Cheesecake classico cremoso in stile New York

Ed ecco una nuova rubrica.
L’ora del “grave digging“.
Ebbene sì, la ricetta di questo Cheesecake classico cremoso in stile New York, con foto e tutto quanto, l’ho ripescata dai meandri del pc, che attendendeva, dimenticata, di essere pubblicata.
Mica vogliamo deluderla vero?
Questo cheesecake ha una storia da raccontare XD
c’era una volta un negozio di alimentari vicino al nostro hotel.
facevano un buonissimo cheesecake, la cui ricetta era super-super-segreta!
a lungo mia mamma ha cercato di carpirla, ma invano.
i proprietari la custodivano gelosamente, come un prezioso tesoro.
solo anni dopo la chiusura vi è riuscita.
così finalmente dopo notti passate a sognare questo fantomatico cheesecake abbiamo potuto provarlo.
ma un dubbio amletico mi ha assalito.
posso io mettere una ricetta talmente segreta sul mio blog?
se è stata tenuta sotto chiave per così tanto?
posso io svelare l’arcano del cheesecake perduto (e infine ritrovato)?
e allora l’ho cambiata.
così mia mamma, poverella, non ha avuto il cheesecake tanto agognato e sognato, e per la “gloria” di questo blog dovrà aspettare ancora un po’!

Cheesecake classico cremoso in style New York
Cheesecake classico cremoso in stile New York
Cheesecake classico cremoso in style New York
Cheesecake classico cremoso in stile New York
Cheesecake classico cremoso in style New York
Cheesecake classico cremoso in stile New York

in realtà anche la pasticceria ci ha messo il suo zampino.
il cambiamento dalla ricetta è stato dovuto a problemi di proporzioni.
certo non sarò Montersino, ma è un po’ che faccio dolci, c’era qualcosa in quella ricetta che non mi tornava.
in quasi 2 kg di massa di formaggi calcolava solo 2 etti di zucchero.
io ho dimezzato la dose, perchè sapevo che il cheesecake veniva enorme, quindi mi sono ritrovata con circa 1 kg di formaggi e 100 gr di zucchero.
ovviamente quando sono andata ad assaggiare l’impasto sembrava una torta salata più che un cheesecake.
è stato allora che la mia mania di cambiare le ricette ha preso il sopravvento, più che la questione etica del “postare o non postare sul blog”.
così ho cambiato non solo la dose di zucchero, ma anche le proporzioni tra i formaggi.
già che c’ero.
ormai il danno era fatto.
così il mio risultato ha poco a che vedere con l’originale, ma mi sembrava giusto narrare la sua lunga e travagliata storia!
questo è un cheesecake classico, in stile New York.
morbido, cremoso, formaggioso, buonissimo.
a regola sopra bisognerebbe metterci qualcosa.
MA…
io amo il cheesecake così…al naturale!
adoro il formaggio, e ancora di più in versione dolce, e qualsiasi aggiunta mi sembra che lo rovini XD
perciò lo lascio sempre “nudo e crudo”! XD

Cheesecake classico cremoso in style New York
Cheesecake classico cremoso in stile New York
Cheesecake classico cremoso in style New York
Cheesecake classico cremoso in stile New York
Cheesecake classico cremoso in style New York
Cheesecake classico cremoso in stile New York

 

Ingredienti per il Cheesecake classico cremoso in stile New York:

Per la base:

  • 250 gr di digestive
  • 100 gr di burro

Per il ripieno:

  • 500 gr di philadelphia
  • 300 gr di panna
  • 200 gr di zucchero
  • 30 gr circa di maizena (un cucchiaio e mezzo)
  • 2 uova
  • scorza di 1 limone
  • vanillina

Procedimento:

In un mixer frullare i digestive assieme al burro fatto a tocchetti fino a che non si ottengono delle briciole.
Prendere una teglia da circa 24 cm e foderarla con carta forno.
Rovesciare le briciole dentro la teglia e compattarle con le mani, per creare una base e dei bordi.
Mettere in frigo per circa 15 minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno.
Sciacquare il mixer e mettervi lo zucchero, le uova, il philadelphia, la panna, la scorza del limone, la vanillina e la maizena.
Mandare le lame fino a che non si ottiene un composto ben amalgamato e piuttosto liquido.
Togliere la base dal frigo e roversciarci delicatamente il ripieno.
Mettere in forno preriscaldato per circa 40 minuti, o finchè la superficie del cheesecake non risulta cotta (da lucida diventerà opaca). Il centro deve rimanere leggermente più umido (fate la prova stecchino).
A quel punto spengete il forno, lasciatelo chiuso per 10 minuti.
Poi con un mestolo incastrato tra sportello e forno lasciate uscire un po’ di aria calda per altri 10 minuti.
Infine aprite il forno per altri 10 minuti, sempre lasciando il dolce dentro.
A questo punto potrete togliere il dolce senza sbalzi di temperatura che potrebbero farlo afflosciare al centro.

 

6 Comment

  1. zia consu says:

    Non ho mai fatto il cheesecake, ci credi??? La tua rivisitazione della ricetta mi ha davvero conquistata e credo proprio che la proverò..nel frattempo me la segno ^_^
    Buon we Vale e a presto <3

    1. undolcealgiorno says:

      eh non sai che ti perdi allora 🙂 ce ne sono tante versioni, sia cotte che crude, e gira e rigira io lo amo sempre, in qualsiasi sua espressione 😛
      ma sai che era nata una diatriba con delle colleghe blogger sul fatto che fosse IL o LA cheesecake?
      ahahah
      poi sfociata nella risoluzione che si dice in entrambe i modi (ho chiesto all’accademia della crusca :P) ma è buffo perché io ero quasi l’unica a sostenere che fosse un LUI e ora anche tu lo chiami IL e ieri sera un’amica, anche lei di viareggio, ha detto IL….
      si vede che da noi è un maschietto ahahah

  2. Cinzia says:

    Vale, bellissimo!! ma non ho capito, ti avevan passato una ricetta taroccata, quindi?? Beh, questa qui cmq ti è venuta benissimo, e io mi fido del tuo gusto, quindi questo sarà il mio prox cheese cake! Classico e cotto! E …senza jar, ahahahah.-))) e pure senza bicchierini. Dilemma…ma mica possiamo finircelo in due? Vabbè, mi sacrificherò e lo finirò praticamente …in una!
    Ciao Vale!.-)
    CInzia

    1. undolcealgiorno says:

      eh dipende dalle bocche XD
      io ci riuscirei XD ahahah magari non in un giorno, ma in un paio di giorni sì 😛
      cmq non è grossissimo questo cheesecake, se pensi che la teglia è da 24 cm (e per me la 24 è bandita, infatti non l’ho fatto in una teglia da dolci ma in una da fornello perché da dolci mica ce l’avevo? ahahah) e ho dimezzato le dosi perché 1 kg di Philadelphia e 6 etti di panna proprio non me la sentivo.
      vabbè essere sfondati…ma così si esagera 🙂
      eh per la ricetta è andata così…una tipa mi manda un messaggio sul blog dicendomi che mi avevano fregato una foto.
      vado a controllare e in effetti era così…pure brutta eh. no dico…pure la foto più brutta (o quasi) che ho sul blog, figurati!
      ‘sta qua, che non ho idea di chi sia, ci sta partecipando al concorso della Philadelphia dillo con un cheesecake.
      ovviamente ho mandato 1-2-3 mila mail alla Philadelphia dicendo che la foto era mia…mettendo il link del blog…mandando la foto originale…ai 3 indirizzi che ho trovato.
      pure sulla pagina Fb…nada.
      mi hai risposto te?
      idem loro.
      anzi mi hanno pure cancellato il commento su fb.
      e il bello è che nel regolamento c’è scritto paro paro che la foto deve essere di proprietà e non ledere i diritti di terzi e bla bla bla…
      ma la foto se ne sta ancora lì indisturbata.
      bah….

  3. Silvia says:

    Scusa ma….il forno a che temperatura va???? Grazie

    1. undolcealgiorno says:

      ciao, senti la temperatura del forno per il cheesecake deve essere abbastanza bassa.
      io uso un forno a gas e cuocio i dolci classici (ciambelle, crostate, muffin) a 200 gradi, per il cheesecake metto a 180 gradi.
      so che invece solitamente con i forni elettrici i dolci si cuociono sui 180, mentre il cheesecake sui 160 gradi circa.
      ma come sai ogni forno è un mondo a se 😛 difficile dare indicazioni proprio al millimetro 😛
      spero di esserti stata d’aiuto 🙂

I commenti sono stati chiusi.