Torta all’arancia e yogurt greco – Portokalopita

La Portokalopita è un tipico dolce greco, una torta all’arancia e yogurt greco estremamente deliziosa.
Ne ho sentito parlare la prima volta da mia sorella, questa estate, al ritorno da un viaggio a Creta.
Mi ha incuriosita molto perché lei l’ha descritta come una torta paradisiaca, dall’intenso sapore di arancia.
Mi sono ripromessa di farla a casa ma la ricetta prevede l’utilizzo della pasta fillo che qui da me è praticamente irreperibile… -.-‘
Qualche giorno fa, mentre facevo la spesa, eccola li. Nel banco surgelati. Non potevo credere ai miei occhi.
Ho trovato la pasta fillo e ne ho acquistate due confezioni (non si sa mai 😉 )
E quindi ho potuto preparare questa meravigliosa torta (pita) all’arancia (portokalo).
Per una volta devo dare ragione a mia sorella: è un dolce squisito, che si scioglie in bocca, con uno sciroppo all’arancia profumatissimo e golosissimo.
Non ci vuole molto a prepararla, seguite la ricetta che ho ripreso interamente dal sito Grecia da Scoprire dimezzando però le dosi e diminuendo leggermente la quantità di olio.

torta all'arancia portokalopita

PORTOKALOPITA: TORTA ALL’ARANCIA E YOGURT GRECO

INGREDIENTI
Per la glassa all’arancia:
200 gr di zucchero semolato
175 ml di acqua
il succo di 1/2 arancia (non gettare la buccia)
1/2 cucchiaino di cannella

Per la torta:
250 gr di pasta fillo scongelata
1 e 1/2 arance
2 uova intere + 1 tuorlo
100 gr di yogurt greco (io Total Fage)
50 ml di olio extravergine d’oliva
50 gr di zucchero semolato
1/2 cucchiaio di lievito per dolci

PROCEDIMENTO
Iniziamo con il preparare la glassa all’arancia.
Mescolare tutti gli ingredienti in un pentolino e aggiungere la buccia vuota dell’arancia precedentemente spremuta. Portare a bollore a fuoco moderato e lasciar cuocere per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto con una frusta. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

Prepariamo ora la torta.
Strappare i fogli di pasta fillo con le mani ottenendo dei pezzettini dalla forma irregolare.
Adagiare la pasta fillo così tagliata in una teglia rettangolare (15x20cm) oppure in uno stampo da plumcake 10x30cm.
La teglia va unta leggermente con l’olio prima di riempirla con la pasta fillo.

Prepariamo ora la farcia (nel frattempo, la pasta fillo asciugherà un pochino).
Tagliamo un quarto di arancia (metà della metà) e affettiamolo in fettine sottili che utilizzeremo per decorare la portokalopita.
Grattugiare la buccia delle rimanenti arance e spremerne il succo.
In una ciotola unire il succo d’arancia, le scorze grattugiate, le uova intere e il tuorlo, lo yogurt, l’olio evo, lo zucchero e il lievito; sbattere con le fruste elettriche ad alta velocità per qualche minuto in modo da ottenere un composto spumoso.

Versare il composto sulla basta fillo e mescolare con una spatola in modo che si distribuisca uniformemente. Decorare la superficie con le fettine d’arancia tenute da parte.
Infornare in forno preriscaldato a 180°C e cuocere per circa 45 minuti (la superficie dovrà risultare dorata e il centro compatto).

Una volta sfornata, versare subito la glassa all’arancia sulla torta.
Lasciar riposare per almeno 1 ora finché la glassa si sarà assorbita.
Quindi affettare la portokalopita e servire.

torta all'arancia portokalopita

Con questa ricetta partecipo al concorso IO CUCINO CON TOTAL 🙂

Precedente Ambasciatrice Mastro Lindo Gel! Successivo Sugo al pomodoro semplice, il segreto della nonna

2 commenti su “Torta all’arancia e yogurt greco – Portokalopita

  1. antonio il said:

    L’ho mangiata in Grecia e questa non ha proprio l’aspetto che dovrebbe, La pasta al suo interno sembra collosa mentre la ricetta originale e’ molto piu’ friabile.

    Come mai?

    • Pane Amore e Fantasia! il said:

      Ciao! Non saprei, a dire il vero l’originale non l’ho mai mangiata…
      Ho seguito una ricetta presa su un sito greco dimezzando però le dosi, non so dirti se è esattamente uguale all’originale ma posso dirti con certezza che è ottima!
      Si accettano suggerimenti 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.