Ossobuco con piselli in pentola a pressione

L’Ossobuco con piselli in pentola a pressione, non è solo delizioso, ma sopratutto facilissimo da realizzare, e cosa più importante molto veloce. Nel giro di venti minuti, riuscirete a portare in tavola una pietanza ricca, completa…favolosa. Tutto questo grazie all’utilizzo della pentola a pressione, che non solo rende i nostri cibi migliori, ma che dimezza anche i tempi della loro cottura. In questo modo, otteniamo un risparmio di tempo, visto che se ne ha sempre poco, ma anche economico il che non guasta mai. Si tratta di una ricetta, che così composta, come la vedete in foto, anche da uno sformatino di riso, la servo anche come piatto unico, quando ho ospiti. A volte formo una ciambella nel piatto, al cui centro pongo l’ossobuco, e tutto intorno cospargo di sughetto. Questo impiattamento fa parte della ricetta tradizionale, il cui link è allegato alla fine dell’articolo.

Ossobuco con piselli in pentola a pressione
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

2 ossobuco grandi
1 carota media
1 costa di sedano
Mezza cipolla rossa media
150 g piselli surgelati
q.b. farina
3 cucchiai olio extravergine d’oliva
1 bicchierino di brandy
150 g riso Carnaroli

Strumenti

1 Pentola a pressione

Come si prepara l’Ossobuco con piselli in pentola a pressione

Per preparare l’Ossobuco con piselli in pentola a pressione, organizzatevi con tutti gli ingredienti a portata di mano.

Versate due cucchiai di olio extravergine di oliva, all’interno della pentola a pressione, e aggiungete mano mano, la cipolla, il sedano e la carota.

fate rosolare per qualche secondo, inserendo poi anche la carne, ma leggermente infarinata.

Solitamente si utilizza il burro per la rosolatura, ma preferisco l’olio perché più leggero.

Dopo aver fatto tostare, su entrambi i lati l’ossobuco, sfumate con un bicchierino di brandy.

Lasciate evaporare, aggiustate di sale, aggiungete i piselli, e 150 grammi di acqua tiepida.

Chiudete ermeticamente con il coperchio, assicuratevi che la valvola di sfiato sia chiusa, e mantenete una fiamma medio alta.

Non appena sentirete un sibilo piuttosto forte, abbassate la fiamma al minimo, e lasciate cuocere per circa 15 minuti.

Trascorso il tempo di cottura del passato, spegnete e dopo qualche minuto, fate sfiatare alzando la valvola.

Fatelo però piano piano perché altrimenti vi schizzerete con l’acqua bollente che fuoriesce con molta pressione.

Estraete dalla pentola la carne, riponetela in un piatto, e fate ritirare il sughetto per qualche minuto, qualora fosse necessario.

Se volete che questa pietanza diventi un piatto unico, anche bello da presentare in una cena, anticipatevi anche un’ora prima mettendo a bollire il riso.

Una volta cotto scolatelo, ripartitelo all’interno di due formine, quelle che preferite, e mettetelo a rassodare in frigorifero.

Ora che avete tutto pronto, potete servire il vostro Ossobuco con piselli in pentola a pressione caldissimo.

Sistematelo all’interno di un piatto fondo con accanto lo sformatino di riso, condite entrambi con il sughetto di piselli e irrorate con l’ultimo cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Se non avete problemi, una spolverizzata di pepe macinato fresco non ci sta per niente male.

Consigli e varianti

L’Ossobuco con piselli in pentola a pressione, si mantiene tranquillamente per qualche giorno in frigorifero, ma all’interno di un contenitore di vetro.

Potete poi riscaldarlo prima di portarlo in tavola.

Non vi piacciono i piselli? Lasciate solamente il sedano, la carota e la cipolla, ma mettetene un quantitativo maggiore.

Se non avete la pentola a pressione nessun problema, vi lascio la ricetta del procedimento tradizionale: Ossobuco con corona di riso

Vi è piaciuta la mia ricetta Ossobuco con piselli in pentola a pressione? Potete seguire anche il reel passo passo sulla pagina Facebook InstagramPinterest  per non perdere nessuna novità!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.