Marmellata, kiwi e zenzero

Marmellata di kiwi e zenzero: un concentrato di bontà, tutto genuino, amico della nostra linea!

La marmellata che vi propongo oggi, ha un sapore fresco e intenso, non contiene zucchero aggiunto, ma solo quello naturalmente presente nella frutta ed ha numerose proprietà benefiche, utili al nostro organismo. E’ ricca di sali minerali e vitamine  😀

Il frutto del kiwi è originario della Cina, dove veniva coltivato già 700 anni fa. Successivamente si è diffuso in Europa verso la fine del ‘900, soprattutto in Italia che ne è il maggior produttore mondiale!

Il kiwi è un frutto a basso contenuto calorico ed è particolarmente ricco di vitamine, soprattutto della vitamina C utile a rafforzare il nostro sistema immunitario, oltre alla vitamina E, utile per proteggere il nostro corpo dalle conseguenze dell’invecchiamento dei tessuti.

Inoltre è un frutto povero di sodio, ma ricco di potassio, caratteristica che permette di riequilibrare il livello di importanti minerali nella nostra alimentazione. Altri sali minerali generosamente offerti da questo potente antiossidante naturale sono il ferro, il calcio e fosforo!

Lo zenzero è una spezia originaria dell’India e della Malesia,  dalle mille e più proprietà curative per il nostro organismo!

E’ ricco di acqua, proteine e amminoacidi oltre a sali minerali come il manganese, magnesio e zinco. 

Aiuta a combattere l’ipertensione ed il colesterolo alto, inoltre è un ottimo digestivo e stimola il metabolismo!

Le belle qualità dello zenzero non finiscono qui, io ve ne ho accennate solo qualcuna … perché vorrei spiegarvi come fare la marmellata!

Siete d’accordo? Carta e penna… no dai, sono solo 4 ingredienti, ce la possiamo fare a ricordarli a memoria!

Trovi le miei ricette anche sulla mia pagina Facebook @unoduetresimangiablog, seguimi! Basterà mettere un MI PIACE alla pagina per ricevere ogni nuova ricetta che pubblicherò! Naturalmente è gratis! 😀

 

 

 

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni2 vasetti medi
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgkiwi (maturi)
  • 1 bustinaPectina ((gelificante naturale per marmellate – in alternativa utilizzate una mela))
  • Zenzero fresco (circa 10 cm di radice)
  • Succo di limone (1/2 limone)

Preparazione

  1. Prepariamo la marmellata di kiwi e zenzero in questo modo:

    Sbucciamo i kiwi e tagliamoli a pezzettini, eliminando la parte bianca centrale. Versiamoli in un pentolino e uniamo la radice di zenzero grattugiata, dopo averla prima privata della buccia (ci basterà grattarla via con un coltello).

    Uniamo al tutto il succo di mezzo limone spremuto, facendo attenzione a scartare i semi.

    Aggiungiamo la pectina e cominciamo a cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti, mescolando continuamente.

    Se vogliamo dolcificare la marmellata con lo zucchero, aggiungiamo alla frutta 400 grammi di zucchero di canna o di zucchero semolato (a nostra scelta), prima di avviare la cottura.

    Per ottenere una marmellata senza pezzi di frutta, possiamo renderla più omogenea tritando il tutto con un minipimer.

    Verifichiamo la consistenza della marmellata facendo la prova del piattino come ho spiegato nella ricetta della marmellata di albicocche, cioè versiamo un cucchiaino di marmellata sul bordo di un piattino e poi incliniamolo. Se la marmellata non cola, vuol dire che è pronta!

    Dopo la prova del piattino, se necessario prolunghiamo la cottura per 5 minuti o fino alla consistenza desiderata.

    Se non utilizziamo la pectina in bustina, possiamo utilizzare una mela con la buccia, unendola tagliata a tocchetti alla frutta, all’inizio della cottura.

    Quando la marmellata avrà raggiunto la consistenza desiderata trasferiamola in barattoli di vetro sterilizzati quando è ancora bollente, chiudiamo ermeticamente con il loro coperchio e riponiamoli a raffreddare a testa in giù coperti con uno strofinaccio.

    Quando i barattoli saranno completamente freddi, potremo disporli in dispensa.

    Amici la ricetta è finita e spero vi sia piaciuta! Come vedete, abbiamo cucinato in modo facile, contando fino a 3 il gioco è fatto…. proprio come il mio blog! 1..2..3.. si mangia! 

    Vi aspetto per la colazione con fette biscottate e marmellata!

    Naturalmente per ogni dubbio, domande e chiarimenti, potete scrivermi sua mia pagina @unoduetresimagiablog, sarò lieta di rispondervi!

    Grazie per la vostra lettura, appuntamento a prestissimo con un altra buonissima ricetta, sempre testata dalla sottoscritta e dalle sue cavie in famiglia! 😀

    Un abbraccio!

Come fare per sterilizzare i vasetti

  1. Ci sono vari metodi per sterilizzare i vasetti di vetro.

    Vi spiegherò il modo classico, come ho visto fare sempre da mia mamma e mia nonna, quando facevano la marmellata o la conserva di pomodoro oppure  le conserve sott’olio.

    Allora.. fate così:

    Prendete una pentola con i bordi alti e riempitela d’acqua fino a ricoprire bene tutti i barattoli, facendo attenzione a mettere degli stracci fra di loro in modo che toccandosi durante la bollitura non si rompano. Accendete il fuoco e portate bollore.

    Quando comincerà bollire, abbassate il fuoco e lasciate “in cottura” per mezz’ora. A 20 minuti di cottura unite anche i coperchi.

    Trascorsi i 30 minuti, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

    Quando saranno tiepidi, prendete vasetti e coperchi e fateli scolare capovolti, oppure in forno acceso al minimo. Una volta asciutti, usateli per metterci dentro la marmellata. 😀

     

Consiglio di bellezza 😉 …..

Sapete che il kiwi può essere utilizzato anche per preparare dei trattamenti di bellezza casalinghi?

Potere realizzare una veloce maschera per il viso purificante e super idratante! Come?

Schiacciate con la forchetta la polpa di un frutto molto maturo e mescolatela con un cucchiaino di mandorle dolci. A questo punto potete stenderla sul viso e lasciarla agire per 15 minuti, dopoché risciacquate il viso con acqua tiepida!

La vostra pelle sarà luminosa, morbida e purificata! 😀

 

 

Precedente Marmellata di albicocche, e pesche Successivo Parmigiana, ricetta con  melanzane grigliate

Lascia un commento