Pane e marmellata dei tempi moderni

A lungo ho pensato se pubblicare questa ricetta oppure no.
alla fine, mi dicevo, è solo pane e marmellata.
il pane è pane, e almeno che non ve lo facciate a casa non ha niente di particolarmente speciale, la marmellata pure quella, mica l’ho fatta io? marca Conad. pure buona.
il philadelphia, figuriamoci. lo fa la Philadelphia….la ditta, quella famosa. quindi…ecco.
non c’è molto di me in questo pane e marmellata dei tempi moderni.
se non appunto l’accostamento dei sapori. ossia abbinare il philadelphia al posto della classica ricotta che è spesso usata nel pane e marmellata, il modo di servirlo, io che amo le monoporzioni e le cose mignon (visto che si tratta di mini burger)…e anche l’idea…
ossia di prendere un panino – il burger bun – che è stato progettato specificatamente per una farcitura salata, e renderlo dolce.
e la cosa incredibile è che la farcitura dolce ci sta benissimo.
non ve lo aspettavate eh?
neppure io 😛
anzi no, in realtà me lo aspettavo.
perchè il buger bun è dolciastro come sapore, e immaginavo che un ripieno dolce avrebbe esaltato questo suo lato.

Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni

ho voluto chiamarlo pane e marmellata dei tempi moderni perchè il pane e marmellata era la merenda dei MIEI tempi. anni 80, intendo.
dove tutto era diverso.
tutto scorreva ad un ritmo completamente differente.
niente internet, niente videogiochi, niente cellulari, molte giornate passate all’aperto, le mamme ancora a casa a cucinare (poche all’epoca lavoravano) e si faceva il pane in casa, e addirittura la marmellata a volte, e quindi merende salutari, fatte di pane olio e pomodoro strusciato, pane latte e zucchero, pane burro e zucchero, pane ricotta e marmellata.
niente merendine. niente prodotti industriali.
un po’ di nostalgia mi assale, erano bei tempi se torno indietro col pensiero.
e così oggi anche il pane e marmellata può cambiare.
e diventare “dei tempi moderni”
fatto con pane industriale. marmellata industriale. formaggio industriale. e pure zucchero industriale. perchè non c’è zucchero più raffinato di quello a velo.
e in formato finger food. che negli anni 80 mica ce l’avevamo il finger food?
cioè c’era pure, le cose monoporzione esistevano anche…ma semplicemente non si chiamavano fingerfood!
ma il sapore. se chiudete gli occhi…quello riesce ancora a riportavi indietro, a quei sapori genuini….a quelle merende pantagrueliche…a quei ricordi che difficilmente si dimenticano.
che aggiungere?
penso che tutti abbiate assaggiato il pane e marmellata e che non abbia bisogno di grosse descrizioni XD

Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni

ho usato una marmellata di mirtilli, ho zuccherato il philadelphia che è diventato molto cremoso (quasi una crema di formaggio dolce), consistenza che è molto gradevole quando si morde il panino.
troverete la sofficezza del bun, resa leggermente fragrante da una breve passata in forno, la granulosità della  marmellata che contiene qualche pezzetto di frutta, e la cremosità del formaggio, che si andranno a fondere in una piacevole consistenza morbida e avvolgente in bocca.
Fino ad ora ho usato sempre il termine MARMELLATA, anche se non è il termine giusto, ma non volevo rovinare la poesia.
Pane e confettura non si può sentire. fa male alle orecchie.
ma la marmellata è quella di agrumi, mentre la confettura è quella del restante tipo di frutta. cosa che non tutti sanno, quindi generalmente viene chiamata tutta marmellata, ma non è il termine tecnico esatto.
Nel 1982 – guarda caso l’anno in cui sono nata, e qui il cerchio si chiude – è stata stabilita la differenza tra i due termini.

Ingredienti per Pane e marmellata dei tempi moderni:

  •  una confezione da 8 miniburger (peso totale circa 200 gr, tipo questi)
  • 2 confezioni di philadelphia da 80 gr
  • 4 cucchiaini colmi di zucchero a velo
  • confettura di mirtilli q.b.

Procedimento:

Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni
Pane e marmellata dei tempi moderni

Tagliare in due tutti i mini burger e passarli in forno fino a che la parte del taglio non diventa leggermente croccante al tatto.
In un piatto schiacciare il philadelphia e unirvi lo zucchero a velo. Mescolare bene fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo.
Togliere il pane dal forno e sulla base spalmare la marmellata (per me di mirtilli, ma potete usare quella che preferite) sul coperchio la crema di formaggio dolce.
Chiudere il panino e gustare subito, ancora leggermente tiepido.
E’ una merenda perfetta per i più piccoli, ma anche i grandi l’adoreranno.

 

6 Comment

  1. gelsia says:

    Bè,sei incredibile! Mi hai fatto venire una voglia di provarla!! Brava,sei proprio brava! Io adoro il philadelphia …dolce!

    1. undolcealgiorno says:

      ihihi grazie 🙂
      beh….si vede che è arrivato il caldo? si vede che non c’ho più un cavolo di voglia di accendere il forno e mi sto dedicando solo a ricette supersemplici? 😛
      perchè di fatto questa è una non-ricetta, più che altro un’idea su come abbinare vari ingredienti.
      ma penso che sia anche questo il ruolo di una blogger. dare degli spunti, e non dedicarsi solo a cose super complicate.
      alla fine qui, sul blog, ci finisce tutto – o quasi – quello che mangio. e mangio anche cose semplici, di tutti i giorni. come chiunque d’altronde 🙂

  2. Sabrina says:

    Leggerti è sempre un piacere, mi hai sorridere e ricordare i bei tempi in cui , si è vero, si mangiava pane e marmellata/o/e/burro/ricotta/zucchero/pomodoro ….. Quanta nostalgia!!! Bellissimo articolo, brava! :*

    1. undolcealgiorno says:

      eh si proprio bei tempi!
      che dici, ci costruiamo una macchina del tempo?
      poter tornare in quegli anni, prima di tutto…tutti i nostri casini? no sarebbe male eh? 😛

      1. Sabrina says:

        aahhahahah bellissima idea!! Sarebbe fantastico …. comincio a costruire … ci vediamo 20 anni fa 😉 😛

        1. undolcealgiorno says:

          ahahah sì perfetto!!!
          tipo ritorno al futuro. magari cambiamo qualcosa e poi ci ritroviamo qua meno “acciaccate”
          che dici, funziona? 😛

I commenti sono stati chiusi.