Crea sito

PIZZA CON PASTA DI RIPORTO ( al posto del lievito di birra)

Ecco un modo diverso per fare la pizza, senza il lievito di birra, utilizzando la pasta di riporto, ecco la PIZZA CON PASTA DI RIPORTO, leggera e digeribile, una favola!
Ma cosa è la pasta di riporto mi chiederete? Per tutte le informazioni andate a leggere →QUI, ne ho parlato in maniera esaustiva, ora vi dico solo per non dilungarmi che è quel pezzo di pasta che viene prelevato dalla pasta del pane o della pizza e che viene poi conservato in frigo.
Mio padre mi ha sempre raccontato di quando facevano il pane con la “lievita” , in Toscana veniva chiamata così! Io invece utilizzavo la pasta di riporto sul lavoro per fare le FRITTELLE ABRUZZESI (qui la ricetta) o pizza fritta, lasciando dell’impasto per il giorno dopo!
Le dosi per questa pizza con pasta di riporto sono per 2 belle pizze al piatto tonde, se ne volete quattro dovete solo fare dosi doppie!

VEDI IL MIO VIDEO DELLA STESURA DELLA PIZZA→QUI


LEGGI ANCHE:
Pizza con pasta madre 24 h di levitazione
Impasto pizza a lunga lievitazione con 1 g di lievito di birra e ingrediente segreto


Questa è la → HOMEPAGE del mio blog, basterà che tu ci clicchi sopra per leggere tutte le mie ultime ricette!TI ASPETTO ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK: LA PASTICCERA MATTA
Sono anche su PINTEREST INSTAGRAM 

PIZZA CON PASTA DI RIPORTO ( al posto del lievito di birra)
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 pizze al piatto
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gFarina 0
  • 230 gAcqua
  • 6 gSale
  • 300 gPassata di pomodoro
  • q.b.Origano
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • 200 gMozzarella
PIZZA CON PASTA DI RIPORTO ( al posto del lievito di birra)

Preparazione

  1. 1) Prima di impastare la vostra pizza dovete riattivare la vostra pasta di riporto: cioè la togliete dal frigo, la pesate, unite pari dose di farina, q.b. di acqua e lavorate poi fate lievitare fino al raddoppio. A questo punto la pasta di riporto è pronta per essere usata, quella che avanza la rimettete nel barattolo di vetro lavato in frigo fino al prossimo utilizzo.

    2) Mettete ora la farina in una ciotola, unite la pasta di riporto e iniziate a versare gradualmente l’acqua e ad impastare. Unite tutta l’acqua e lavorate per circa 5 minuti. Fermatevi per far “rilassare” la pasta per 10 minuti, l’impasto dopo sarà molto più malleabile.

    3) Riprendete ad impastare fino ad ottenere una pasta liscia. a questo punto unite il sale e fatelo incorporare ed amalgamare bene.

    4) Fate una palla con la pasta e fate lievitare coprendo con pellicola in una ciotola unta, ci vorranno circa 5-6 ore a temperatura ambiente sui 20° .

    5) Adesso dividete l’impasto in 2 parti, pirlate, cioè fate 2 palline e fate rilievitare ancora fino a quando non saranno di nuovo aumentate di volume. Preparate nel mentre il pomodoro: mescolando la passata co olio evo, origano e sale.

    6) Adesso infarinate una spianatoia, mettete una pallina alla volta e nel frattempo accendete il forno alla massima temperatura, circa 230°-240°. Infarinate la pallina e allargatela pian piano con le mani (purtroppo non riesco a caricare qui un video che avevo fatto ma solo la foto in alto della pizza stesa!) in modo da lasciare il cornicione.

    7) Mettete la pizza con pasta di riporto su una teglia, farcite con il pomodoro e infornate a forno caldo per circa 10 minuti, toglietela e mettete la mozzarella (prima tagliata e tamponata con carta da cucina). Infornate di nuovo per circa altri 5 minuti di cottura mettendo la pizza nella parte alta del forno e abbassando a 200°.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
(Visited 4.125 times, 3 visits today)

Pubblicato da lapasticceramatta

Sono Simona toscana, mi piace cucinare, ma sopratutto amo fare i dolci e la pasta fatta in casa e ho una passione per il lievito madre che "curo" da 9 anni !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.