Crea sito

pan carrè mulino bianco

Croque monsieur

Croque monsieur
Croque monsieur

Croque monsieur

Il Croque Monsieur è un tramezzino le cui origini risalgono al 1910, a Parigi e precisamente in Boulevard des Capucines, dove il proprietario di un bistrot, un certo Michel Lunarca, un giorno, affettando una baguette, decise di realizzare una nuova ricetta: imburrò le fette, le farcì con prosciutto e formaggio, compose il panino e lo rosolò nel burro fuso.

Il primo cliente che assaggiò questo nuovo “esperimento”, rimase così soddisfatto che chiese a Michel che tipo di carne avesse messo nel panino e Michael, prontamente, rispose: “Carne di Monsieur, naturalmente!” (ovvero Carne di signore).
I clienti presenti presero a ridere e, ad uno ad uno, ordinarono il nuovo piatto che, da quel giorno, comparve sulla lavagnetta del menù del bistrot con il nome “Croque Monsieur”.
Marcel Proust adorava questo piatto tanto da menzionarlo nell’opera “Alla ricerca del tempo perduto”, dove il protagonista, tornando in hotel dopo un concerto, scopre che la sua ospite ha ordinato per lui un Croque Monsieur.

Il Croque Monsieur si differenzia dall’arci noto Croque Madame poiché quest’ultimo viene servito con l’aggiunta di uovo sul panino.

Entrambi sono piatti dello street food francese ma possono anche essere delle valide alternative per una na golosa ed economica.

 

 

Ingredienti per 1 Croque Monsieur:

2 fette di pan carre’
2 fette di prosciutto cotto
2 cucchiai di burro
1 sottiletta
1 uovo
1 cucchiaio d’acqua
Sale, pepe nero
Patatine fritte (per contorno)

 

 

Procedimento:

Imburrare due fette di pan carre’ poi farcirle con 2 fette di prosciutto e una sottiletta.
In un piatto, sbattere un uovo insieme a sale, una manciata di pepe nero e un cucchiaio di acqua.
Immergere il sandwich nell’uovo.
Imburrare una padella con una noce di burro, metterla sul fuoco e, quando il burro sarà ben sciolto, adagiarvi il sandwich e cuocere per 7-8 minuti, girando il sandwich sull’altro lato a metà cottura.
Servire ben caldo, accompagnato magari da una bella porzione di french fries.

 

 

Croque madame

Croque madame
Croque madame

Croque madame

La Croque madame è stata la prima pietanza che ho addentato sul suolo parigino.

Arrivati in città all’una di notte dopo varie peripezie (ritardo del volo, traffico lungo la strada dall’aeroporto al centro città), ci siamo fiondati in un pub ultra affamati ma, essendo tardi, l’oste non ci dette neanche il tempo di sfogliare il menù per la cena e ci disse che poteva servirci solo Croque monsieur o Croque madame, due piatti a noi sconosciuti ma la fame e quindi dovevamo accontentarci.
Essendo donna, io chiaramente ho optato per il Croque madame e, da quella sera, mi sono innamorata di questo semplice sandwich filante e gustoso, proprio come piace a me! Le parole chiave della vacanza sono state chiaramente “Croque madame”, “Croque monsieur” e “Macaron”.

Se volete provare anche la versione maschile di questa ricetta, il croque monsieur, vi consiglio di dare un’occhiata al seguente link https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/croque-monsieur/

 

Ingredienti:

2 fette di pan carré
1 uovo
1 fetta di prosciutto
100 ml di latte
1 cucchiaio di burro
1 cucchiaio di farina
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Preparare la besciamella sciogliendo il burro in un pentolino a fuoco medio.
Aggiungere la farina e cuocere fino a quando non sarà dorata.
Aggiungere infine il latte, il parmigiano grattugiato e il sale, e cuocere per circa 2 minuti mescolando di continuo per evitare la formazione di grumi.
Dopo due minuti, la besciamella sarà pronta e quindi spegnere il gas.
In un piatto, sistemare le due fette di pan carré e comporre un sandwich spalmando su una fetta uno strato di besciamella, una fetta di prosciutto, un altro stato di besciamella e infine l’altra fetta di pan carré per chiudere il sandwich.
Riscaldare una padella antiaderente e cuocervi il sandwich 3 minuti per lato.
Nel frattempo, cuocere un uovo a occhio di bue in un pentolino.
Adagiare il sandwich cotto su un piatto, aggiungere l’uovo fritto sulla cima e infine, prima di servire, spolverare con del pepe nero macinato.

Sandwich ghiotto

Sandwich ghiotto
Sandwich ghiotto

Sandwich ghiotto

Un sandwich goloso, perfetto da gustare in ufficio per pranzo o a cena, quando si vuole mangiare davanti a un bel film o una serie TV, o addirittura da mangiare per un pranzo al mare (in quest’ultimo caso, conservate il panino nella borsa frigo altrimenti lo yogurt greco andrà a male).

Questo sandwich si può realizzare anche in versione mini, creano dei perfetti e simpatici finger food per i vostri aperitivi.

Che ne pensate?

Io adoro cenare seduta sul divano guardando una serie tv, preparandomi una sorta di “tavolino” improvvisato con un piatto di sandwich e una bella Coca Cola (o una birretta fresca)… 😉😉

Io ho farcito il sandwich con yogurt greco, salmone e olive, ma voi potete aggiungere altri ingredienti come fette di pomodoro, cetrioli a rondelle, zucchine grigliate, sottaceti, ecc.

Vi consiglio caldamente di non usare il pan carrè “bianco” per il sandwich ma preferire pan carrè integrale o ai cinque cereali, tanto per dare più sapore al vostro panino.

Se siete in cerca di altri ingredienti per il vostro sandwich, potete provare la ricetta descritta nel seguente link sandwich tonno, lattuga, pomodoro https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/sandwich-tonno-lattuga-pomodoro/

 

Ingredienti per 1 sandwich:

2 fette di pan carré integrale

2 cucchiai di yogurt greco (o formaggio spalmabile/ricotta/robiola, in base alle vostre preferenze)

erba cipollina q.b.

2 fette di salmone affumicato

una manciata di olive verdi denocciolate

 

 

Procedimento:

In una ciotola, unire lo yogurt greco con una spolverata di erba cipollina e mescolare bene.

Sciacquare le olive verdi denocciolate sotto acqua corrente e tagliarle a rondelle.

Creare il vostro sandwich spalmando su una fetta di pan carré uno strato di yogurt greco, olive, poi le fette di salmone, altre olive e infine la fetta di pan carré.

Gustate il sandwich davanti a un film, accompagnato da una birra fresca o da un calice di vino bianco.