccolato a casa è difficile e sporchevole, ma non è vero. Certo occorre un pochino di pratica ma tutti possono farlo, anche senza possedere splendidi banconi di marmo dei maîtres chocolatiers su cui temperare masse di cioccolato con le apposite (bellissime) spatole.
Tralasciando il fatto che un bel bancone di marmo mi piacerebbe molto, ora parliamo di come fare per preparare a casa l’uovo di cioccolato, così da poterci vantare con amici e parenti delle nostre super uova di Pasqua home made.

La soddisfazione che provo nell’aver preparato da me un ovetto, anche piccolo, di cioccolato fondente è enorme. Io lo riempio in genere di cioccolatini diversi e di dolci di pasta di mandorle. Temperare il cioccolato, renderlo lucido e fluido e poi versarlo nello stampo è un gioco creativo e rilassante. Il tempo di attesa obbligatorio perché il cioccolato indurisca e possa essere sformato – come tutte le attese – è ricco di speranza: l’uovo sarà bello lucido? E si sformerà senza rompersi?
Niente paura, è solo cioccolata.
Prima di cominciare leggi:
Temperare il cioccolato in modo semplice – Alfabeto di cioccolato
Cucchiaini di cioccolato – Tante idee di abbinamento
Cioccolatini alla menta – Ricetta con fondant
Come fare la pasta di mandorle: ricetta base

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaMicroonde
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Io concepisco solo il cioccolato fondente, spesso extra fondente, ma potremo preparare l’uovo di Pasqua home made con ogni tipo di cioccolata. Tenendo conto che il cioccolato dolce è ricco di burro di cacao e di latte, si scioglierà prima e si rassoderà più lentamente.

Cosa occorre per preparare a casa l’uovo di cioccolato

450 g cioccolato fondente al 60% (o più)

Che strumenti occorrono per preparare l’uovo di Pasqua home made

Per l’uovo di cioccolata sono indispensabili un termometro a sonda e uno stampo. Esistono diversi tipi di stampi, di prezzi diversi. Non ho mai provato quelli in metallo che usano i pasticceri: costano troppo per me che preparo un solo uovo all’anno. Invece ho sperimentato gli stampi in policarbonato, sia rigidi che sottili. Quelli rigidi funzionano meglio, ma quelli più sottili sono pratici ed economici. Io li ho entrambi di diverse misure, a seconda di quante persone metto a tavola per Pasqua.

Consigli per gli acquisti

1 Stampo
oppure1 Stampino

Puoi ricevere tutte le ricette nuove sul canale Telegram del mio blog. È gratuito e per iscriverti ti basterà semplicemente aprire questo link: in questo modo sarai sempre aggiornato su ricette, segreti, consigli e novità. Potrai ricevere sul tuo telefono tutte le ricette, senza rischiare di perderne alcuna e senza bisogno di inserire nessun numero di telefono o indirizzo mail; se poi dovessi desiderare uscire dal canale, sarà sufficiente eliminarlo.

Vediamo come preparare l’uovo di cioccolato home made

Origini, storia e tradizione

La tradizione di consumare uova in primavera è antichissima e diffusa in tutto il mondo. Già gli Egizi e i Sumeri ritenevano l’uovo simbolo di vita e di rinascita: un guscio duro e freddo che contiene i quattro elementi della vita. Con l’avvento del cristianesimo si rilessero le tradizioni alla luce delle sacre scritture, e l’uovo divenne così il simbolo del miracolo della resurrezione di Cristo. Sembra che sia la Germania il luogo in cui, nel medioevo, si cominciò a scambiarsi uova bollite, avvolte in foglie e fiori in modo che si colorassero naturalmente. I nobili avevano ovviamente abitudini diverse, e cominciarono a fabbricare uova preziose in argento e oro.

Nel XIX secolo, alla corte dello zar, il famosissimo orafo Fabergé inventò e produsse meravigliose uova gioiello, spesso con sorpresa, che si diffusero nelle corti del mondo intero. Sembra infine che si debba ai pasticceri del Re Sole l’invenzione delle uova di Pasqua di cioccolato, ma non tutti sono d’accordo. Infatti l’invenzione dell’uovo di cioccolata con sorpresa potrebbe invece essere opera dei maestri cioccolatieri piemontesi, a Torino, sempre nel Settecento.
Se vuoi sapere di più, leggi la voce Uovo di Pasqua su Wikipedia e il bell’articolo di FOCUS che riguarda questo argomento.



Versiamo il cioccolato nello stampo

Dopo aver temperato il cioccolato (Temperare il cioccolato in modo semplice), avremo tra le mani una ciotola di cioccolato lucido e fluido. Aspettiamo che la temperatura arrivi all’incirca a 32° e versiamo nello stampo. A seconda della misura scelta e delle nostre intenzioni, potremo preparare una sola metà di uovo più grande e riempirlo di cioccolatini misti, oppure due metà più piccole, che poi chiuderemo. Io ho fatto così e ho versato metà cioccolata in uno stampo e metà nell’altro. Quindi muoviamo con pazienza il nostro mezzo guscio, fino ad averlo completamente coperto di cioccolata che pian piano si raffredda e si solidifica. Questa operazione durerà circa 5 minuti per ogni metà. Sulla mia pagina Instagram, nella sezione delle storie in evidenza dedicata alla Pasqua, troverete qualche foto che spiega ogni passaggio.
Quindi rovesciamo tutti e due i mezzi gusci e lasciamo colare l’eccedenza. Facciamolo su una ciotola o su un tagliere in modo da poter recuperare il cioccolato che cola e utilizzarlo diversamente.

Infine mettiamo in frigorifero gli stampi capovolti, e lasciamoli tranquilli un paio d’ore.

Come muovere il cioccolato nello stampo per ricoprirlo completamente

Come estrarre l’uovo di cioccolato dal suo stampo senza romperlo

Come fare ad estrarre l’uovo di cioccolato dal suo stampo senza romperlo? Confesso di averne rotti tanti…
Ma se avremo lavorato bene e avremo formato una camicia di cioccolato abbastanza spessa (ma non troppo); se il temperaggio sarà stato quello giusto e se avremo avuto fortuna, basterà un colpetto e l’uovo scenderà da solo (guarda qui). Spesso ho trovato molto utile un passaggio in freezer di pochi minuti, e, senz’altro, è tutta una questione di pratica. Bisogna provare senza scoraggiarsi se l’uovo si rompe, non si stacca, o non riesce subito bello lucido.

Presentiamo l’uovo di Pasqua home made come più ci piace, aperto e pieno di cioccolatini, o chiuso con una piccola sorpresa. Oppure, ancora, chiuso ma pieno di dolcetti. Le due metà si possono sigillare con una passata di cioccolato tiepido ma io non lo faccio mai: le accosto, le lego con un fiocchetto, e non mi complico la vita.

Come preparare a casa le uova di cioccolato.
Leghiamo l’uovo con un bel fiocchetto dopo averlo riempito di cioccolatini fatti in casa

i segreti della Regina

I cioccolatini con cui ho riempito l’uovo di Pasqua home made sono gianduiotti marmorizzati alla crema di nocciole, cioccolato bianco e polvere di lamponi disidratati e cioccolato fondente all’arancia. Mentre a Natale preparo spesso i cioccolatini ripieni, per Pasqua non lo faccio quasi mai, perché comincia a far caldo e il cioccolato si scioglie facilmente. Conserviamo il cioccolato pronto per Pasqua al fresco e ben coperto, ma non in frigorifero perché si sciupa.

Torna alla HOME per conoscermi meglio leggendo Chi sono, scopri i Piatti vegetariani, le Ricette liguri, e tutte le cose buone che prepara la Regina in cucina.
Seguimi su Facebook, su Instagram, e d’ora in poi anche su Telegram: vedrai che non ti capiterà più di essere senza idee per cena!
Nota: In questa ricetta sono presenti link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.