Crea sito

Risotto ai funghi porcini (trucco cremoso senza panna e/o burro)

Il risotto ai funghi porcini è un vero must della cucina autunnale, un piatto cremoso e avvolgente che si può preparare con funghi freschi, secchi o surgelati. Se preparato con quelli freschi avrà un sapore più delicato, con quelli secchi sarà invece più potente ma altrettanto buono.
Un tempo ero solito andare per funghi e ad essere sincero avevo anche un buon occhio. Quando andavo nel bosco tornavo sempre con qualcosa di interessante nel paniere. Quest’anno invece gli impegni hanno preso la meglio e nel bosco non sono riuscito ad andare. Pensavo di doverli comprare al supermercato invece ci ha pensato il mio migliore amico ad andare per boschi e mi ha regalato un cestino di funghi porcini di castagno dal profumo inebriante. Con questi ho realizzato un paio di ricette tra cui il risotto di cui vi parlo oggi.
La ricetta è semplice e veloce. Vi svelerò un piccolo trucchetto che mi aveva insegnato mio papà per renderlo cremoso senza utilizzare panna e/o burro. Scommetto che per molti di voi sarà una vera scoperta..
Vediamo insieme come prepararlo.

Risotto ai funghi porcini
  • DifficoltàBassa
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gRiso Carnaroli
  • 4Funghi porcini (freschi)
  • Mezzo bicchiereVino bianco
  • 1 lBrodo di manzo (o vegetale)
  • 1Scalogno
  • 100 gParmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 1 cucchiaioFarina (leggi le note)
  • 1 spicchioAglio
  • Prezzemolo
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Preparazione

  1. Risotto ai funghi porcini
  2. Per prima cosa preparate il brodo, di carne o di verdura.

  3. Pulite i funghi freschi, con un coltellino raschiate il gambo per togliere sporche di terriccio. Poi pulitelo tutto bene con un pennellino e se necessario passatelo velocemente sotto un getto d’acqua corrente, quindi asciugatelo subito con un panno. Tenete presente che i funghi non andrebbero mai lavati perché si impregnano d’acqua.

  4. Tagliate la cappella e il gambo a fette non troppo sottili. Scaldate l’olio in una padella, aggiungete uno spicchio d’aglio schiacciato, poi alzate la fiamma e aggiungete i funghi tagliati. Rosolate i funghi a fuoco vivace per circa 10 minuti, poi togliete dal fuoco, salate, pepate e aggiungete del prezzemolo tritato. Tenete i funghi da parte.

  5. Tritate lo scalogno e fate imbiondire in una padella con un filo d’olio per qualche minuto. Poi versate il riso e fatelo tostare. Sfumate con il vino. Quando il vino sarà completamente evaporate coprite con il brodo e fate cuocere per circa 18 minuti, aggiungendo un mestolo di brodo di tanto in tanto se necessario.

  6. Quando il riso sarà al dente, pochi minuti prima che sia pronto, aggiungete i funghi porcini e mescolate bene, regolando di sale e pepe se necessario.

  7. A questo punto aggiungete un cucchiaio di farina e mescolate bene. La farina è un valido sostituto della panna e burro per donare cremosità.

  8. Mantecate con il formaggio grattugiato. Servite ben caldo.

Note e conservazione

In mancanza di funghi freschi potete utilizzare anche i funghi secchi: il rapporto è sempre di 1:10, ovvero 10g di funghi secchi equivalgono circa a 100g di prodotto fresco.

In alternativa potete utilizzare anche i funghi congelati.

Per donare cremosità potete utilizzare farina tipo 0, 00, integrale o di riso.

In alternativa alla farina potete mantecare con il classico burro.

Il risotto ai funghi porcini si conserva in frigorifero, in un contenitore ermetico, per 1-2 giorni.

DANICUCINA sui social

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi su Instagram e sulla mia pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato sulla mia cucina!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da daniele, DaniCucina

DANICUCINA. Ricette semplici, gustose e leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.