Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli

Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli

Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoliRigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli…e dire che la rucola l’ho odiata per tanto tempo.
tipo fino a….ieri.
più o meno. non è che mi sono segnata la data in cui abbiamo fatto “pace”.
in realtà non ci vado ancora d’amore e d’accordo al 100%.
diciamo che ci sopportiamo a vicenda.
non riesco a mangiarla così, al naturale, a insalata, senza niente a smorzare il suo sapore estremamente amaro.
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinolima comincio a tollerarla – cosa che prima invece non riuscivo proprio a fare – se abbinata ad altri ingredienti, che mi facciano sì intuire il suo sapore, ma magari lo smorzino o addolciscano, come in questo caso il philadelphia, che è uno dei miei formaggi preferiti.
è proprio vero che crescendo i gusti cambiano e si affinano, e sono sicura che verrà il giorno in cui sarò in grado di mangiare anche una bella insalata di rucola. nuda e cruda.
ma quel giorno non è ancora arrivato.

Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli

Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinolie per adesso andiamo per gradi, ci studiamo a vicenda, cerchiamo di fare amicizia…. gradatamente, con un po’ di diffidenza…
nel frattempo così vi ho preparato dei buonissimi Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli. dove il sapore della rucola è presente, ma non invadente…e se piacciono a me, è una garanzia 😛
questi Rigatoni sono semplicissimi da preparare.
mentre si cuoce la pasta (che impiega un pochetto, i rigatoni sono belli spessi), si prepara il sugo a freddo. Chiamarlo pesto mi sembra eccessivo, anche se ci sono i pinoli e un qualcosa di verde e “foglioso”, ho deciso di chiamarlo crema, perchè cremosa è la sua consistenza, donata dal formaggio spalmabile.
Si mette tutto nel mixer e si frulla, in 2 minuti è pronto per condire la pasta.
Si aggiunge un po’ di acqua di cottura per renderla morbida e liscia, et voilà, un piatto fresco, veloce e gustoso, senza impazzire troppo, senza accendere troppi fornelli (apparte quello della pasta, ma quello non si può evitare :P), leggero e dal sapore frizzante e bilanciato, grazie all’amarognolo della rucola, il dolce del philadelphia, la croccantezza dei pinoli.

Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli

 

Ingredienti per 2 porzioni di Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli:

  •  una manciata di rucola + q.b per guarnire
  • 40 gr di pinoli + q.b. per guarnire
  • 80 gr di philadelphia
  • 1 giro d’olio d’oliva extravergine
  • sale
  • pepe
  • 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta
  • 160 gr di rigatoni

Procedimento:

Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli
Rigatoni con crema di rucola, philadelphia e pinoli

Cuocere i rigatoni al dente, impiegano circa 12-14 minuti (dipende dalla marca), nel frattempo preparare la crema di rucola, philadelphia e pinoli.
In un mixer mettere una manciata di rucola, io ho fatto ad occhio, la quantità che mi stava in una mano chiusa a pugno e unire 40 gr di pinoli.  Aggiungere anche il philadelphia, il sale, il pepe, e un giro d’olio.
Far andare le lame, il composto sicuramente sarà troppo denso, così unire 2 cucchiai di acqua della pasta e mixare di nuovo.
Otterrete una salsa morbida e cremosa, dal bellissimo colore verde mela.
Mettere da parte, finire di cuocere la pasta, scolarla ma tenere da parte un bicchiere di acqua di cottura, nel caso la salsa sia sempre troppo densa.
In una ciotola unire la pasta assieme alla crema di rucola, philadelphia e pinoli, mescolare con cura, e nel caso aggiungere un altro cucchiaio o due di acqua di cottura, servirà a mantenere la salsa cremosa, e non si indurirà neppure dopo un notevole riposo (io l’ho fotografata e 20 minuti dopo era ancora bella cremosa).
Guarnire con qualche foglietta di rucola tagliata con le forbici e dei pinoli.
E’ ottima calda, ma devo ammettere che è molto gustosa anche da fredda 🙂

10 Comment

  1. Stella says:

    Ciao e bentrovata con un primo stavolta!!!!!
    Domandina:ma sei o mettessi lo stracchino al posto del philadelphia secondo te legherebbe col resto?? Buonissimo il philadelphia ma ho lo stracchino iniziato e quasi quasi….Buona serata! !

    1. undolcealgiorno says:

      “ma ho lo stracchino iniziato e quasi quasi” ahahah mi hai fatto troppo ridere XD
      mah senti, io adoro lo stracchino…sicuramente male non ci sta XD
      l’unica cosa è che potrebbe cambiare il gusto (lo stracchino è + acido del Philadelphia che invece è dolciastro e bilancia meglio l’amarognolo della rucola) e anche un po’ la consistenza, dato che è più denso e meno cremoso e spalmabile del Philadelphia.
      ma io ho questa filosofia: tentar non nuoce, soprattutto in cucina 😛
      le migliori ricette nascono o da errori o da stravolgimenti di ricette originali 😛
      quindi io tenterei, perché no? 🙂

  2. Stella says:

    Ciao! Per le.nostre comuni origini avrei potuto anche scrivere “incominciato” ma sono trattenuta!!!!!!
    Anche io ero.scettica per il fatto dell’acidità dello stracchino ma provo dai!!!! Dagli esperimenti e dagli errori sono nate grandi cose no????ti faccio sapere!!!
    Grazie…buona.giornata!

    1. undolcealgiorno says:

      ahahah non ti trattenere, questo blog è il festival della toscanità, quindi “bando alla ciance” e deh fai quel che vuoi… XD
      fammi sapere cosa t’è uscito 😛
      buona giornata anche a te <3

  3. Stella says:

    Deh allora non ci trattenimento! ! Oggi ho avuto un previsto ma domani ci provo!!!!!
    Grazie per le ricette e per la simpatia!
    A presto
    Buona serata!

  4. Stella says:

    Eccoci con l’esperimento sperimentato!!!ho appena frullato tutti gli ingredienti e ti dirò che l’acidità dello stracchino non si sente al punto da disturbare. .il problema forse è l’amalgama ma con un pò d’acqua calda tutto si è aggiustato!!! Io uso una particolare marca di stracchino che non so se posso dire (non so quali siano le.regole di blog e simili) che cmq non è così acido!
    Quindi che dire?grazie ancora!un altro centro
    A presto!

    1. undolcealgiorno says:

      ottimo, felice che l’esperimento sia stato un successo!
      anche io con il Philadelphia ho aggiunto un po’ di acqua di cottura, è normale, rende la salsina più cremosa e fa sì che non asciughi troppo quando unisci la pasta!!!
      sì tranquilla, non ci sono problemi a dire le marche, anche io spesso consiglio prodotti se ne uso alcuni specifici che sono necessari per la riuscita della ricetta 😛
      ciao e a presto 🙂
      buona week end!

  5. Stella says:

    Sì! Sono stata felice del risultato. Io uso lo stracchino Nonno Nanni che è anche il preferito del mio bimbo proprio perché non ha quel gusto a volte pungente dello stracchino!
    Al prox esperimento!
    Buon we anche a te!

    1. undolcealgiorno says:

      uh buonissimo! anche a me piace lo stracchino non troppo acido! e mi piace quello cremoso…ho scoperto quello della pettinicchio (mi sembra ci sia scritto cuore tenero, o morbido, non ricordo!) è spettacolare!
      io poi sono formaggio-dipendente XD
      anche perché sono allergica al pesce, e la carne non è che la amo particolarmente…
      infatti se noti non c’è un solo piatto di pesce sul blog, e pochissimi secondi in genere 😛

  6. Stella says:

    Provo a cercarlo e lo provo!!!! Essere allergici al pesce abitando sul mare non.è il massimo!!!! Per la carne mi trovi d’accordissimo e infatti la ricerca dei secondi per i miei menu di carne è tragica!!!
    Ancora Buon fine settimana e aspetto con ansia un tuo nuovo post

I commenti sono stati chiusi.