Sciroppo di mandorla

Il Sciroppo di mandorla, quello fatto in casa, è completamente diverso da quello industriale. Anche i miei nipotini ne colgono la differenza, e non solo dal colore, perché utilizzo lo zucchero di canna, ma soprattutto dal sapore. Sicuramente più costoso dell’altro, non lo nascondo, ma certamente molto più salutare, perché le mandorle ci sono davvero.

Per questa ricetta, ho utilizzato il Macinino elettrico Veohome, perché adatto a tritare semi oleosi, caffè, spezie…li riduce in polvere.

Sciroppo di mandorla
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 gmandorle spellate
  • 500 gzucchero di canna
  • 300 gacqua
  • Mezzolimone

Strumenti

  • Macinino
  • Pentolino

Come si prepara lo Sciroppo di mandorla

  1. Per preparare lo Sciroppo di mandorla, organizzate il vostro piano di lavoro, con tutti gli ingredienti già dosati, così da avere ogni cosa a portata di mano.

    Mettete le mandorle nel macinino assieme a metà dose di zucchero di canna, e tritate fino a quando avrete ottenuto una polvere.

    Versatela in una pentola, aggiungete l’acqua, il resto dello zucchero e la buccia del limone, tagliata sottile, facendo attenzione a non asportare anche la parte bianca.

    Accendete il fuoco sotto la pentola e fate bollire il preparato, girando continuamente, e quando avrete ottenuto la consistenza di uno sciroppo spegnete.

    La ricetta originale, prevede un procedimento diverso dal mio: le mandorle vengono frullate assieme all’acqua e parte dello zucchero.

    Si ottiene così un liquido, che viene filtrato attraverso, un panno di cotone, di lino, piuttosto che una garza, un passino…

    Vengono aggiunti anche qui gli ingredienti restanti, e si fa bollire, fino a che il liquido non diventi uno sciroppo.

    Il mio procedimento invece, non solo non prevede scarti, ma dà una certa corposità allo sciroppo, che a me piace molto.

    Una volta che lo Sciroppo di mandorla si sarà raffreddato, togliete via la buccia di limone, imbottigliatelo, e conservatelo in frigorifero.

    Servite il vostro Sciroppo di mandorla, allungato con acqua fredda, magari aggiungendo anche qualche cubetto di ghiaccio.

Consigli e varianti:

Lo Sciroppo di mandorle, può essere mantenuto per un lungo periodo in frigorifero, ma per una conservazione più lunga, dovete imbottigliarlo e farlo bollire a bagnomaria, come fareste per un’altra qualsiasi conserva.

Affinché nella preparazione delle conserve fatte in casa, tutto sia fatto in sicurezza, vi invito a leggere: Conserve fatte in casa

Solitamente tutti gli sciroppi, vengono preparati con lo zucchero bianco, quello raffinato, ed evidentemente l’aspetto sarà sicuramente più bianco.

Quindi decidete pure lo zucchero da utilizzare, secondo i vostri gusti.

Se preferite filtrare il liquido, non gettate via, i residui delle mandorle, perché andranno benissimo per arricchire un dolce, o un piatto salato.

Lo scarto è buonissimo anche messo in padella e fatto saltare con una manciata di zucchero: tipo croccantino

Avete una passione per le mandorle? Allora non perdetevi la prossima ricetta: Torta veloce alle mandorle

Vi è piaciuta la mia ricetta Sciroppo di mandorla? Seguitemi sulla pagina Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.