IMG_0178

 

Era da un po’ di tempo che volevo preparare la crostata cappuccino. L’avevo vista realizzare dalla mia amica Liliana e da allora avevo appuntato la ricetta su un foglio di carta. Poi ci sono state le feste natalizie e sono stata alle prese con le ricette tipiche di Natale e non ho avuto più occasione. Infine, ho visto anche la versione realizzata dalla Simo del blog Simo’s cooking e da quando l’ho rivista non sono riuscita più a staccarla dalla mente, eheh! Poi io adoro il caffè ed il cappuccino, quindi pensate un po’ come mi è costato rimandare…

E come scrive Oscar Wilde, l’unico modo per resistere ad una tentazione è… cedervi! Ed eccomi qua, con la mia crostata cappuccino, finalmente!

IMG_0183

La ricetta è piuttosto simile a quella di Simona, ho utilizzato una base morbida per crostate, utilizzando il cacao amaro anziché il cioccolato fondente e non c’è il burro (ho, infatti, realizzato la californiana al cacao senza burro). Ho adottato anch’io l’idea di farcire la base morbida cioccolatosa con una a dir poco fantastica ganache cappuccino, cioè al cioccolato bianco e caffè (da provare assolutamente!).

Ho spolverizzato con il cacao amaro come si fa appunto con il cappuccino e ho deciso di render questo dolce ancor più goloso con una glassa morbida al cioccolato (glassa Faggiotto), mettendola al centro, a mò di “pozzanghera” cioccolatosa. ^_^

Che dire, è stato un successone e ve la consiglio vivamente!

Ingredienti per uno stampo di 28 cm

  • 110 g di farina 00
  • 50 g di cacao amaro
  • 75 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova intere
  • 70 ml di olio di semi*
  • vaniglia (un cucchiaino di estratto)
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci (circa 8 g, mezza bustina)
  • circa 50-60 ml di latte

*io ho usato l’olio di semi di mais

Ingredienti per la ganache cappuccino

  • 300 g di cioccolato bianco (io 250 g)
  • 100 ml di panna fresca
  • 50 ml di caffè espresso

Ingredienti per la bagna (facoltativa)

  • 50 ml di latte
  • 1-2 cucchiai di Baileys

Ingredienti per la glassa lucida e morbida (facoltativa)

  • 58 ml di acqua
  • 50 ml di panna fresca liquida
  • 25 g di cacao amaro
  • 75 g di zucchero
  • 2 g di colla di pesce (1 foglio Panangeli)

E, in più:

  • stampo furbo per crostate
  • cacao amaro per spolverizzare
  • ultimi 50 g di panna fresca montata (per decorare)

Preparazione

Il procedimento per la base morbida è descritto qui con tutorial fotografico). Montare con le fruste elettriche le uova intere con il sale e lo zucchero fino a renderle ben spumose. Aggiungere la vaniglia, l’olio di semi e continuare a montare con le fruste a velocità più bassa.

Infine, unite le polveri setacciate: la farina, il cacao ed il lievito.

Aggiungere per ultimo il latte. La consistenza dell’impasto non deve essere nè troppo liquida nè troppo densa. Io ho aggiunto indicativamente 50 ml di latte (una tazzina), voi regolatevi in base alla consistenza che otterrete. Amalgamare bene il tutto. Versare l’impasto in uno stampo per crostate da 28 cm precedentemente imburrato e infarinato (io uso lo spray staccante).

Livellare con una spatola ed infornare in forno statico preriscaldato.

IMG_0157

 

Cuocere la base morbida per crostate a 180° per 20 minuti circa. Vale, come di consueto, la prova stecchino. Sfornate e lasciate raffreddare. Fate intiepidire un po’ e capovolgete la base morbida per crostate su un vassoio da portata.

IMG_0162

Prepariamo la ganache al cappuccino.

Il procedimento con tutorial fotografico è qui. Mettere in un pentolino la panna ed il caffè ed accendere il fuoco medio. Portare a leggero bollore, spegnete la fiamma e versatevi il cioccolato bianco spezzettato. Mescolate energicamente fino a che il cioccolato non si sarà sciolto e il tutto sarà liscio ed omogeneo. Far raffreddare mescolando di tanto in tanto.

 Assemblaggio finale

Preparare la bagna (non è necessario, la base è già umida di suo), aggiungendo il Baileys al latte e mescolare. Ho passato delicatamente sulla superficie della base un pennello intinto nella bagna, insistendo sui bordi. Volendo, potreste omettere questo passaggio.

Quando la ganache si sarà un po’ rappresa e raffreddata, versatela all’interno della scalanatura.

IMG_0169

Versare la ganache un po’ alla volta per evitare che strabordi. Quindi, piano piano, finchè non avrà riempito tutto l’incavo.

Riporre la crostata così farcita in frigorifero per qualche ora.

IMG_0170

Ora potete decorarla a piacere, con ciuffi di panna, chicchi di caffè al cioccolato, gocce di cioccolato bianco e nero, etc. Io l’ho arricchita in questo modo.

Ho preparato una glassa lucida e morbida (ha tipo la consistenza di un budino). Il procedimento con tutorial fotografico è qui.

Mescolare in un pentolino gli ingredienti secchi: cacao amaro e zucchero. Intanto, tenete in ammollo in acqua fredda la gelatina. Unire alle polveri gli ingredienti liquidi, e cioè acqua e panna fresca, versandoli a filo piano piano, mescolando continuamente con una frustina per non fare grumi. Ponete sul fuoco mescolando continuamente. Quando arriva al punto di ebollizione, attendere qualche minuto, quindi spegnete la fiamma e fate intiepidire un po’. Quindi, unite la colla di pesce ben strizzata e mescolate bene per farla sciogliere del tutto.

Mescolate e far raffreddare la glassa ancora prima di utilizzarla. Ma in ogni caso sempre prima che si rapprenda del tutto, altrimenti avrete difficoltà a farla colare sul dolce.

DSCN7017

Spolverizzate con il cacao amaro la superficie della ganache al cappuccino.

Montate la panna (che vi avanzerà) e mettetela in una siringa per dolci. Formare un fiore o un motivo al centro del dolce, creando un “perimetro” all’interno del quale colerete la glassa lucida. Con il resto della glassa create dei dischetti da mettere lungo il bordo, oppure fare quello che vi suggerisce la fantasia.

Oppure decorate a vostro piacere la crostata! Riporre di nuovo in frigo fino al momento di servire la crostata al cappuccino.

IMG_0175

La base cioccolatosa crea con la ganache al cioccolato bianco e caffè, che ricorda il sapore del cappuccino appunto, un accoppiamento davvero speciale.

Il tutto è arricchito dal cacao amaro spolverizzato e una golosa e morbida glassa centrale!

IMG_0179

Servire porzioni abbondanti, non vi basterà una fettina piccola!

Che ne pensate?

IMG_0188

Vi ho convinti?

Siete ancora perplessi su quale dolce preparare?

IMG_0187

Ora si forse? 😉

 

2015-01-12 14.46.17

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.