Crea sito

Polpette di patate senza uova

Polpette di patate senza uova

Per varie ragioni a volte siamo costretti a non usare uova nelle nostre ricette, potrebbe essere a causa di allergie, intolleranze, per scelte alimentari o semplicemente perchè mancano in dispensa.

Fortunatamente le uova si possono facilmente omettere in moltissime ricette senza pregiudicarne la riuscita, come nel caso di queste succulente polpette di patate senza uova.

Prepariamole insieme.

SEGUIMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK

Polpette di patate senza uova
  • Preparazione: 1 ora Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 700 g Patate
  • Sale
  • Prezzemolo
  • 80 g Parmigiano reggiano (grattugiato)
  • q.b. Latte
  • Pangrattato (se necessario)

Preparazione

  1. Lavate le patate e lessatele in abbondante acqua salata fino a che saranno morbidissime.

    Fatele freddare e schiacciatele con uno schiacciapatate o con i rembi di una forchetta.

    Riponete la purea di patate in una ciotola e aggiungetevi il formaggio grattugiato, un pizzico di sale, il pepe, il prezzemolo tritato e pochissimo latte ( 20 ml circa).

  2. Amalgamate con le mani tutti gli ingredienti e testate la consistenza dell’impasto se è troppo morbido aggiungete qualche cucchiaio di pangrattato.

    Formate con le palmi delle mani delle palline e schiacciatele leggermente, quindi passatele nel pangrattato.

  3. Friggete le polpette di patate senza uova in abbondante olio di semi caldo facendole dorare da ambo i lati.

    Oppure riponetele in una teglia coperta da carta forno ed infornatele per 20 minuti a 200°, rigirandole a metà cottura.

    T’invito a visitare la mia pagina Facebook dove potrai trovare tante ricette sfiziose e alla portata di tutti, lascia un like ed unisciti a noi.

    Seguimi anche sugli altri social, mi trovi su Pinterest – Instagram – Twitter

    Torna alla HOME per le altre ricette

    Leggi QUI se vuoi conoscermi meglio

Leggi anche

Pubblicato da cucinaserafina

Salve mi chiamo Maria e questo blog prende il nome della mia mamma, scomparsa troppo presto, ma che spesso rivive nella mia cucina e non solo...Naturalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.