Crea sito

Pizzette fritte alla montanara

Pizzette fritte alla montanara la nuova ricetta per la rubrica l’Abruzzo in tavola. Oggi una ricetta con origini napoletane, perché? Scoprilo nell’articolo.

Pizzette fritte alla montanara

Pizzette fritte alla montanara

La pizza fritta è un must della tradizione napoletana ed abruzzese. Da noi si chiama la “pizz onte” o “pizzaonta”, ovvero pizza fritta. Si realizza con l’impasto appunto della pizza. Solitamente si prepara molto sottile e si frigge una per volta in una casseruola alta. A casa mia si faceva spesso questa variante, la pizza più spessa, e piccola come una pizzetta da passeggio. Poi si spalmava il sugo detto “sugo semplice”, ed una spolverata di parmigiano. Nel tempo ho scoperto che era una variante tra ricetta abruzzese e quella napoletana. In Abruzzo a livello culinario, abbiamo avuto molte influenze napoletane, fino a farle diventare una tradizione a parte. La “pizz onta” invece, si serve solo fritta, senza alcun condimento, e si spolvera di sale o zucchero, a seconda delle usanze e delle tradizioni della città. Mi capita a volte di leggere commenti del tipo: “Noo! i fiadoni, non si fanno cosi! La pizza fritta non si fa così!”. Ho scoperto fino ad ora ben 8 ricette di fiadoni, di cui ne ho provate 4. Che si realizzano in base alla zona, città o tradizione famigliare abruzzese. Quindi quando vediamo una nuova ricetta, molte volte è frutto di un’usanza famigliare o della tradizione territoriale. E come dice la mia coach “Open your mind!”, e papà diceva: “Magn!” o “Magnèt!”. Quindi uniamo le due cose, e facciamone tesoro!

La ricetta l’ho rispolverata dalla mia amica Fedora di Cornetto e Cappuccino, e ho visto che la faceva come mio padre! Io ho utilizzato le dosi di mio padre, solo che lui ne faceva molta di più, e la sua procedura. Mi pareva corretto nominare la cara amica food blogger, perché mi ha riportato alla mente bei ricordi dell’infanzia. 

Qui trovi il video di come sono all’interno.

Difficoltà: facile

Tempo: circa 10/15 minuti di preparazione (almeno 4 ore di lievitazione) 

Gruppo ricette: La pizza – Ricetta regionale

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 600 gr di farina 00
  • 380/400 gr di acqua
  • 5 g di lievito di birra (o lievito di birra in polvere)
  • 1/2 cucchiaino da caffè di sale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai abbondanti di olio extra vergine di oliva
  • olio di semi
  • sale fino qb
  • Sugo semplice *
  • parmigiano (io a 36 mesi)

Preparazione delle pizzette fritte alla montanara:

  1. In una ciotola unisci il lievito con poca acqua a temperatura ambiente, sciogli bene con un cucchiaino o una forchetta.
  2. Versa sulla spianatoia la farina, aggiungi l’olio ed il lievito.
    Gradualmente aggiungi l’acqua, e a seconda di come assorbe la farina, aggiungi più o meno acqua. Io ne ho usata circa 380 gr (l’ho pesata).
  3. Impasta fino ad ottenere un composto liscio ed elastico.
  4. Fai lievitare in una ciotola coperta con pellicola alimentare per almeno 4 ore o fino al raddoppio. Vedrai che si formeranno delle grandi bolle.
  5. Quando prendi l’impasto non schiacciarlo ne strapparlo, altrimenti perde la lievitazione.
  6. Piano piano con le mani cerca di allargare la pasta, poi la fai riposare un poco.
  7. Se vuoi ottenere la pizza onta, deve essere molto sottile. E vanno cotte una per volta in una casseruola alta con abbondante olio di semi.
  8. La pizza va abbassata con la schiumaiola. E gira ogni tanto fino a quanto diventano dorate.
  9. Se vuoi fare le pizzette alla montanara, possono essere leggermente più spesse (a giorni se riesco monto la video ricetta, sperando che è venuta bene). Per la procedura è la stessa. Essendo più piccole ne puoi cuocere insieme almeno 2 o 3 per volta.
  10. Una volta cotte e ben scolate, le puoi servire con qualche cucchiaio di pomodoro, e parmigiano grattugiato al momento, e con qualche fogliolina di basilico per dare l’odore.

* Per il sugo semplice, fai soffriggere la cipolla, unisci la passata di pomodoro, poca acqua e regoli di sale. Fai cuocere a recipiente coperto per circa 10 minuti, e a recipiente coperto per altri 7/10 minuti. Deve risultare leggermente cremoso, e ristretto.

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

 Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.