GRISSINAMISU’

I grissini sono tra i prodotti più famosi e conosciuti della gastronomia torinese.
Sono amati in tutto il mondo,hanno la particolarità di essere più digeribili e si conservano per diverse settimane senza alcun deterioramento. Spesso trovano posto sulla tavola come accompagnamento di piatti salati .
I grissini Rubatà di Chieri  ( rubatà in piemontese significa caduta o rotolato ) sono preparati con levito madre e lavorati rigorasamente a mano, assumendo così una forma nodosa . Non si devono confondere con i grissini “stirati ” di nascita recente, la cui lavorazione non avviene per arrotolamento ma la pasta viene allungata dal panificatore tendendo i lembi per tutta la lunghezza delle braccia.
Il grissinamisù è nato dalla voglia di preparare un dolce buono e senza uova. Il Rubatà grissino “pannoso” dal sapore unico e delicato, è risultato perfetto per la rivisitazione di questo dolce .GRISSINAMISU'

#RubatàH24banner rubata

GRISSINAMISU’

Ingredienti per 4 persone :

200 g Grissini Rubatà
500 g di mascarpone
12 cucchiai di latte
3 -4 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
pizzico di sale
cacao amaro

Per aromatizzare i grissini
250 ml di latte
vaniglia
2 cucchiai rasi di zucchero a velo

Preparazione :
In una ciotola o planetaria, versare il mascarpone , cucchiai di latte , sale e zucchero a velo , mescolare delicatamente per qualche minuto fino a che tutti gli ingredienti risultano ben amalgamati e formato una soffice crema .
Scaldare il latte con la vaniglia , spegnere e aggiungere lo zucchero a velo. Inzuppare i grissini per qualche minutoGRISSINAMISU' PASS 2
Sistemare i grissini sul fondo di un piatto , ben allineati tra loro e ricoprire con un generoso strato di crema . Ripetere allo stesso modo con un altro strato di grissini e crema , completare il dolce con una spolverata di cacao amaro.

Segui la pagina Il Leccapentole E Le Sue Padelle, trovi ricette e tante novità!GRISSINAMI SU FOTO 2

Precedente GNOCCHI DI POLENTA AI FORMAGGI Successivo FOCACCIA DOLCE CON MELAGRANA