Come fare il pesto genovese bello verde

Il pesto è una delle salse che io faccio spesso d’estate, vuoi in maniera rivisitata, con le noci dei miei al posto dei pinoli, vuoi nel modo classico,con i pinoli. Oggi vi svelerò un trucco su come fare il pesto genovese bello verde, pur non avendo il basilico genovese DOP (per quello famoso di Prà ci vorrebbe un miracolo!!!), come prevede il disciplinare di produzione del pesto (cioè, io ho comprato il basilico al supermercato dove abito, ma sono sincera, non so se è basilico genovese DOP al 100%, anche se gli assomiglia molto.

Tra le cose da sapere sul pesto, c’è la quantità minima da impiegare del sopracitato basilico, difatti, il disciplinare di produzione del pesto genovese dice che il suo peso deve essere almeno il 25% sul prodotto finito, inoltre è previsto l’utillizzo di sale grosso, io ho usato invece il sale fine (spero che i puristi mi perdonino!).

Altra cosa da farmi perdonare è l’utilizzo del mixer…chiedo venia, ma non sono riuscita a trovare un mortaio di marmo come volevo, si, quelli scuri di granito non mi piacciono!

COSE DA NON FARE: non cuocere il pesto, semmai, al limite lo potrete riporre nel freezer dove si conserverà per diversi mesi.

SE TI E’ PIACIUTA QUESTA RICETTA SEGUIMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK:

LAPASTICCERAMATTA

 Come fare il pesto genovese bello verde

Come fare il pesto genovese bello verde

INGREDIENTI :

1 mazzetto di basilico circa 50 g

25 g di pinoli

40 g di Grana Padano o Parmigiano Reggiano

1 cucchiaio di pecorino

1 spicchio d’aglio

1/2 bicchiere di olio extra vergine di oliva

pepe nero q.b.

sale q.b.

ESECUZIONE :

Come fare il pesto genovese bello verde

1) Prima di tutto, e qui vi svelo il segreto per farlo bello verde, mettere dell’acqua in una bacinella che riporrete nel freezer fino a farla ghiacciare, meglio se inizia a solidificarsi in superficie.

2) Nel frattempo lavare il basilico e metterlo da parte su un piatto, poi private l’aglio della sua anima verde.

3) Quando l’acqua si è ghiacciata mettervi il basilico a bagno e lasciarvelo per 20-30 minuti, passato questo tempo appoggiarlo su carta assorbente da cucina senza premere.

4) Ora veniamo alla parte “clou”, (io come vi ho già detto ho usato il mixer,ovviamente se avete il mortaio tanto meglio), mettere nel mixer il Grana o Parmigiano e il pecorino, sopra mettete il basilico, poi i pinoli e l’aglio, versate circa metà quantità  di olio e iniziate a frullare, versate ancora altro olio a filo e continuare a frullare fino a ottenere una crema. In ultimo, quando il pesto è pronto unite il sale.

Quando lo dovrete utilizzare per condire la pasta mettetelo in una ciotola e versatevi un po’ di acqua di cottura della pasta e mescolate.

 

 

(Visited 4.893 times, 2 visits today)
Precedente Pasta con pesto di peperoni e mandorle con rucola Successivo Involtini di peperoni filanti impanati e cotti in forno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.