Crea sito

mousse glacée alle more

La mousse glacée alle more è una spuma gelata alla frutta che ha come base un meringaggio, l’aggiunta di panna montata e la purea di frutta, aromatizzata con un po’ di limone. Insomma, è una sorta di gelato di tipo leggero o semifreddo all’italiana, delicato e molto squisito da servire come dessert nel menù della festa o in quello della domenica!

mousse glacée alle more
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la mousse glacée alle more

  • 3albumi (uova medie, circa 105 g)
  • 200 gzucchero a velo
  • 350 gmore
  • 25 mlsucco di limone
  • 300 mlpanna da montare

Strumenti

  • 1 Bilancia pesa alimenti
  • 2 Ciotole
  • 1 Pentolino
  • 1 Polsonetto
  • 1 Frusta a mano
  • 1 Termometro
  • 1 Planetaria
  • 1 Leccapentole
  • 1 Schiacciapatate (verticale o un utensile per mixare)
  • 1 Mestolo
  • 8 Coppette
  • Pellicola per alimenti

Come fare la mousse glacée alle more

Come fare il meringaggio

  1. come dividere i tuorli dagli albumi

    Per iniziare, se non avete gli albumi già separati, allora rompete le uova e dividete i tuorli dagli albumi. Il peso degli albumi corrisponde a quello di 3 uova medie.

    La classica meringa all’italiana prevede la semi pastorizzazione degli albumi montati con lo zucchero semolato utilizzando lo zucchero cotto alla piccola palla (92-94 ° Réaumur), cioè, uno sciroppo di acqua e zucchero portato a 121 °C.

    Nonostante ciò, in questa ricetta, il meringaggio viene preparato con un sistema molte facile e più veloce.

  2. miscelare gli albumi con lo zucchero a velo

    Mettete gli albumi e lo zucchero a velo nel polsonetto o in un pentolino più piccolo di quello utilizzato per scaldare l’acqua a bagnomaria. Miscelate gli albumi con lo zucchero a velo vigorosamente utilizzando una frusta a mano. La miscela può essere fatta utilizzando anche uno sbattitore elettrico o la planetaria.

  3. scaldare zucchero a velo e albumi a bagnomaria

    Di seguito, appoggiate il polsonetto sul pentolino con poca acqua calda e riscaldate la miscela a bagnomaria, rimestando continuamente con la frusta a mano fino a che il composto tende ad addensarsi.

    La espressione “bagnomaria” denomina un metodo utilizzato in cucina per conferire temperatura uniforme agli ingredienti che si vogliono cuocere, distillare o riscaldare lentamente. A tale scopo, dovete introdurre un recipiente con gli ingredienti dentro ad uno più grande contenente acqua in modo pratico e sicuro (l’acqua dovrà rimanere sempre a contatto con il recipiente più piccolo, non riempite la pentola con troppa acqua, altrimenti sborderà in fase di cottura; attualmente esistono in commercio pentole apposite per bagnomaria). Portate lentamente ad ebollizione sul fuoco (si può utilizzare anche il forno), in modo da permettere che la pentola più grande inizi a scaldarsi per prima trasmettendo il calore in modo costante ed omogeneo. L’acqua del pentolino più grande può essere riscaldata primdi introdurre il secondo pentolino con gli ingredienti.

    La temperatura della cottura a bagnomaria non deve superare i 95 °C. Per questa operazione, utilizzate il termometro da cucina.

  4. meringa all'italiana con la planetaria

    A continuazione, togliete la miscela dal fuoco e, con l’aiuto del leccapentole, trasferitela nella ciotola della planetaria. Azionate la planetaria impostandola al massimo e montate la miscela con la frusta a filo in dotazione fino a totale raffreddamento.

  5. come fare il meringaggio all'italiana

    A questo punto, trasferite la meringa nella ciotola e tenete da parte nel frigorifero. La meringa all’italiana non è una meringa da forno, si utilizza specialmente per alleggerire le mousse, i semifreddi o per la decorazione. Se non avete a disposizione una planetaria, utilizzate lo sbattitore elettrico o il robot da cucina che avete in casa.

Come montare la panna

  1. come montare la panna con la planetaria

    In seguito, lavate e asciugate accuratamente la ciotola della planetaria, Prelevate la panna da montare dal frigorifero e versatela nella ciotola della planetaria, utilizzando il coperchio paraspruzzi che vi aiuterà non solo a versare adagio l’ingrediente ma soprattutto a evitare gli schizzi durante il funzionamento dell’apparecchio.

  2. come montare la panna con la planetaria

    Azionate l’apparecchio impostandolo inizialmente a velocità media per qualche secondo. Poi, aumentate la velocità al massimo e montate la panna per 3-4 minuti fino a raggiungere la giusta consistenza: dovete ottenere una panna semi montata e non a neve.

    Non prolungate il tempo d’azione, altrimenti potresti ottenere del burro e a questo punto l’azione non è più reversibile. Tenete la panna semi montata da parte nel frigorifero e continuate a lavorare il resto degli ingredienti.

La purea di frutta

  1. schiacciare le more per fare la purea di frutta

    Mettete 300 g di more nella seconda ciotola; i 50 g rimanenti saranno utilizzati per la guarnizione del dessert una volta servito. Con uno schiacciapatate manuale verticale, pestate le more fino a ridurle in purea.

    La purea si ottiene anche schiacciando bene la frutta con una forchetta. Se desiderate una consistenza più liscia, passate la frutta con il mixer o con il frullatore ad immersione (minipimer) e poi filtrate la purea passandola con il colino a maglie strette.

Come ottenere la mousse glacée alle more

  1. incorporare gli ingredienti della mousse glacée alle more

    Adesso che tutti gli ingredienti sono stati lavorati, iniziate ad incorporarli per ottenere la mousse. Prelevate la meringa dal frigorifero, unite la purea di frutta e versate il succo di limone.

  2. come fare la mousse glacée alla frutta

    Mescolate delicatamente con il leccapentole con movimenti circolari dal basso verso l’alto fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti.

  3. mousse glacée alle more o spuma gelata alla frutta

    In seguito, prelevate la panna montata dal frigorifero e aggiungetela al composto ottenuto previamente, incorporandola bene fino a ottenere una mousse soffice e omogenea.

    Con l’aiuto del mestolo, distribuite la mousse glacée alle more trasferendola nelle coppette o bicchieri scelti adatti al congelamento. La dose consigliata per persona sono 100 grammi di composto.

    Coprite le coppette con la pellicola per alimenti e riponete nel freezer a rassodare a una temperatura compressa tra i -20/ -25 °C per almeno 5 ore.

  4. spuma gelata alle more o mousse glacée

    Prelevate la mousse dal freezer almeno 15 minuti prima di servirla, lasciandola rinvenire adagio nello scomparto del frigorifero.

    Al momento di servire, eliminate la pellicola per alimenti e guarnite il dessert con qualche mora rimasta prima di portare in tavola.

Conservazione

Ben coperta, la mousse glacée alla frutta si conserva nel freezer per circa 1 mese.

Note

E’ possibile personalizzare la mousse glacée sostituendo le more con altri tipi di frutti di bosco, come lamponi o mirtilli, o scegliere di utilizzare la vostra frutta di stagione preferita.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.