Conserva di cipolline borretane in agrodolce

La Conserva di cipolline borretane in agrodolce, può essere utilizzata fredda,  per un gustoso antipasto, ma anche calda per un ottimo contorno, perché le cipolline in agrodolce sono buonissime, sia vicine a carne, pesce, e formaggi. Facili e veloci da preparare, potete farne una  grande scorta da utilizzare quando meglio credete.


Di solito utilizzo, ma come ultimo condimento l’aceto balsamico, perché mi piace molto, ma se voi non lo gradite, vi basterà aggiungere, la stessa dose di aceto bianco di vino.
Conserva di cipolline borretane in agrodolce
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni 8/10 vasetti da 250 g
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 3 kgcipolline borretane
  • 600 mlaceto di vino bianco
  • 1 lAcqua
  • 200 gZucchero di canna
  • q.b.Sale
  • 20 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 20 cucchiaiaceto balsamico

Strumenti

  • Pentola
  • 10 Vasetti
  • Ciotola
  • Schiumarola

Preparazione

  1. Prima di tutto,  a meno che  non le abbiate già acquistate pulite,  sbucciate le cipolline, ma mettetele direttamente in una pentola capiente, così da evitare di sporcare altro.

    Versatevi poi l’aceto di vino bianco, l’acqua, il sale, ma anche lo zucchero, portate ad ebollizione, e da quel momento in poi, calcolate  solo 5 minuti di cottura, perché le cipolline, devono rimanere croccanti.

    Spegnete, lasciate stiepidire,  ma assaggiatele prima di scolarle con la schiumarola, e di inserirle nei barattoli, perché potrete aggiustarle ancora con sale e zucchero, a seconda dei vostri gusti.

    Invasate, e aggiungete in ogni vasetto, due cucchiai di aceto balsamico, ma anche i due cucchiai di olio extravergine di oliva, ricopritele  con il liquido di cottura e chiudete ermeticamente con i coperchi.

    Agitate i barattoli, così che tutti gli ingredienti si mischino bene, e poi metteteli in acqua fredda a bollire per 35/40, ma calcolate questo tempo, solo subito dopo l’inizio del bollore.

    Lasciate raffreddare in pentola, ma assicuratevi, pigiando su ogni coperchio, che questi sia rigido e non rigonfio, perché se non è andato sotto vuoto, non sarà possibile conservare l’alimento.

    Asciugate i vasetti, etichettateli, ma riponeteli in un luogo fresco e buio, così che possano riposare, senza subire alterazioni.

    Consumate la vostra Conserva di cipolline borretane in agrodolce, non prima di 30 giorni, perché altrimenti ne perdereste in sapore .

Note

Consiglio: mi raccomando, per un corretto procedimento, e per lavorare in sicurezza, cliccate subito su: Le mie conserve dolci e salate

Vi è piaciuta la mia ricetta Conserva di cipolline borretane in agrodolce? Seguitemi sulla pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.