Frittata di pane raffermo

la Frittata di pane raffermo, è un modo come un altro, per non gettare via il pane secco. Si tratta di una ricetta che mangiavo a casa di mia nonna paterna, che era di origini pugliesi. Mi ricordo che anche quando il pane non le avanzava, ne comprava di proposito di più, per realizzare questo gustoso piatto. Io faccio un po’ lo stesso con i miei nipotini, perché so quanto ne sono golosi, portando avanti così, in suo onore, lo stesso rituale. Sicuramente il risultato sarà diverso dalla solita frittata, perché come potete vedere anche dalla mia foto, è decisamente più alta, e sicuramente più morbida.

Frittata di pane raffermo
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 6uova
  • 200 gpane raffermo
  • 200 glatte
  • 70 gpecorino grattugiato
  • 50 gparmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaio olio extravergine di oliva
  • q.b.pepe
  • 1 ciuffoprezzemolo tritato

Strumenti

  • Padella antiaderente
  • Coperchio
  • Frusta a mano
  • 2 Ciotole

Come si prepara la Frittata di pane raffermo

  1. Per prima cosa, organizzate il vostro piano di lavoro, con tutti gli ingredienti, ma già dosati, così da avere ogni cosa a portata di mano.

    In una prima ciotola, mettete in ammollo il pane secco, se potete un po’ spezzettato, assieme al latte leggermente tiepido.

    Nel frattempo, grattugiate sia il pecorino che il parmigiano, versateli nella seconda ciotola assieme alle uova, prezzemolo tritato, pepe, e con l’aiuto di una sfrutta sbattete per bene.

    Non ho aggiunto il sale tra gli ingredienti, perché il pecorino dovrebbe dare la giusta salatura, ma se mangiate un po’ saporito, aggiungetene un pizzico.

    Quando il pane si sarà ammorbidito, con le mani, cercate di sgranarlo un pochino, rovesciatelo, assieme a tutto il latte, nella ciotola con le uova, ed amalgamate tutti gli ingredienti.

    Mettete sul fuoco la padella antiaderente, per cuocere la frittata di pane raffermo, e ungetela omogeneamente con l’olio extravergine di oliva.

    Una volta calda, versate tutto il composto, abbassate la fiamma, coprite con il coperchio, e lasciate cuocere per buoni 10 minuti.

    Non appena si sarà ben rassodata, giratela con cura, e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

    Servite la vostra Frittata di pane raffermo, caldissima, ma anche fredda per una cena a buffet, o durante un pic nic, è davvero deliziosa.

Consigli e varianti:

Potete mantenere la frittata in frigorifero per 2 giorni, e riscaldarla in forno a microonde, così che non si secchi.

Se volete arricchirla, aggiungete pure del prosciutto cotto a cubetti, piuttosto che dello speck…insomma tutto ciò che più vi piace.

Anche per quanto riguarda le erbe aromatiche, mettete tutte quelle che preferite, perché sicuramente l’arricchiranno di sapore.

Io ogni volta le sostituisco, a turno, perché nel mio giardino, ho un angoletto, dove sono piantate tutte le mie erbettine.

Amate le uova? Allora non perdetevi la prossima ricetta: Uova al forno con guanciale ricotta e piselli

Vi è piaciuta la mia ricetta Frittata di pane raffermo? Seguitemi sulla pagina Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.