Crea sito

Salsa aioli

Falafel

Falafel
Falafel

Falafel

Le falafel sono un piatto tipico della cucina araba, delle gustose polpette di ceci fritte in abbondante olio bollente e servite al cartoccio, una sorta di street food per intenderci 😉.

La ricetta che vi presento prevede, invece, la cottura in forno, un modo più sano e leggero per mangiare queste deliziose chicche della tradizione mediorientale.

Io adoro sperimentare la cucina internazionale: cinese, giapponese, americana, thai, greca, tex mex, Argentina, ma una delle mie preferite e’ proprio quella araba perché prevede quasi sempre piatti a base di verdure, colorati, ricchi di spezie e super saporiti.

Questa ricetta può essere servita come aperitivo in caso di ospiti a cena, ma anche come secondo piatto, accompagnato da una porzione di riso o di verdure.

Il tocco in più?? Accompagnare le Falafel con la salsa aioli: un vero tripudio di sapore (in questo caso, e’ meglio non servire le Falafel a un potenziale partner o rischierete di andare in bianco 😉😉😉😉 ).

La ricetta può essere servita anche a coloro che seguono un’alimentazione vegana poiché priva di uova e derivati.

Ingredienti per 10-12 polpette:

500 gr di ceci precotti

1/2 cipolla

1 spicchio di aglio

3 cucchiai di pangrattato

Erba cipollina, origano

Sale, pepe

Procedimento:

Sciacquare i ceci sotto l’acqua corrente e scolarli.

Tritare finemente la cipolla.

Inserire nel bicchiere del mixer i ceci, la cipolla tritata, lo spicchio d’aglio e le erbe aromatiche, una spolverata di pepe nero e un pizzico di sale.

Frullare il tutto fino ad ottenere una “pappetta” non troppo cremosa.

Con le mani, creare 10-12 polpette di media dimensione.

Versare il pangrattato su un piatto piano.

Rivestire una teglia di carta forno e riscaldare il forno a 200 gradi.

Rotolare le polpette nel pangrattato poi adagiarle sulla teglia rivestita.

Cuocere in forno caldo per 25 minuti, girando le polpette a metà cottura.

Servire calde, accompagnate da un’insalatina di verdure fresche o da una porzione di riso pilaf.

Insalata autunnale

Insalata autunnale
Insalata autunnale

Insalata autunnale

Una ricetta perfetta per un pranzo o una cena veloce, preparata l’ingrediente simbolo della stagione autunnale: l’uva nera, un frutto ricco di zuccheri, sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio, magnesio), vitamine (A, B, C), polifenoli, sostanze antiossidanti.

Un’insalata arricchita con straccetti di pollo, uva nera, capperi e noci, condita con succo di limone, olio extravergine di oliva e sale.

Se non amate il petto di pollo, potete usare la bistecca di pollo (più morbida e gustosa rispetto al semplice petto), cuocerla sulla griglia o in padella e infine tagliarla a strisce.

Pochi e semplici ingredienti che si mescolano per creare un piatto colorato e sfizioso, ideale se accompagnato da crostini di pane e magari qualche cucchiaiata di salsa aioli o salsa yogurt.

Se volete arricchire ulteriormente questa ricetta, vi consiglio di aggiungere scaglie di grana, olive (nere o verdi) e qualche chicco di mais.

Bella idea, vero?

Ingredienti:

100 gr di petto di pollo
Insalata verde q.b.
60 gr di uva nera
Una manciata di capperi
10 gr di noci
Il succo di mezzo limone
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale, erba cipollina

 

 

Procedimento:

Riscaldare una padella antiaderente e, quando sarà rovente, cuocervi il pollo per circa 3 minuti per lato.

Adagiare il petto di pollo su un piatto e lasciarlo intiepidire.

Una volta freddo, tagliare il petto di pollo a straccetti.

Lavare e tagliare l’insalata verde e sistemarla in una ciotola capiente.

Lavare gli acini di uva rossa e tagliarli a metà.

Aggiungere nel piatto con l’insalata gli straccetti di pollo, le noci sgusciate, gli acini di uva tagliati e i capperi.

Condire il tutto con il succo di mezzo limone, un filo di olio extravergine di oliva, una spolverata di erba cipollina e un pizzico di sale.

Servire l’Insalata autunnale subito oppure riporre in frigorifero fino al momento del pasto.

Salsa aioli

Salsa aioli... La salsa dei single
Salsa aioli… La salsa dei single

Salsa aioli

Ieri sera ero a cena in un hamburgeria con le mie amiche e avevamo ordinato un piatto di fritti misti, da mangiare insieme alle salse.

La mia amica Casandra (e non ho sbagliato a scrivere perché lei si chiama proprio Casandra con una esse sola!), immerge una patatine nella salsa aioli, poi mi guarda e fa: “Cos’è? Maionese?” e io rispondo: “E’ la salsa aioli, ovvero la salsa dei single perché lascia una scia di aglio che mette in fuga chiunque!” e tutte sono scoppiate a ridere.

Così, quest’oggi ho voluto preparare la famosa salsa aioli in onore della mia amica single Casandra, ma anche delle altre due “partecipanti alla serata”, alle quali dedicherò una ricetta nei prossimi giorni 😉😉😉😉

Ecco a voi la ricetta della salsa aioli, una salsa della tradizione culinaria spagnola, a base di aglio, olio e limone, perfetta per accompagnare piatti di carne (come gli hamburger 😉) ma anche di pesce (es. baccalà, calamari).

La versione provenzale di questa salsa prevede l’aggiunta di tuorli d’uomo, allo scopo di farla di tare più densa, ma io ho optato per la versione originale, adatta anche a chi segue un regime alimentare vegano.
Nella preparazione della salsa, vi raccomando caldamente di aggiungere l’olio a filo, poiché l’aggiunta rapida farebbe scomporre il trito di aglio e la salsa “impazzirebbe”, un po’ come le uova nella maionese 😉

 

 

Ingredienti:

5 spicchi di aglio fresco
250 ml di olio
Il succo di 1/2 limone
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Pelare gli spicchi di aglio e privarli del germoglio centrale.
Pestare gli spicchi di aglio in un mortaio fino a ridurli in una sorta di “pasta”.
Aggiungere l’olio a filo e mescolare di continuo.
Aggiungere il succo di mezzo limone, spolverare con pepe nero e infine aggiungere un pizzico di sale.
Continuare a mescolare fino ad ottenere un composto cremoso.
Servire la Salsa aioli subito oppure conservarla in frigorifero fino al momento di servire.