Confettura di fichi d’india

La Confettura di fichi d’india, è davvero buonissima, colorata, e non facendola cuocere per ore, mantiene quasi intatte le proprietà del frutto, che contiene molta di vitamina C, magnesio, potassio, e antiossidanti. Inoltre i fichi d’india sono anche diuretici, ed essendo ricchi di fibre, contrastano anche il problema della stitichezza. Dunque preparatene immediatamente una scorta, e conservate la confettura per l’inverno.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 20 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgfichi d’india maturi
  • 300 gzucchero di canna
  • 1limone non trattato
  • 1mela

Strumenti

  • vasetti di vetro da 150 g
  • Casseruola
  • Passaverdure

Come si prepara la Confettura di fichi d’india

  1. Per preparare la Confettura di fichi d’india, consiglio sempre di organizzare il vostro piano di lavoro, con tutto ciò che vi occorre.

    Ma anche già pesato, perché in questo modo avrete tutto a portata di mano, senza dover cercare o dosare all’ultimo momento, quello che vi siete dimenticate.

    Prima di iniziare la realizzazione della ricetta, sterilizzate i vostri vasetti di vetro, e se volete saperne di più sulla procedura, non vi resta che cliccare QUI.

    Togliete via la buccia ai fichi d’india, aiutandovi con coltello e forchetta per non pungervi, o piuttosto utilizzate un paio di quanti di gomma spessi.

    Mettete la polpa dei fichi ridotta a pezzetti, assieme a quella di una mela sbucciata, in una casseruola, assieme ad un bicchiere d’acqua.

    Lasciate cuocere per circa 20 minuti, o comunque fino a quando le due polpe, non si saranno ammorbidite.

    Spegnete, passate al passaverdura la purea ottenuta, così da eliminare tutti i quei semini fastidiosi, e rimettetela nel pentolino.

    Aggiungete la scorzetta grattugiata del limone, il suo succo, tutto lo zucchero, e portate all’ebollizione.

    Quindi abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 1 ora, o comunque fino a quando non avrete ottenuto la giusta consistenza.

    Vi accorgerete che è pronta, quando, mettendone un cucchiaino, su un piattino, e rovesciandolo, il composto non scivolera’ via.

    Invasate quando è ancora bollente, chiudete immediatamente i barattolini con il coperchio, e metteteli a testa in giù, per ottenere il sottovuoto.

    Una volta che si saranno raffreddati, puliteli se necessario, ed etichettateli mettendoci anche la data di realizzazione.

    Gustate la vostra Confettura di fichi d’india, non prima di 40 giorni, il tempo necessario, affinché si insaporisca bene.

Consigli e varianti:

Non vi ho dato in numero esatto dei barattoli di vetro in cui mettere la marmellata, perché tutto dipende dalle vostre esigenze.

Io utilizzo quelli da 150g perché siamo in due, e una volta aperto si finisce per consumarlo subito.

Ma se voi, avete una famiglia media, grande…utilizzate pure la dimensione più consona.

Potete conservare la Confettura di fichi d’india in un luogo asciutto e buio.

Dopo tanti anni, trovo che la quantità di zucchero per questa ricetta sia quella giusta, ma se per voi non dovesse essere abbastanza dolce, aggiungetene ancora.

Anche in questo caso, come in quello della confettura di uva fragole, uso la mela, non solo per addensarla subito, ma anche per dare consistenza ad un frutto molto acquoso.

Vi piacciono le confetture di frutta? Allora non perdetevi la prossima ricetta: Confettura di zucca

Vi è piaciuta la mia ricetta Confettura di fichi d’india? Seguitemi sulla pagina Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.