Orata all’acqua pazza

L’orata all’acqua pazza è un piatto di pesce molto semplice da preparare, leggero ma di gran gusto che prevede la cottura del pesce assieme ad aglio, olio e pomodorini tagliati a pezzetti.Si dice che la cottura all’acqua pazza sia stata inventata dai pescatori di Ponza, isola laziale, e che fosse diventata assai di moda a Capri grazie a Totò, che era ghiotto del pesce cotto all’acqua pazza.
Seguitemi in cucina e preparate con me l’orata all’acqua all’acqua pazza!

orata all'acqua pazza
  • CucinaItaliana

Ingredienti

2 orate (800 g in totale)
300 g pomodorini
2 cucchiai olio extravergine d’oliva
1 ciuffo prezzemolo
4 spicchi aglio
Mezzo bicchiere vino bianco
Mezzo bicchiere acqua
q.b. sale
q.b. pepe

Strumenti

Passaggi

Per realizzare l’orata all’acqua pazza cominciate dalla pulizia del pesce: squamate le orate, eliminate le pinne laterali, ventrali e dorsali, praticate un taglio sulla pancia ed evisceratele.

Lavate bene le orate sotto acqua corrente avendo cura di lavarle anche all’interno.
Mettete nella pancia un pizzico di sale, qualche fogliolina di prezzemolo, uno spicchio di aglio e disponetele in una pirofila cosparsa di olio.

Tagliate i pomodorini a spicchi e metteteli nella pirofila, aggiungete i due spicchi di aglio tagliati a fettine, il prezzemolo in foglie, il sale e il pepe, l’acqua e il vino bianco e infornate inforno caldo a a 220° per circa 20-25 minuti.

A cottura ultimata togliete le orate dall’acqua pazza, disponetele su di un piatto ed eliminate la testa, la pelle e la lisca centrale. Ottenuti i quattro filetti, disponeteli in un piatto da portata, irrorateli con il sughetto di cottura e serviteli ben caldi.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su facebook e diventa fan della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. Ti aspetto anche su Twitter, Pinterest e Instagram.

Note

Leggi anche la ricetta dello SGOMBRO LESSO oppure torna alla HOME per leggere altre ricette.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.