Lattuga buona non solo all’insalata, proviamola al forno

La lattuga è una di quelle verdure che non mancano mai in casa nostra, visto che la produciamo anche noi a volte risulta essere troppa. Cosa farne allora? Ecco una ricetta che vi farà scoprire questa verdura in maniera diversa dalla classica, cioè condita a crudo con olio e sale. Questa volta proviamo a fare la lattuga in una teglia da forno come se fosse una lasagna, cioè a strati. Risulterà un piatto leggero e gustoso, vista la cottura al forno e ingredienti leggeri, solo lo speck darà un poco di grassi, ma in maniera non invasiva.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 porzioni
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Lattuga ((romana, iceberg o altra)) 2 cespi
  • Speck ((tagliato sottile)) 150 g
  • Grana padano ((grattugiato)) 150 g
  • Fiordilatte 1
  • Sale grosso q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.

Preparazione

  1. Dopo aver lavato accuratamente le foglie di lattuga, facciamole sbollentare in una pentola con acqua salata, stiamo attenti a metterne 2-3 per volta in modo da sbollentarle intere. Appena appassiscono passiamole in un cola pasta e mettiamole a scolare

  2. mentre cuociono le successive, appena pronte le altre foglie togliamo quelle dal colapasta e le mettiamo su un canovaccio e mettiamo quelle appena tolte dall’acqua. Questo lo si fa per asciugarle bene. Appena sono asciutte cominciamo a metterle nella pirofila unta con olio evo.

  3. Copriamo il fondo con la lattuga e poi aggiungiamo in sequenza: speck, mozzarella a fette, grana e un filo di olio evo. Continuiamo con le foglie che condiamo con un poco di sale e di pepe, poi andiamo avanti con gli ingredienti fino a consumarli tutti.

  4. Mettiamo la pirofila in forno caldo a 190° per 20 minuti, quando sarà dorata, spegniamo e facciamo riposare 10 minuti prima di servire.

Note

4,3 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.