Sugo al pomodoro semplice, il segreto della nonna

Il sugo al pomodoro secondo me è quanto di più mediterraneo si possa trovare sulle tavole italiane.
Un condimento a base di pomodori maturi, di quelli rossi e polposi, insaporito da carota, sedano, cipolla ed eventualmente basilico che dà quel tocco in più…
Ricordo ancora quando dormivo a casa di nonna e al mattino mi svegliavo con quel profumo buonissimo di pomodori… la nonna si alzava presto e la prima cosa chele passava per la mente era “devo mettere a cuocere il sugo”.
Non parliamo poi di quando mi avvicinavo per vedere se “era arrivato”, ovvero era cotto: ero già lì pronta con una fetta di pane e nonna me la condiva con quel ben di Dio… una roba paradisiaca.

Ecco, se vogliamo preparare un buon sugo al pomodoro secondo me dobbiamo seguire passo passo quello che facevano le nostre nonne. Mamma infatti ha imparato da lei e io le seguo a ruota 😀

La ricetta che segue è quella che nonna aveva appuntata sul suo “libricino magico” (come lo chiamavo io) e che non cambierò mai per nessuna ragione al mondo.

sugo al pomodoro

SUGO AL POMODORO SEMPLICE

INGREDIENTI
1 carota
12 gambo di sedano
1/2 cipolla
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 lt di passata di pomodoro
sale q.b.
basilico (facoltativo)

PROCEDIMENTO
Preparare il sugo al pomodoro è di una semplicità unica.
Bisogna lavare e tagliare grossolanamente la carota, il sedano e la cipolla.
Versare l’olio in un tegame, far riscaldare e aggiungere le verdure lasciando che soffriggano fino a doratura.
Un consiglio: se potete, utilizzate un tegame di coccio perché è un materiale che si presta moltissimo alle cotture prolungate e dona agli alimenti un gusto particolarmente unico.

Aggiungete ora la passata di pomodoro, salate e mescolate. Se volete dare una profumazione ancor più mediterranea, potete aggiungere anche le foglie di basilico.
Alzate la fiamma e attendete che il tutto giunga a bollore a recipiente scoperto.

Una volta raggiunto il bollore, abbassare la fiamma al minimo, coprire e lasciar cuocere per almeno un’oretta e mezzo, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Come capire che il sugo è pronto? Il trucco è osservare: quando noterete che l’olio si sarà raccolto in superficie (quindi si sarà separato dal pomodoro) allora vuol dire che potete spegnere la fiamma.
A questo punto, per non sprecare proprio nulla e far si che anche i bimbi mangino senza problemi le verdure…mia madre è solita frullare il sugo al pomodoro con un mixer ad immersione.
Il risultato? Si otterrà un condimento denso, corposo e particolarmente gustoso.

Provatelo!

CONSIGLIO LIGHT: potete evitare il soffritto e versare carota, sedano, cipolla e passata di pomodoro tutto insieme nella pentola di coccio.

sugo al pomodoro

Precedente Torta all'arancia e yogurt greco - Portokalopita Successivo Pollo alla cacciatora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.