Crostata cioccolato e ricotta

Crostata cioccolato e ricotta

La Crostata cioccolato e ricotta mi fa venire in mente che qualche tempo fa, su MTV, c’era un programma intitolato PIMP MY RIDE, dove dei tipi “pimpavano” delle vecchissime auto rimettendole a nuovo, dandone una versione supermoderna e superaccessoriata.
ecco, questa è la mia versione culinaria.
PIMP MY PIE!
visto che è una versione inciccionita, rafforzata, modificata di una delle mie ricette preferite, la Crostata crema e ricotta.
un dolce che di per sè è quasi perfetto, se mi passate il termine.
so che non è bello parlare così di una autoproduzione – anche se poi la torta non è mia, ma una vecchia ricetta di famiglia – ma posso dire con certezza che in lunghi anni di “assaggiatrice di dolci” nonché in un paio di anni di “creatrice di dolci” non ho trovato ricetta che fosse suo pari.
né per bontà, né per scioglievolezza, né per una certa facilità di esecuzione rispetto ad un risultato gustativo eccezionale.
mi sono testimoni tutti coloro che l’hanno assaggiata.
parenti, fidanzato (che non ama i dolci, ma di questa va pazzo e quando è un po’ di tempo che non la faccio la reclama a gran voce!), colleghi di lavoro, clienti dell’hotel, amici.
insomma…posso dire che ha passato la prova del 9, ed è stata universamente bollata come “dolce buonissimo!”

Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta

ho voluto però provarne una versione cioccolatosa.
perché la perfezione alla fine non esiste, e forse forse una cosa si può sempre migliorare….
versione che in realtà non differisce molto in dosi e procedimento, si aggiunge semplicemente della cioccolata fondente alla crema ancora calda, che per effetto del calore si scioglierà completamente e creerà una crema pasticcera cioccolatosissima.
poi l’aggiunta di ricotta renderà tutto morbido e scioglievole, donandoci un ripieno simile ad una mousse.
non potevo credere, quando l’ho assaggiata, a quanto questo ripieno morbido e voluttuoso accarezzasse il palato, ancora più soffice della versione non pimpata.
il mio ragazzo quando l’ha assaggiata – e credetemi che detto da lui ha un che di eccezionale, visto la sua dipendenza da nutella abbastanza imbarazzante – ha esclamato:
“è la cosa che abbia mangiato che assomigli di più alla nutella, ma senza nutella. e pure cotta, ma senza che sappia di bruciato”
perché la nutella cotta fa un po’ schifo.
diciamocelo.
non è fatta per essere messa in forno.
quindi beh…mia cara vecchia crostata, amata e prediletta, adesso hai una nuova rivale che sta per scalzare il tuo posto nel cuore di tutti!
attenta a te! XD

Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta

Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta

Ingredienti per la Crostata cioccolato e ricotta:

Per la pastafrolla:

  •     500 gr farina
  •     3 uova intere
  •     250 gr zucchero
  •     250 gr burro
  •     1  bustina vanillina
  •     ½ bustina lievito
  •    1 tappino cognac
  •    1 pizzico sale

Per la crema al cioccolato e ricotta:

  •    2 uova
  •    3 cucchiai di farina (circa 50 gr)
  •    250 gr zucchero
  •    520 ml latte
  •   1 bustina vanillina
  •   1 limone
  •   200 gr ricotta in vasetto (tipo PETTINICCHIO)
  •   100 gr di cioccolato fondente

Procedimento:

Crostata cioccolato e ricotta
Crostata cioccolato e ricotta

Per la pastafrolla seguite questo link dove è spiegato tutto passo passo.
Stendere la pastafrolla su un pianale e trasferirla in una teglia imburrata e infarinata dal diametro di circa 26 cm, per farlo al meglio potete leggere questo tutorial “Come stendere la pasta frolla“.
Mettere in frigo con teglia e tutto mentre si prepara il pieno (foto 1)

Per la crema mescolare la farina con il latte evitando di formare grumi, aiutandosi con una frusta.
A parte sbattere le uova con lo zucchero e la vanillina, e unire al composto di farina e latte.
Mescolare e mettere sul fuoco con una scorza di limone.
Cuocere mescolando continuamente sia al centro che ai lati usando un mestolo di legno.
Quando comincia a rapprendere, cuocere per alcuni minuti fino a raggiungere una giusta consistenza (foto 2). Quando è ancora bella calda aggiungere la tavoletta di cioccolata fatta a cubetti (foto 3). Lasciargli prendere il calore per qualche istante e poi mescolare fino a che la cioccolata non si è sciolta perfettamente (foto 4).
A questo punto far raffreddare e poi aggiungere la ricotta (foto 5), precedentemente schiacciata con la forchetta e mescolare fino ad amalgamante bene e ottenere un composto morbido e leggermente più chiaro (foto 6).

Togliere dal frigo la teglia, e versare la crema di cioccolato e ricotta all’interno della base di pastafrolla (foto 7). Tagliare delle strisce da disporre a proprio piacimento sopra la superficie della torta per guarnirla (foto 8). Ripiegare i bordi affinchè il composto non fuoriesca durante la cottura (foto 9).

Cuocere in forno per circa 45-50 minuti a circa 180° (il tempo dipende dal forno) o finchè la superficie non diventa dorata.

 

5 Comment

  1. gelsia says:

    sei la migliore! oggi ho fatto la tua crostata, mangiata questa sera, mio marito non ha fatto che mugolare di piacere, mio figlio si leccava letteralmente i baffi! che dire è una torta a tutti gli effetti era da tanto che volevo farla ci vuole un po’ di tempo e oggi l’avevo! grazie cara ho fatto anche i tuoi brutti ma buoni ma con le noci…come fare a staccarsene? sei veramente brava, grazie per condividerli con chi come me……ci prova! vengo sempre a vedere le tue nuove idee…..a presto!

    1. undolcealgiorno says:

      grazie, grazie, grazie!
      e invece sono io che ti ringrazio <3
      un blog non sarebbe niente senza i suoi lettori, e tu dimostri un tale entusiasmo che ogni volta che leggo i tuoi commenti mi si stringe il cuore...ma dalla gioia 🙂
      in questi giorni che sono stati un po' difficili per me, e i miei "doloretti" si sono fatti di nuovo vivi, leggere le tue parole mi dà la forza di stringere i denti e andare avanti, perchè forse forse sono sulla strada giusta 😛
      di nuovo grazie 🙂
      e ahhhh...felicissima che la crostata ti sia piaciuta, io cerco sempre di essere super obiettiva nell'analisi delle mie ricette, se ci sono difetti sono la prima che li sottolinea ma questa, secondo me, è quasi perfetta aahahah
      cioè tutti quelli che l'assaggiano hanno la stessa reazione di tuo marito e tuo figlio, è bello sapere che ha suscitato lo stesso effetto anche se non uscita dalle mie mani, vuol dire che è proprio la ricetta che è buona e non le mani di chi la prepara (lo sai no, che in si dice che in cucina la stessa ricetta non sorte mai uguale a seconda di chi la prepara?!? XD)

      1. gelsia says:

        sei proprio cara! i dolori alle ossa purtroppo convivono con me ormai da tempo, ma questo non deve fermarci…anzi! Ti diro’ questa crostata è FORSE anche piu’ buona il giorno dopo…..se possibile! SPARITA! dovro’ attivarmi ancora! Buon lavoro cara……mi intriga parecchio la crostata di halloween. A proposito la tua frolla sia 1 che 2 è perfetta,la migliore. Ne ho provate davvero tante, io amo le crostate,quindi……..so quello che dico! a presto.

  2. Barbara says:

    Ma quindi con queste dosi la pasta frolla è per due torte? Il link dove mi rimanda per la frolla dice cosi.

    1. undolcealgiorno says:

      sì esatto, la dose della pastafrolla è per due torte, come consiglio di fare nel link basta preparala tutta, poi congelarne metà per la prossima crostata.
      E’ un metodo utilissimo per risparmiare tempo.
      Io da sempre uso questa ricetta che è di mia nonna e come vedi le uova sono 3, è un po’ difficile dividere gli ingredienti in due, quindi preferisco prepararla e dividerla dopo.

I commenti sono stati chiusi.