Variabilicontaminazioni.blog

La peperonata di Carmagnola…

E i suoi peperoni

Siamo in provincia di Torino nella città di Carmagnola…La città dei peperoni…del peperone

Dal mattino presto mi sono recata sul posto volevo “toccare con mano” La fiera del peperone https://www.facebook.com/fiera.peperone

Naturalmente ho fatto un giro nel centro storico, con edifici sacri e non risalenti ai primi anni del rinascimento.

Mi sono soffermata sulle chiese che si fanno notare in bellezza, case antiche e piazze circondate da edifici storici.

Carmagnola è una piccola cittadina piemontese, non lontana dalla sua città metropolitana, Torino. Il centro storico è un concentrato di bellezza e storia. Dalla chiesa di San Filippo, San Rocco…Il Palazzo delle Meridiane e la Casa Cavassa. L’area Mercatale e il Castello di Carmagnola ora sede dell’amministrazione comunale. Ho fatto visita al Museo Civico Navale e il Palazzo Lomellini oggi sede della Galleria di Arte Contemporanea

https://www.comune.carmagnola.to.it/it-it/vivere-il-comune/cosa-vedere/chiesa-di-san-filippo-sec-xvii-

https://www.comune.carmagnola.to.it/it-it/vivere-il-comune/cosa-vedere/chiesa-della-confraternita-di-san-rocco-sec-xvi-xvii-

Sono rimasta affascinata da questa cittadina che ben presenta la sua architettura. Tra mostra del peperone e leccornie varie ho portato a casa nuove ricette e un bagaglio di nuove meraviglie del nostro territorio piemontese

Naturalmente non mi sono fatta mancare i peperoni…E dopo avere girato in lungo e largo ho fatto scorta di splendidi peperoni…Con due…tre…forse più ricette nella testa.

Oggi vi scrivo della peperonata…Un piatto semplice quanto buono. Seguiranno altre ricette che vi racconterò prossimamente…

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàEstate

Ingredienti

Peperoni di Carmagnola…Naturalmente vanno bene tutti i peperoni

1 kg peperoni
50 g cipolla (1 cipolla piccola)
8 foglie basilico
200 g salsa di pomodoro (Oppure se preferite pomodori pelati.)
1 q.b. sale (Salate quanto basta)
20 cl olio di oliva

Strumenti

Casseruola

Passaggi

Tagliate i peperoni e la cipolla a striscioline e rosolate in olio caldo

Non fate cuocere molto, cinque minuti circa e poi unite la salsa di pomodoro e il basilico.

Far cuocere per mezz’ora circa. I peperoni dovrebbero restare sodi.

Aggiustare di sale e portare in tavola.

Nelle fotografie le quantità sono superiori. Ho fatto la scorta di peperonata per poterla conservare in freezer o in vasetti sottovuoto (Versate la peperonata bollente nei vasetti sterilizzati e fate bollire in acqua per venti minuti) Si mantiene per un anno e anche più ed è ottima. Io ho tagliato a filetti sottili per mio gusto personale, voi tagliate se preferite a tocchi non piccolissimi, come tradizione vuole.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Enza amante della vita all’aria aperta e della natura da cui trae ispirazione per i suoi hobby Da pochi anni ha smesso di cucinare, pur restando con la testa e il cuore nel mondo del cibo. Specializzata nella cucina tipica piemontese, rustica. Ha collaborato come coach organizzando corsi di cucina. Appassionata di erbe spontanee mangerecce che utilizza e risalta nelle sue preparazioni La passione e la ricerca del buon cibo fanno da base. Coltiva il suo orto, con una particolare attenzione alle erbe aromatiche, alleva le sue ”polle” per avere uova fresche. Insieme al marito ha trasmesso la stessa passione ai figli che conducono le proprie aziende agricole, con allevamento ovino e caprino e produzione di formaggi e carni. Nasce o meglio rinasce come autrice, in tempo di “clausura” dovuti a molteplici fattori. Scrive e descrive con passione; le sue poesie raccontano stati d’animo e sensazioni. Non sempre elaborati sulla propria persona, ma come riflesso della nostra società. Un gioco di parole, consapevole a volte ripetitivo, poiché innamorata delle parole stesse. Riporta ciò che la circonda, nella quotidianità, tra la folla o semplicemente nelle sue peregrinazioni nella natura. Solitaria seppur estroversa, poliedrica nei suoi interessi, che mette in risalto in momenti alterni; tutti legati da un filo conduttore, il legame con la terra e le emozioni; che interagiscono con il plasmare forme ceramiche o legnose oppure circondarsi di sassi e forme naturali. Confluisce la stessa passione nel rapporto con le erbe, le piante e la cucina, passando per la musica i libri e la curiosità… Nel tempo libero si occupa di trascrivere il suo mondo sul blog Variabilicontaminazioni.blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »