Pane a lievitazione naturale con pasta madre

Pane a lievitazione naturale con pasta madre, una scoperta eccezionale grazie ad un regalo di Natale! Ed un regalo non si rifiuta mai! Ne ho sempre sentito parlare ma non ho mai avuto il coraggio di impegnarmi attivamente. Parliamoci chiaro, la pasta madre è come una creatura, un animaletto che va aiutato a crescere, dipende da tutto e per tutto da te. Quasi come avere in casa un cucciolo di animale… cane o gatto. Dopo diversi tentativi e mesi di lavorazione finalmente iniziano anche le soddisfazioni. Oggi ho preparato il pane dopo aver rinfrescato la pasta madre, operazione veramente facile e se poi aggiungi il fattore amore diventa tutto più semplice. Non ho detto perfezione, ma sono sicura che pian pianino ci arriveremo! Oggi finalmente vi posto la ricetta del mio pane a lievitazione naturale con pasta madre.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
255,03 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 255,03 (Kcal)
  • Carboidrati 51,72 (g) di cui Zuccheri 2,31 (g)
  • Proteine 10,16 (g)
  • Grassi 1,47 (g) di cui saturi 0,03 (g)di cui insaturi 0,14 (g)
  • Fibre 5,31 (g)
  • Sodio 518,35 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 120 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 300 gfarina di grano duro
  • 500 mlacqua
  • 110 glievito madre
  • 1 cucchiainomiele di acacia
  • 12 gsale
  • 50 gcrusca di frumento
  • 350 gfarina Manitoba

Strumenti

  • Planetaria
  • Spianatoia

Dopo aver rinfrescato la pasta madre, la lascio riposare fuori dal frigo per quattro o cinque ore. Giusto il tempo per farla raddoppiare.


  1. Inizio mettendo il panetto di pasta madre in acqua tiepida insieme al miele.

  2. Direttamente con la mano faccio sciogliere in acqua il panetto di pasta madre.

    In planetaria metto le due farine con la crusca, mescolo e inizio ad aggiungere l’acqua in cui ho fatto sciogliere la pasta madre.

    Avvio la planetaria per trenta minuti a media velocità. Aggiungo anche il sale.

    Trascorso il tempo verso l’impasto sulla spianatoia e ad intervalli di trenta minuti e per tre volte faccio una serie di pieghe.

  3. Copro e sistemo nel cestino l’impasto a riposare e per tutta la notte a temperatura ambiente.

  4. La mattina dopo, accendo il forno a 240° modalità vapore/ventilato e capovolgo il pane ormai formato sulla placca con carta forno.

    Incido il pane.

    Faccio cuocere per 30 minuti a 240°, successivamente senza vapore e solo ventilato, 30 minuti a 200° e per concludere con lo sportello del forno semi aperto con un cucchiaio di legno per 20 minuti a 180°

  5. Questa e l’alternativa per chi ha un classico forno statico e ventilato. Cuocete il pane in pentola con coperchio per 30 minuti a 240°, i successivi 30 minuti a 200° senza coperchio. Successivamente a 180° con lo spiffero (con il cucchiaio di legno sullo sportello del forno) per 20 minuti.

  6. Hai visto quanto è semplice preparare il pane a lievitazione naturale con pasta madre.

SEGUIMI

SEGUIMI SU FACEBOOK, INSTAGRAM, PINTEREST E SU TWITTER.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!