Come fare i garganelli

Oggi voglio farvi vedere Come fare i garganelli. Si tratta di una pasta all’uovo tipica emiliana. Io non conosco la ricetta originale, per cui l’ho fatta a modo mio. Per questo chiedo venia a tutti gli emiliani, che sono particolarmente bravi con qualsiasi tipo di pasta all’uovo. Che sia senza o all’uovo, la mia pasta fresca sono sempre stata solita prepararla con la farina di semola rimacinata di grano duro. La mia nonna la faceva così, dopo di lei la mia mamma e ora io. Le abitudini sono un po’ dure a morire, specie quando queste portano ad ottenere buoni risultati. Se voi siete soliti fare la pasta fresca con un altro tipo di farina, fate pure come volete, le dosi rimangono invariate. Si può usare tranquillamente anche una farina 00 o aggiungere a questa un 10-15% di semola. I Garganelli freschi, una volta cotti possono essere conditi con ragù o anche con un semplice sugo di pomodoro. Porterete in tavola un primo piatto da leccarsi i baffi!

garganelli (1)
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • CucinaItaliana
263,65 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 263,65 (Kcal)
  • Carboidrati 45,65 (g) di cui Zuccheri 0,65 (g)
  • Proteine 11,16 (g)
  • Grassi 3,68 (g) di cui saturi 1,38 (g)di cui insaturi 1,67 (g)
  • Fibre 1,63 (g)
  • Sodio 47,65 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per Come fare i garganelli

  • 300 gsemola rimacinata di grano duro
  • 3uova (intere)

Cosa serve per fare i garganelli

  • 1 Spianatoia
  • 1 Ciotola
  • 1 Taglia pizza
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Vassoio
  • 1 Forchetta
  • 1 Rigagnocchi

Preparazione dei Garganelli

  1. Vi dò qualche indicazione su Come fare i garganelli. Come detto sopra, la farina che uso io per la pasta fatta in casa è la semola rimacinata di grano duro. Utilizzando questa farina ho la sensazione che la pasta sia più corposa.

  2. Tuttavia, può anche essere utilizzata una farina 00 oppure questa può essere tagliata con una percentuale di semola. In tutti e due e casi, la pasta sarà buona lo stesso.

  3. Per stendere la sfoglia può essere utilizzata la macchinetta adatta, oppure si può utilizzare il mattarello. Farsi aiutare dalla sfogliatrice: è più veloce e si fatica meno.

  4. Mettere la farina su una spianatoia e creare una fontana. Sgusciare le uova e metterle al centro. Sbatterle leggermente con una forchetta.

  5. Avvicinare man mano, la farina dai bordi verso il centro. In questo modo le uova mescolandosi con la farina, prenderanno consistenza e non andranno oltre la fontana creata prima.

  6. Continuare ad impastare con le mani, fino a quando i due ingredienti si trasformeranno in un panetto abbastanza duro che si ammorbidirà un po’, man mano che si pricederà a lavorare.

  7. Lasciare rilassare un po’ l’impasto per una quindicina di minuti, coprendolo con una ciotola capovolta. Passato il tempo, riprendere l’impasto ed eventualmente, tagliarlo a pezzetti, sarà più facile stenderlo con la macchinetta.

  8. Passare la pasta tra i rulli della sfogliatrice, prima allargandoli al massimo dall’apposita manopola e poi andando a stringerli gradatamente, piegando ogni volta la sfoglia ottenuta, in modo da stenderla sia in verticale, che in orizzontale.

  9. Arrivati al penultimo spessore, mettere la sfoglia ottenuta su di un piano. Se l’impasto iniziale era abbastanza duro, non c’è bisogno di spolvero di farina, se invece non lo è, spolverare un po’ di farina sul sulla base su cui si metterà la pasta.

  10. Rifilare i bordi della sfoglia con una rondella per tagliare la pizza o con un coltello, quindi ricavarne dei quadratini di 3-4 cm per lato.

  11. Mettere i quadratini a rombo sul tiragnocchi e poggiarvi sopra il manico di un cucchiaio di legno o qualche cilindro un po’ più sottile. Dal diametro di questi dipenderà la sezione interna dei garganelli.

  12. Pressare il quadratino di pasta, in modo da formare la rigatura, quindi arrotolare su ste stesso, sfilarlo e situarlo su un vassoio ricoperto da uno strofinaccio pultito, possibilmente senza profumo di ammorbidente.

  13. I garganelli, possono essere cotti subito, buttandoli in acqua bollete e salata e tirati fuori dopo qualche minuto, oppure possono essere messi in congelatore con tutto il vassoio e dopo qualche ora situati in sacchettini da congelare e chiusi.

  14. Ora che sapete Come fare i garganelli, non avete più scuse per non mettere le mani in pasta. Buon appetito!

I consigli di Annamaria

Potete anche leggere: Le busiate Cavatelli freschi al cartoccio

Per altri Primi piatti cliccare qui

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.